Sondaggio politico elettorale sulle intenzioni di voto di Spincon

Sondaggio politico elettorale sulle intenzioni di voto degli italiani realizzato da Spincon per "L'Opinione". Sondaggio realizzato con metodo CAWI su un campione di 1.425 casi tra il 26 ed il 28 novembre 2012.


Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

12 commenti:

  1. Su sto sondaggio il pdl sale sempre mentre il m5s scende sempre, che strano.. lol.

    RispondiElimina
  2. In questo sondaggio, oltre al Pdl, sembrano sempre sovrastimati la Lega, La Destra, Verdi e Radicali, ed è l'unico in cui sono presenti i Pirati, per sottrarre potenziali consensi al Movimento 5 stelle. Devono aver scelto un campione in modo molto originale.

    RispondiElimina
  3. Beh ragazzi, i Pirati secondo me il 2% lo prenderanno tutto, anche di più.. Non disperate però, a contrario di quel che pensassi, ho scoperto che non hanno nessuna simpatia per il m5s, e infatti pescano voti dai suoi dissidenti e da astensionisti o altri partiti.

    Insomma, non saranno i Pirati a far perdere consensi al m5s. :)

    RispondiElimina
  4. I pirati italiani Dario sono dei dementi come pochi. Non hanno nulla a che fare con quelli tedeschi ben + seri e fuori da logiche di schieramenti politici. Ho guardato il loro sito e non fanno altro che spalare merda sul m5s come se il problema dell'italia fosse questo e non tutti i partiti della vecchia repubblica. In sostanza vogliono passare da innovatori ma sono solo servi dei soliti regimi, a me fanno un pò cacare, detta alla francese.
    Schierati in questo modo non prenderanno mai voti.

    Al contrario stimo molto i piraten (il movimento tedesco), quello si che è un movimento serio, che riproposto "seriamente" in italia potrebbe essere una valida opzione.

    RispondiElimina
  5. Mm guarda Homer ho parlato con alcuni di loro e ho capito perchè ce l'hanno tanto con il m5s, e capisco il loro punto di vista, che per certi versi non fa una piega. Al tempo stesso mi trovo molto in disaccordo su altre questioni, e per questo ho deciso che saranno la mia seconda scelta nel caso il m5s mi deludesse.

    Inutile dire che meglio loro che i vecchi partiti.. O no?

    RispondiElimina
  6. Però il fatto che attacchino il m5s e non gli altri partiti mi puzza parecchio. Uno può avercela con tutti i partiti magari per ovvi motivi ma non può avercela in particolar modo con il nuovo e non criticare gli artefici di questo schifo che poi sono i partiti della vecchia repubblica. Questo modo di fare sa di pilotato da "altri", non so se mi spiego.

    Detto questo perchè ce l'avrebbero col m5s?

    RispondiElimina
  7. Beh vedi, io credo che vedano il m5s come un qualcosa di assurdo, in quanto proposto come nuovo ma in realtà vecchio dentro. Questo perchè il m5s ha un portavoce, un garante, un capo politico, chiamalo come vuoi, che spicca più degli altri e che decide troppe cose. Per i pirati questo è intollerabile perchè con Liquid Feedback nessuno conta più dell'altro, se non per scelta degli stessi pirati che danno le deleghe (ritirabili quandunque si voglia). Per loro Grillo è un leader che decide tutto e il m5s diventa quindi un partito come gli altri, venduto però come nuovo, cosa che li infastidisce molto, perchè il nuovo vero si ritengono loro. In più come ti ho detto alcuni di loro sono dissidenti del m5s che raccontano brutte esperienze più o meno credibili con il m5s o anche direttamente con Grillo.

    Ecco, credo e spero di aver riassunto il perchè dell'astio dei Pirati verso il m5s. O almeno, io ho inteso questo.

    Ora la mia analisi:

    Effettivamente sul fatto del decidere troppe cose da parte di Grillo, ne abbiamo discusso anche qui recentemente, e in parte è vero.. Sarebbe stato bello decidere tutti insieme i metodi delle candidature per i parlamentari, come sarebbe bello poter modificare il programma in ogni momento tramite votazioni (nei pirati puoi).

    Di contro però, io credo che la loro democrazia liquida sia da loro vista come la più importante, e io non la vedo così. Mi riferisco ai referendum: in pratica loro sono pro referendum propositivo senza quorum, ma al tempo stesso se ne sbattono il cazzo di quelli passati, infatti loro votano ogni cosa, e può tranquillamente uscire (anche se è difficile visto l'esito passato) che, in quel periodo in cui han votato, la maggior parte dei pirati fosse pro - nucleare, e così nel programma mettono ok al nucleare. Capito? Loro ora sono contro il nucleare, ma possono votare da un momento all'altro se qualcuno pone il quesito e si supera il quorum e cambiare le carte in tavola, capito?
    A me sta cosa non piace proprio, e preferisco le regole messe da Grillo o dai meet up o da chi cavolo le ha messe dove si dice zero rimborsi elettorali, 2 legislature e a casa, rispetto dei referendum, ecc ecc.. Perchè è vero che sono regole non modificabili (almeno per ora), ma sono anche regole giuste che condivido al 100000%.

    Ad esempio loro ora sono pro rimborsi elettorali e io lo trovo inconcepibile, però che ci vuoi fare, han votato ed è venuto fuori che sono pro. Ne vogliono tenere meno dei soliti partiti ladri, vorrebbero una somma giusta diciamo, ma il punto è che sono pro anche se il referendum del 93 parla chiaro: Niente finanziamenti pubblici ai partiti.

    In sintesi, nei pirati si decide tutto, ma questo è anche un rischio perchè non c'è una regola assoluta e inviolabile che dice un qualcosa del tipo:

    "I referendum, essendo la forma più eccelsa di democrazia, non possono non essere ascoltati"

    e io questa la trovo una cosa gravissima per un partito che vuole fare della democrazia la sua bandiera.

    Quoti, Homer?

    RispondiElimina
  8. Capisco e non ti insospettisce Dario, il fatto che per esempio siano per i finanziamenti ai partiti? Forse sono prevenuto ma c'è qualcosa che non mi torna in questo movimento, mi danno l'idea che da una parte urlino ai quattro venti di essere la vera novità esistente, quelli lindi e puri e dall'altra fanno delle scelte degne dei vecchi partiti che mi fanno venire i brividi.

    Parliamoci chiaro, quale cittadino oggi giorno voterebbe per finanziare i partiti se non coloro che ancora oggi sostengono i partiti della vecchia repubblica? Magari quelli che ne hanno degli utili dalla situazione odierna? E chi si scaglierebbe con questa veemenza solo contro il m5s se non i collusi con la vecchia repubblica?

    In sostanza ho sempre il sospetto che da dietro le quinte, qualche vecchio partito li influenzi e piloti, un pò come in effetti avveniva nel famoso movimento viola, anche loro il nuovo sulla carta che da dietro le quinte vedeva esponenti della vecchia sinistra, onestamente mi fido poco.

    RispondiElimina
  9. Grillo sarà sarà accentratore, magari per certi versi ingombrante ma almeno è un punto fermo che da una garanzia di limpidezza, uno che si batte anima e corpo in ciò che crede. Dei membri del m5s non posso avere la stessa totale fiducia però so sempre che dietro c'è grillo che vigila ed ha i poteri per stroncare qualsiasi nascita di intrallazzo.

    Ecco, un garante di cui fidarsi ci deve essere, c'è poco da fare. Lo si può chiamare leader o smuovi popoli, ma se non c'è una persona di cui fidarsi al vertice rimane sempre quel sottile dubbio che un movimento o partito, prenda lentamente ma inesorabilmente una via diversa da quella iniziale e si sa, la carne è debole, la gente corruttibile ed i soldi fanno sempre gola, così come in futuro faranno gola anche a qualche esponente del m5s.

    Fortunatamente però dietro c'è grillo, uno che possiede il marchio del movimento e che avrà sempre il potere di escludere le mele marce, ecco questa è una garanzia non da poco, che, per quanto possa il m5s fare in futuro qualche passo falso, mi da la sicurezza di un movimento che cmq possa perseguire e portare in porto ciò che oggi sostiene.
    L'anarchia totale non ha mai portato a nulla di buono.

    RispondiElimina
  10. Anche io sono molto più pro - m5s, però davvero a sto giro non credo ci sia nessuno dietro le quinte, ma anzi credo, come ho già detto, che sia tutta una questione di punti di vista..

    Da loro non c'è anarchia, c'è una democrazia liquida dove le cose possono cambiare da un momento all'altro, e credo che da sto lato siano infatti uguali ai pirati tedeschi o di altri paesi.

    Rispetto ai rimborsi, devi capire Homer che purtroppo c'è ancora un sacco di gente che è a favore. Questo perchè c'è questa sorta di paura ignorante di diventare come l'America dove le sfide sono solo tra quelli più finanziati e non tra quelli più bravi. Ovviamente basterebbe porre un tetto limite e donazioni sempre trasparenti e online per ovviare al problema, ma che te lo dico a fa'..
    La cosa però incredibile è che loro vogliono i rimborsi perchè han votato, e allora mi chiedo: Ma i referendum nazionali li snobbate perchè solo i vostri referendum sono validi per voi? Che senso ha?
    Mi sono sentito rispondere che statisticamente è la stessa cosa, di qua di la.. Tutte cavolate secondo me.
    A me sta cosa non piace e continuerà a non piacere, e infatti preferisco avere poche regole sicure e molte altre intercambiabili. Quando sul portale si potrà modificare il programma io quelle regole base come 2 legislautre e via, rispetto dei referendum e qualche altra, non le vorrei proprio lasciar cambiare, per me quelli sono come i 10 comandamenti (anche se non sono credente lol), perchè il m5s è nato così e quelle le ritengo regole d'oro nel quale il movimento si identifica.

    Detto questo, io ho una paura:

    Ipotizziamo (facciamo le corna) che domani Grillo muore, nel m5s cosa succede? Va allo sbando?
    Ipotizziamo ora che l'esponente pirata con più deleghe in questo momento, muore, cosa succede? Probabilmente niente, perchè non era un punto di riferimento ma solo una persona a quali molti han dato fiducia.

    Capisci cosa intendo? Nei pirati ci sono pro e contro, per come la vedo io allo stato attuale sono più i contro rispetto al m5s, ma alcuni pro sono innegabili secondo me. Infine secondo me Grillo dovrà pian piano farsi sempre più da parte, per il bene del movimento, e si dovranno imporre regole per eleggere un nuovo portavoce in caso Grillo non possa o non voglia più farlo.

    RispondiElimina
  11. Lol, ora addirittura pensi alla morte di Grillo eheh, ma guarda che ha solo 64, è un "giovanotto", quello secondo me con l'energia che ha ci scava la fossa a tutti e 2.

    Cmq, a parte le battute, secondo me l'unica cosa che dovrebbe fare Grillo ora come ora è prendersi un portavoce affidabile, capace, scaltro e mandarlo in "alcuni" talk show quando occorre parlare di programmi del m5s. Un piero ricca secondo me sarebbe l'optimum.

    Per quanto riguarda il megafono chi meglio di grillo può pubblicizzare il movimento?
    Naturalmente col tempo dei personaggi del m5s riceveranno notorietà e magari si alterneranno a grillo sui vari palchi d'italia ma la gente, oggi giorno, ( e direi logicamente) vota il m5s soprattutto perchè c'è il garante grillo dietro le quinte.
    Cmq il futuro sarà sicuramente costellato di nuove facce del movimento, si spera persone pulite e capaci.

    RispondiElimina
  12. Ahahah ma io penso subito al futuro! E nel futuro non ci potrà essere ancora lui, o vuoi che faccia come Napolitano che a 90 anni è ancora lì che fa discorsi politici nonsense?? XD

    Comunque oltre Piero Ricca c'è anche il mitico Claudio Messora, un grande pure lui. ;) Io li vorrei tutti e 2!

    RispondiElimina