Ecco i dati EMG appena diffusi da Mentana al TG LA7. Centrosinistra in vantaggio +8,6% sul Centrodestra

Ultimo sondaggio politico elettorale di EMG diffuso durante il TG LA7 delle 20:00 da Enrico Mentana.
Il sondaggio è stato condotto secondo metodologia CATI tra il 22 ed il 23 settembre su un campione di 1.000 casi.

PDL: 26,5% (-0,3%)
LAGA NORD: 9,3% (+0,2%)
LA DESTRA: 1,2% (-0,1%)
PARTITO DEL SUD: 0,4% =
TOTALE CENTRODESTRA: 37,4% (-0,2%)

FLI: 3,0% =
UDC
: 7,4% (+0,2%)

MPA: 0,6% =
API: 1,3%: (+0,1%)
TOTALE CENTRO: 12,3% (+0,3%)

PD: 27% =
IDV: 6,4% (+0,2%)
LISTA BONINO PANNELLA: 0,6% (-0,2%)
PSI: 1,1% =
SEL: 8,9% (+0,2%)
VERDI: 0,4% =
FED. SIN.: 1,6% (+0,1%)
TOTALE CENTROSINISTRA: 46% (+0,3%)

MOVIMENTO 5 STELLE: 3,0 =
SVP: 0,4%: (-0,1%)
PLI: 0,3% =
ALTRI: 0,6% (-0,3%)

INDECISI: 16,1%
BIANCA: 2,9%
ASTENSIONE: 30,6%
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

12 commenti:

  1. Perchè non viene spiegato affatto dai media come funziona il MOVimento 5 Stelle?

    RispondiElimina
  2. ...giusto...perché?

    RispondiElimina
  3. Dunque un po di calcoli:
    Secondo questo sondaggio (che si basa su 1000 persone, auspico rappresentative del corpo elettorale). Il Movimento 5 stelle (che voterò sicuramente) ha il 3%. Cioè:
    - 3% dei votanti
    - votanti sarebbero 69,4% degli aventi diritto
    - gli aventi diritto sono in valore assoluto circa 47.118.352
    - In Italia ci sono in totale 60.626.442 cittadini
    - Dunque voterebbero 32700136 persone
    - Di questi 981004 sarebbero del movimento 5 stelle
    - Gli stranieri in Italia sono circa 4500000 (che arrotonderei a 5E6 considerando gli irregolari)
    - Quindi totale popolazione in Italia circa 66000000 di persone.
    Per cui passeggiando per strada, contando proprio tutti per difetto, ogni sette individui 1 e' del movimento5stelle. Pensavo peggio non mi sento più' solo. Magari ho fatto male i calcoli

    RispondiElimina
  4. eh si cazpita!
    ho fatto male i calcoli
    1 su 70 circa.
    Mi sento solo di nuovo

    RispondiElimina
  5. Mimmolimmo se vai nella pagina dedlle intenzioni di voto ti accorgi che in media e' quotato un po di più, fino al 6%. Se poi pensi che ci sono partiti storici, con radio e/o giornali che prendono meno voti il dato non e' così sconfortante. Ci sono delle regioni dove i dati sono sorprendenti.
    Spero tu ti senta di nuovo un po meno solo :)

    RispondiElimina
  6. ma se il totale è di 149,6%, ma che cavolo di sondaggi sono!!!!!!

    RispondiElimina
  7. basta una semplice addizione!

    RispondiElimina
  8. occhio ai conti: 37,4+12,3+46+3+0,4+0,3+0,6+16,1+2,9+30,6=149,6%!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. le parole di mentana ieri sera: il partito più grande in italia restano gli astenuti!!!! quindi vanno contati anche loro e non è possibile che sommando le percentuali dei partiti si arrivi al 100% e si dichiari un 30% circa di astenuti, ma che cavolo di percentuali sono queste? anch'io voterò 5 stelle ma serve solo per far capire che questi numeri non contano assolutamente nulla, ti dicono quello che vogliono e basta, sono numeri senza senso ma vallo a spiegare al vecchietto che li legge e pensa: però bersani, però berlusconi e si fa pippe mentali in testa su percentuali inesistenti! che cos'è il 36% della destra o il 46 della sinistra? il 36% o il 46% del 70 % di quelli che andranno a votare? questo non è un sondaggio ma propaganda!

    RispondiElimina
  10. Ora ti capisco!
    Si i sondaggi sono calcolati al netto degli astenuti. Il dato infatti è in percentuale e va sempre ricordato che è un dato al netto degli astenuti, indecisi e scheda bianca. Bravo EMG a riportare sempre le percentuali di chi si astiene è indeciso o voterà scheda bianca.
    Il tuo appunto è molto importante. Fa riflettere sul fatto che in realtà i governi ed i partiti che li formano, ma in generale tutta la compagine politica è sorretta da un numero di cittadini molto inferiore da quelli immaginati. C'è da dire che con l'avvicinarsi delle elezioni solitamente indecisi e astenuti diminuiscono.

    RispondiElimina
  11. è vero che indecisi e astenuti con l'avvicinarsi delle elezioni diminiuscono ma fa riflettere il fatto che si parla di % al netto, io questo non lo trovo giusto, infatti basta fare un salto al bar e sentire come parla certa gente che il "netto" non viene preso in considerazione e si cade sempre nel solito discorso che non si vuole "buttare via il voto per minoranze che comunque non governerebbero mai quindi meglio dare il voto a compagini forti"(discorso che personalmente ritengo ridicolo quello del voto utile). Sicuramente questo vale per chi ha grandi numeri come per chi ha piccoli numeri ma faccio un esempio basandomi con questo sondaggio: tra indecisi e astenuti arrottondando siamo quasi al 50%, bene vuol dire che il dato del movimento 5 stelle va depurato di un 50% cioè da 3 passa a 1,5%, come impatto sulla gente comune non mi sembra che sia un gran che di differenza ma passare da un 46% ad un 23% e da un 37% a un 16%, considerando anche che sono dati di coalizioni e non di singoli partiti, bhe l'impatto mi sembra molto più forte. Ecco la mia incazzatura quando leggo certi sondaggi, ripeto non contano nulla e non rispecchiano certamente la realtà, poi vallo a spiegare al nonnino al bar che ad esempio silvio è al 13%!

    RispondiElimina