Fiducia nei leader per SWG Berlusconi ha superato Bersani

Sondaggio sulla fiducia nei leader di SWG per Affaritaliani





L’indagine quantitativa è stata condotta tramite interviste online con metodo CAWI (Computer Assisted Web Interview) all’interno di un campione di 1000 soggetti maggiorenni residenti in Italia e rappresentativo della popolazione di riferimento in base ai parametri di sesso, età e zona geografica.
Le interviste sono state somministrate nel periodo che va dal 28 al 30 gennaio 2013.
I metodi utilizzati per l'individuazione delle unità finali sono di tipo casuale, come per i campioni probabilistici. Il margine d’errore statistico dei dati riportati è del 3,1% a un intervallo di confidenza del 95%. 
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

67 commenti:

  1. Se gli italiani hanno ancora fiducia di Berlusconi ,dopo tutto quello che ha combinato compreso i contratti con gli italiani cioè contratti firmati da lui soltanto(anomalia) cosi da essere non rispettati senza pagarne le conseguenze come tutti contratti che si firmano normalmente,ci meritiamo di diventare schiavi

    RispondiElimina
  2. ...in bersani avrebbero fiducia solo la meta' della gente che vota il pd. sondaggi bugiardi ne ho visti ma questo è esilerante!!!

    RispondiElimina
  3. Ormai il cdx ha giàvinto,dopo lo scandalo MPS il PD è finito.Sondaggi riservati,la sinistra è già sotto.

    RispondiElimina
  4. Simonelli... Te lo dico per la seconda volta, lascia stare i sondaggi riservati. Sei a rischio super figure di emme. E' già successo in passato che qualche "informatissimo" si sia scottato...

    RispondiElimina
  5. oddio, Berlusconi è trainato dalle donne ultra 64enni (28%, il dato più alto in assoluto)!!! La butto lì, che c'entri la tv?

    RispondiElimina
  6. OGGETTIVAMENTE...se vince Berlusconi, possiamo concludere due cose:

    1- Ogni popolo ha il governo che si merita. Nessuno ha più il diritto di lamentarsi...

    2- La sinistra deve andare a CASA...me ne sbatto delle primarie. Tutti a casa...

    RispondiElimina
  7. anzi...se vince il BERLUSCONIGLIO....XD

    RispondiElimina
  8. Tutti a casa....è finita per la vecchia politica. Anche il PD ultimo baluardo si sta disintegrando. Lo Tsunami arriva...

    RispondiElimina
  9. Ma quale fiducia in Berlusconi lol.

    E' più probabile che B. sia il favorito nel sondaggio per spaventarci e farci votare PD se siamo a sinistra, o a farci saltare sul carro del vincitore se siamo a destra.

    Per me, tutti a casa.

    Ingroia, m5s, giannino, votate chi volete tra questi a seconda di come la pensate, o non la sfanghiamo più.

    RispondiElimina
  10. Esatto Unas. Il probelema che Ingroia è una foglia di fico che copre un partito con facce già viste(di pietro e company). Per Giannino e M5S fate come volete. Però sappiate che l'unico che può lottare a livello di voti contro il PD e il PDL è il M5S!!

    RispondiElimina
  11. Valerio la penso come te. Giannino ha la coerenza di presentarsi da solo. Ingroia oltre ad avere candidati che paiono un po' le figurine dei personaggi famosi, ha elemosinato voti a destra e a manca, gli manca solo un cappello e una fisarmonica.. Imbarazzante.

    RispondiElimina
  12. Esatto Dario. Per di piu secondo me ho fai il magistrato o fai il politico.

    RispondiElimina
  13. Su questo fatto ammetto che non ho ancora preso posizione. Ci devo pensare un po'..
    Tu perchè dici così?

    RispondiElimina
  14. Giannino è l'unico competente,in un paese serio il suo partito sarebbe almeno al 15%,ma si sa che in Italia serve di più l'immagine...

    RispondiElimina
  15. Nemmeno un barista può fare il politico, chissà quante notizie segrete sente dagli avventori ubriachi.
    Nemmeno uno psichiatra, un commercialista o che so una prostituta.
    Mi fate ridere.

    RispondiElimina
  16. Giannino è competente, ma non l'unico, Ma gli italiani non votano un esperto d'economia, sono abituati ai comici, ormai.

    RispondiElimina
  17. Lo so Stefano che ti fa rosicare il consenso che sta avendo il m5s ma fattene una ragione, fallo per la tua salute e in particolar modo per il tuo fegato.

    Per quanto riguarda giannino ricordo ai lor signori che è in aria di alleanze con la lega nord, cioè quel partito ladruncolo che ha governato fino a ieri insieme a berlusconi, quindi tutto sto nuovo onestamente non lo vedo. Sia ingroia sia giannino, per un motivo o per l'altro sono entrambe invischiati nelle solite trame della vecchia politica.

    RispondiElimina
  18. Non rosico, mi viene solo tristezza quando porto la mia nipotina all'asilo e vedo i bambini e penso a che futuro gli si prospetta.
    Per me non ho problemi, ho un buon lavoro e quando andrò in pensione potrò scegliere se passare la vecchiaia in città, nella villa in montagna o in quella al mare. I problemi sono per le nuove generazioni, anzi per quella che è ancora in tenera età.
    I miei nonni erano uno fabbro ed uno calzolaio, ma hanno fatto studiare i loro figli, a prezzo di enormi sacrifici. Era sufficiente a quei tempi studiare, esisteva "l'ascensore sociale". Io ho entrambi i genitori laureati che con il loro lavoro, ed una vita senza uno sperpero, mi hanno lasciato alcuni beni. Io pur guadagnando più di loro non sono riuscito a mettere da parte i nulla in più, miei figli pur con dei curricula di tutto rispetto sono sottopagati, non riescono ad arrivare a fine mese e li devo aiutare, probabilmente consumeranno, nei prossimi anni, quello che i loro nonni hanno messo da parte. Ed ai loro figli cosa resterà ?
    Queta è la parabola dell'Italia, i nostri genitori hanno costruito sulle macerie della guerra, quelli della mia generazione non sono riusciti a costruire nulla i nostri figli consumeranno ed i loro faranno la fame.

    RispondiElimina
  19. Ma tu rosichi per un discorso ideologico, mai pensato fosse per un discorso finanziario ma prettamente di ideali. Tra l'altro se non fossi così preso ideologicamente, ragionando un minimo, converresti con me che tra ciò che hanno fatto e tutt'ora fanno questi politici ladri che ci hanno governato negli ultimi 30 anni ed un movimento nuovo che ha comprovate doti di onestà come il m5s, se c'è qualcuno che può cambiare qualcosa in questo paese è il secondo e non sicuramente la vecchia casta di tagliaborse che ci ritroviamo ancora tra i piedi.

    Personalmente ritengo che ingroia e giannino, non siano convincenti per 2 semplici motivi, il primo è che si acchiappano le sovvenzioni ai partiti, cosa che invece non dovrebbero fare, il m5s non lo fa e non occorrono leggi per non prendere soldi, basta la volontà di farlo. Se non altro per far capire alla gente che non entrano in politica solo per un interesse alla solita pecunia.
    Secondo, dovrebbero presentarsi soli, perchè non appena si alleano con qualcuno della vecchia partitocrazia non fanno altro che tradirsi e far capire che di nuovo non hanno assolutamente nulla. Giannino è ancora in tempo dal non fare il passo falso anche se i segnali di interessamento alla lega non promettono nulla di buono, ingroia ha già fatto la pataccata unendosi ai vecchi partitucoli che hanno partecipato in + legislature allo sventramento di questo paese, giocandosi di conseguenza un enorme fetta di elettorato.

    Detto questo, se dovessi cmq scegliere tra giannino e ingroia e i vecchi partiti di ladri come pdl, pd, udc, etc. la logica, mi direbbe di votare senza ombra di dubbio i primi, perchè rivotare il lerciume è davvero improponibile.

    Te parli tanto dei giovani poverini che vanno incontro ad un futuro irto di problematiche, bla bla bla, fai tutta sta manfrina che non convince nessuno ma poi, alla fine delle chiacchiere, li rimetteresti in un italia governata dalla vecchia partitocrazia che ha rovinato questo paese, votando nel tuo caso il pd.
    Capisci da te che il tuo discorso risulta poco credibile.

    RispondiElimina
  20. Ma è possibile che solo tu capisci qualcosa a questo mondo e tutti gli altri non capiscono nulla ? E poi ti sorprendi che le persone non si fidino di quelli che parlano come voi, non hai nessuna propensione al rispetto delle idee altrui.

    RispondiElimina
  21. Stefano secondo te il potere, di un magistrato che ha trattato i conflitti tra stato-mafia, è uguale a quello di un barrista psichiatra etc..... a me sembri pilotato da qualcuno quando parli cosi!!!

    RispondiElimina
  22. Ovviamente era un'esagerazione scherzosa, Valerio, solo che se si incomincia a vietare a qualche categoria di candidarsi, poi è difficile trovare un limite. Un magistrato no, ed un ufficiale dei Carabinieri o della Guardia di Finanza sì ? o un avvocato che ha difeso mafiosi ?
    Non è facile decidere, forse è meglio lasciare libertà a tutti di candidarsi ed agli elettori di non votarli.

    RispondiElimina
  23. Il magistrato sopratutto il magistrato che ha trattato dei casi come quello stato-mafia, può avere un notevole potere a livello giuridico. Nulla a che vedere con un carabiniere, un finanziere o un avvocato. Qui si parla di roba grossa amico mio. Comunque la cosa che mi spaventa più di te è l'ostinazione nel difendere il clan di Gargamella.

    RispondiElimina
  24. Non posso avere rispetto di una persona che vuole continuare ad affamare questo paese riproponendo ladri conclamati per una propria ottusità ideologica, mi spiace ma non è giustificabile.
    Non è che solo io capisco qualcosa, semmai è che tra un ladro e una persona onesta personalmente scelgo la persona onesta te fai semplicemente il contrario, quello è veramente preoccupante e denota quanto sei invischiato in questo gioco di ideologie che distorcono il senso delle cose e della realtà.

    RispondiElimina
  25. Non ho alcun interesse personale, reputo che qualche anno di serio governo di sinistra possa fare solo del bene al paese sul fronte della redistribuzione delle risorse, dell'attenzione all'ambiente e nella lotta alla malavita organizzata. Forse, magari potrò anche pagare più tasse a livello personale, ma spero e credo che si potrebbe creare un futuro migliore per i giovani. La penso così, lasciatemelo pensare, per favore.

    RispondiElimina
  26. Sicchè gli scandali passati e presenti del pd per te non hanno alcun valore? Stefano, come fanno a non influire sul voto, questo mi chiedo.
    Per me è allucinante sta cosa, come penso lo possa essere per chiunque non anteponga ideologie al voto.

    RispondiElimina
  27. Stefano, Homer non rispetta le tue idee?? "Noi" non le rispettiamo??
    Ma se quando ti ho detto la mia sulla Bindi in pochi commenti mi hai dato dell'antidemocratico, del razzista e mi hai paragonato a uno stalinista perchè cercavo, secondo te, di indottrinarti facendoti vedere un video da 8 minuti. Ma nasconditi va.

    Ragazzi con Stefano perdete solo tempo a parlare, non cambierà mai idea su nulla. Se ora pensasse che 2 + 2 fa 5, nemmeno con teoremi e calcolatrici alla mano gli riuscirete a far cambiare idea. Lui ora pensa quello e lo penserà sempre, anche se dice di no, fidatevi, me l'ha fatto capire chiaramente qualche giorno fa dal suo modo di rispondere.

    PS: Sottolineo, Stefano, che è un esempio estremizzato per far capire come la penso, so bene che 2 + 2 lo sai fare, tranquillo ;)

    RispondiElimina
  28. Allucinante è solo la tua ostinazione nel ritenerti sempre nel giusto.

    RispondiElimina
  29. L'unica cosa allucinante è prepararsi a fare un salto nel baratro con PeppeGrullo... Peggio di lui c'è solo l'intramontabile Berluska. Ma come caxxo si fa a votare un PARTITO che non si sa che posizioni prenderà su moltissime questioni? E ve lo dice un aficionado della prima, e anche seconda, ora. E che ha seguito MOLTO attentamente l'evoluzione del Grullo. Quel che ha fatto nei confronti di Favia, e non solo lui, è stato, questo si, allucinante! Di ducetti ne abbiamo avuti abbastanza, di gente con la ricetta in mano anche. Certo, meglio lui di Berluska, meglio lui di Monti, senza dubbio... Ma fermamose qui.

    RispondiElimina
  30. Si Dario, ma lo so che non cambiano e peter è come stefano non a caso votano ottusamente lo stesso partito e lo fanno per la stessa paura di svegliarsi dal sogno paradisiaco che si sono costruiti. Vedere una realtà che inquadra chiaramente il pd per quello che è realmente, cioè un coacervo di ladri, banchieri e sfruttatori che vivono sul raggiro da anni della gente, sicuramente li farebbe piombare in una depressione terribile, ma certe volte la realtà bisogna pur guardarla in faccia.

    Da loro non mi aspetto una conversione perchè chi non ce la fa non ce la fa, c'è poco da fare, ma sono sicuro che dentro di loro, quando sono nel loro lettino e ripensano ad uno scandalo del loro partito, magari messo sotto i riflettori da me o da te, un pò alla volta, qualche dubbio si insinua nelle loro testoline coriacee.
    Ecco, già è un primo grande passo verso il risveglio e penso che in cuor suo Stefano cominci ad avere molti dubbi anche se non lo ammetterebbe mai.

    Vabbè, poi peter è na noce de cocco e ad una noce de cocco non è che gli puoi insegnare nulla ma quello è un altro discorso. Lol.

    RispondiElimina
  31. Ahahah speriamo che sto lettino, col tempo, faccia miracoli allora, speriamo! Chi la dura la vince si dice.. No? :)

    RispondiElimina
  32. Una cosa è certa e cioè che più leggo quello che scrivete voi sostenitori del Movimento 5 Stelle e meno possibilità ci sono, per me, di votarlo

    RispondiElimina
  33. Non abbiamo bisogno del tuo Voto......Vedrai che ci sarà da divertirsi il 24 Febbraio.

    x Peter Pan: Su quali questioni il M5s non sa cosa fare Dimmi se sei cosi informato....O forse sei abituato al PD di Gargamella dove appena si parlerà di matrimoni Gay Soi azzufferanno tra Cattolici e Progressisti????? Vedo che lo sandalo MPS non vi è bastato. Dite che vivete bene nella corruzione e facciamo prima!!

    RispondiElimina
  34. C'è una sola "rivoluzione" etica in Italia che abbia potuto affermarsi senza il sostegno decisivo di un forte partito di sinistra ? Ad iniziare dal divorzio e dall'aborto ?

    RispondiElimina
  35. Avevate una possibilità di cambiare la sinistra e in quel caso avrei votato PD anche io....il suo nome era RENZI!! Avete pagato 2 euro per rimanere indietro. Non ho parole e non so più come classificarvi!

    RispondiElimina
  36. C'è una sola parola per classificarci "democratici".
    Unico partito in cui il leader ha fatto modificare lo statuto per permettere ad altri soggetti, come Renzi, di candidarsi e lasciare la scelta libera agli elettori.

    RispondiElimina
  37. Grazie Pierluigi, ti racconto una cosa e vorrei il tuo parere.
    Ieri sera ho giocato, come ogni settimana, a calcio con alcuni amici di vecchia data, quasi tutti over 50. Per la maggior parte professionisti, molti medici, molti avvocati, anche un giudice ed un colonnello, quindi tutti di ceto medio alto. Ovviamente si è parlato di politica, e abbiamo fatto un sondaggio tra di noi. In 7 su 22 voteranno per Il M5S e tutti e 7 avevano votato, alle precedenti elezioni per il centrodestra. Uno solo è passato da centrosinistra al centro, tutti gli altri voteranno nello stesso modo dell'ultima volta. A te sembra un passo in avanti ?
    A me sì e notevole.

    RispondiElimina
  38. Ciao Stefano, secondo me, 8 su 22 è una percentuale notevole di elettorato "volatile", sopratutto pensando all'anagrafe ed al reddito di questo particolare mini-sondaggio. Anche nel mio giro di amici e conoscenti risulta che voteranno per Grillo più ex di centrodestra che ex di centrosinistra, mi sembra anche di averlo scritto in qualche post precedente ed essere stato, tanto per cambiare, frainteso ed attaccato. Comunque, per me, più persone abbandonano il centrodestra, soprattutto questo centrodestra, e meglio è, però quello che scrivi mi fa pensare, più che altro, al fallimento della campagna elettorale di Monti, perchè, probabilmente, quel tipo di elettore deluso dal centrodestra è il paradigma del possibile elettore di Monti.
    Ti aggiungo che, invece, io ho chiesto e fatto chiedere agli amici dei miei figli, una cinquantina di ragazzi maggiorenni da poco, e ti sembrerà strano ma il partito più votato sarà l'astensione, dopo viene il PD e solo terzo il M5S. Sinceramente mi aspettavo più voglia di partecipazione e il M5S al primo posto, ma gli ultimi giorni di campagna elettorale, forse, saranno decisivi per questa fascia di elettorato.
    A conferma di quanto dico, sono stato a vedere il comizio di Grillo, martedì sera, e non erano tantissimi i giovanissimi, era presente, più che altro, un pubblico tra i 30 ed i 50 anni, lo definirei un target profondamente deluso dalla politica.

    RispondiElimina
  39. A proposito, ma scherzo, non è che giocare insieme a calcio avvocati e magistrato si può definire come palese conflitto d'interessi ?
    Io giocavo regolarmente con, anzi contro, l'attuale governatore della Calabria Scopelliti, all'epoca sindaco di Reggio, ed in effetti era palese una certa dose di "sudditanza" nei suoi confronti tra compagni ed avversari.

    RispondiElimina
  40. Stefano, sinceramente del voto di una persona che non sa discutere e che ha non i prosciutti ma i maiali interi sugli occhi, non vedendo tutte le porcate del Pd o facendo finta di non vederle (più probabile), credo freghi poco a tutti. Gli elettori seri sono quelli che dicono:
    "Cazzo sta cosa del Monte dei Paschi mi fa davvero schifo, ma provo a dare ancora una possibilità al Pd, se ne fa ancora una cambio perchè mi sono rotto di tutte ste porcate!".
    Ecco, tu un discorso simile non lo farai mai, l'ho capito io e lo han capito tutti, quindi continua pure a votare Pd, tranquillo, è fatto a posta per te quel partito, dove insieme alla democrazia millantata, mixate deroghe per far ammettere dinosauri bigotti e omofobi come la Bindi.

    Rispetto a Pierluigi, non ti ho affatto attaccato, ma il tuo modo di spiegare la cosa sembrava voler affermare in modo assolutistico che i grillini sono per la maggior parte ex di destra, e ti ho solo smentito. Non mistificare la realtà.

    RispondiElimina
  41. Pierluigi sono andato ora a cercare il commento a cui ti riferivi, e ho letto solo ora la risposta. Non l'avevo letta, ma se è come dici, avevo frainteso il tuo commento. Purtroppo di solito quelli che votano Pd, per gettare fango sul m5s, dicono che sia di destra, quindi ho frainteso.
    A differenza di Stefano però, che spara a zero e che non sa minimamente discutere, io non ci metto nulla a chiederti scusa.

    RispondiElimina
  42. Senti, Dario, io discuto regolarmente con chiunque, il mio numero di cellulare è sul sito della Facoltà, i miei studenti sanno che la porta del mio ufficio è, per loro, sempre aperta. Ti assicuro che non ho mai avuto problemi a comunicare con nessuno, se se ne sono creati con te forse non è colpa solo mia.

    RispondiElimina
  43. Sia chiaro che se esce fuori un minimo di responsabilità diretta di Bersani, o del gruppo dirigente del PD, nel caso MPS non ci metto nemmeno un secondo a cambiare voto, ci mancherebbe.

    RispondiElimina
  44. Quando i tuoi studenti ti dicono che preferiscono gli integrali alle equazioni differenziali, dai loro dei razzisti? O lo fai solo quando una persona dice che preferisce giovani in parlamento rispetto ad anziani?

    Forse lo fai solo nel secondo caso, e forse per quello solo con me ci sono stati problemi. Che dici? ;)

    RispondiElimina
  45. A me sta benissimo che ci sia qualcuno che preferisca i giovani, è ovvio. Solo che rispetto anche chi può pensare che è preferibile gente competente a prescindere dall'età. La differenza è tutta qui, riuscire a credere che qualcuno possa avere un'idea diversa e non per forza l'idea diversa debba essere peggiore.
    Tra l'altro, detto in totale sincerità, le cose che ci separano sono decisamente di meno di quelle che abbiamo in comune.

    RispondiElimina
  46. P.S. non insegno analisi matematica

    RispondiElimina
  47. Ma mi prendi in giro? Sei te che non hai rispettato la mia di idea! Sei te che mi hai dato aggettivi assurdi! E ora dici che sono io che non riesco a credere che alcuni la pensino diversamente??????????????????????????? Ma se te lo sto dicendo io a te! Mah.. Senza parole!

    In totale confidenza, le cose che ci separano sono molte, moltissime.

    RispondiElimina
  48. Voi della sinistra siete a tratti imbarazzanti. Adesso Bersani per recuperare voti rispolvera Renzi nei comizi...mamma mia che comiche!!E per di più copia passo passo il programma del M5S non sapendo che ormai è troppo tardi! Le regole prevedono che per candidarsi al senato ogni candidato deve farlo nella regione di origine...cosa fa il PD??? Candida la Bindi(toscana) a Reggio Calabria e la Finocchiaro(Siciliana) a Taranto!!! Chissa che giri devono controllare???!! VERGOGNOSI!!

    L

    RispondiElimina
  49. Regole che impongono la candidatura nella Regione di origine ???
    Qui vaneggiate, ma sapete di cosa parlate o riunite parole a caso ?

    RispondiElimina
  50. La Bindi e la Finocchiaro si sono presentate alle parlamentarie rispettivamente in Calabria e Puglie e lì, liberamente e democraticamente scelte da svariate migliaia di elettori.
    Conta o non conta il voto popolare ?

    RispondiElimina
  51. Stefano, Valerio voleva chiaramente dire che il Pd copia il m5s ma lo fa male. Infatti il m5s ha obbligato la candidatura nella regione d'origine, il Pd no.

    Non sta vaneggiando nessuno, e visto che se hai studiato ingegneria stupido non sei, evidentemente non vuoi capire apposta.

    RispondiElimina
  52. Avevo capito che si stavano estrapolando le regole del M5S proiettandole sugli altri partiti. Stavo provocando perchè insisto che bisogna rispettare le idee di tutti. La Bindi è il presidente del PD e la Finocchiaro ne è il capogruppo al Senato. Quindi due tra i massimi dirigenti, essendo ben oltre i tre mandati che prevede lo statuto del partito hanno dovuto chiedere la deroghe ed essere votate dagli elettori alle parlamentarie. Bene o male sono state candidate liberamente dalla gente, si deve, quindi, in ogni caso rispettare il libero voto anche se non ci piace. Chiediamoci, invece, in quale partito dirigenti di tal livello si candidino solo previa approvazione popolare.
    Io non ho votato Bersani alle primarie, ma rispetto il voto democratico della stragrande maggioranza dei tre milioni di persone che vi hanno partecipato.
    Per me questo è l'essenza stessa della democrazia, rispettare il voto, anche se non siamo d'accordo, e poi dare il personale contributo per il miglior andamento possibile dela cosa pubblica, controllando che i vincitori rispettino le comuni regole democratiche ....
    o no ?

    RispondiElimina
  53. Oltre i milioni di Rimborsi elettorali, vi hanno portato via altri 2 euro per votare primarie "pilotate". Evviva la democrazia!!!

    RispondiElimina
  54. No. La Bindi e la Finocchiaro, per rispetto del regolamento del Pd, e per rispetto dei giovani che potevano sostituirle, non dovevano chiedere deroghe. Anche perchè non si parla di un anno in più, ma di almeno due o tre per la Bindi, la Finocchiaro non so, devo controllare.
    Chi ha deciso queste deroghe? Voi tramite voto? O Bersani? Certo poi voi le avete votate, ma intanto lo strappo alla regola l'ha deciso Bersani e non voi elettori!

    Riguardo all'essenza stessa della democrazia, io credo che la più eccelsa forma di democrazia sia costituita dal referendum, e voi del Pd quello del 93 non lo rispettate da sempre. Nel 2008 il Pd ha preso 180 milioni di rimborsi nonostante ne avesse documentati 18 di spesa, nel 2012 vi han chiesto due euro per votare, ora è saltato fuori che i primi della lista danno pure un contributo economico per pagare la campagna (e a quel punto mi chiedo, se se la pagano loro, a che servono i rimborsi?).
    Ciliegina sulla torta, è spuntato fuori che il Pd ha ricevuto migliaia e migliaia di euro dal Monte dei Paschi di Siena, non si sa bene perchè, e caso strano non li ha messi in bilancio.
    Questo ci dice due cose:

    1) Il Pd dio solo sa quanti soldi ha tra rimborsi e accrediti vari
    2) Il Pd c'entra eccome con MPS. Basta guardare i soldi ricevuti da questa, che ricordano un po' i soldi che ricevette Berlusconi agli arbori della sua carriera, soldi che non si è mai capito chi e perchè glieli avesse dati.

    RispondiElimina
  55. Che Berlusconi all'inizio delle sue fortune economiche abbia ricevuto un enorme aiuto dalle banche è risaputo, ma allora in Italia comandava Craxi, suo carissimo amico. Ricordo perfettamente delle bellissime battute di Grillo, all'epoca, su questa situazione anomala con Berlusconi che chiedeva soldi ad una banca e alla richiesta di quali garanzia ponesse rispondeva "debbo molto soldi ad un'alta banca". Esilarante.
    Però da qui a fare dietrologia insinuando che i soldi glieli avesse dati il Partito Comunista attraverso il Monte dei Paschi, come mi sembra voglia fare intendere tu, ce ne corre parecchio.
    Riguardo al contributo dei due euro mi sembra una polemica pretestuosa, bene o male le schede ed il materiale cartaceo per le primarie bisogna acquistarlo, non mi sembra sbagliato chiedere un modestissimo contributo ai votanti.
    Altra storia è il finanziamento pubblico su cui ho molte perplessità ed al cui referendum, pur essendo molto giovane, facevo parte del comitato promotore nella mia città, per la sua abrogazione chiaramente. Avevo scritto un articolo, ma si parla di circa 35 anni fa, a cui avevano aderito in parecchi, su un'idea di finanziamento sobrio, rendicontato ed assolutamente trasparente.
    Assurdo che dopo tanti anni siamo ancora a discuterne, e forse ancora più incazzati di allora, per le voragini dei costi della politica.
    Un'altra cosa che mi preme dire è il rapporto tra gli stipendi nella Pubblica Amministrazione; se non sbaglio il Movimento Cinque Stelle predica il rapporto 1/12 tra lo stipendio minimo e quello massimo di un Ente, bene sono decenni che io predico che è corretto fissare un limite in tal senso (per la verità io sostenevo 1/10 ma cambia poco). E proponevo anche una Scuola Superiore Unica di Formazione, post laurea, per i dirigenti della Pubblica Amministrazione. Vi assicuro che andare in alcuni Enti e vedere come dirigenti persone ignoranti e senza titoli fa davvero venire la depressione.

    RispondiElimina
  56. Oggi si è toccato il fondo. Repubblica giornato palesemente pagato dal PD(rimborsi ai giornali) scrive che Grillo avrebbe detto :" Al al qaeda bombardi Roma".....ho sentito il comizio in diretta. E' una battuta che fa dall'inizio delle tsunami tour sulla guerra in Mali e il Parlamento Italiano. Non sanno che oggi c'è internet e la gente si può informare???? Per loro è Finita

    RispondiElimina
  57. "Il Pd c'entra eccome con MPS. Basta guardare i soldi ricevuti da questa, che ricordano un po' i soldi che ricevette Berlusconi agli arbori della sua carriera, soldi che non si è mai capito chi e perchè glieli avesse dati."

    Questa frase non vuol dire che a Berlusconi i soldi li diede il Monte dei Paschi, mi sembra ovvio. Questa frase vuol dire che, come per Berlusconi non si sapeva il perchè di tutti quei soldi ricevuti, ora non si sa il perchè di tutti i soldi ricevuti dal Pd per conto di Mps. La situazione è analoga, ma non ho mai detto che Mps è la stessa banca che fu implicata con B. Non mettermi parole in bocca, di nuovo.

    Riguardo i 2 euro, se prendete 180 milioni di rimborsi dopo averne spesi solo 18, e ve ne rimangono quindi più di 160, mi spiegate perchè dovete chiedere 2 euro a 3 milioni di persone? Non trovo il nesso logico. Anzi lo trovo, ma certo non è bello. L'unica attenuante è che avete scelto, nel 2012 mi pare, di dimezzarvi le ultime rate dei rimborsi, non prendendone più quindi in totale 180 milioni ma un po' di meno quindi (più della metà comunque visto che alcune rate erano già state incassate), ma nonostante ciò i "rimborsi" sono comunque tra i più alti d'Europa se non i più alti, e inoltre vi siete subito "aggiustati i conti" con 6 milioni di euro dati da 3 milioni di votanti per 2 euro. Senza contare appunto i soldi ricevuti da Mps.

    Riguardo il referendum, non sto qui a discutere sul fatto che sia stata la scelta migliore o no, fatto sta che il referendum c'è stato e che nemmeno un anno dopo una leggina reintrodusse da sotto la porta i finanziamenti, e da allora varie leggine hanno permesso vergognosi rimborsi, che rimborsi non sono ovviamente. Questo perchè se io spendo 10, dovrei avere il rimborso di 10 o di meno ancora, invece i partiti hanno il rimborso di 100, dopo aver speso 10, ma questi sono dettagli immagino. Rispettare la democrazia significa anche rispettare i referendum, e quello del 93 il Pd non lo ha mai rispettato, forse perchè tratta di soldi?? Prova a pensarci.

    Riguardo l'ultimo punto, quindi sei d'accordo con il m5s sul rapporto 1/12? Ho capito bene?

    RispondiElimina
  58. Scusa, Dario, sul rapporto 1/12 è stato il M5S a riprendere un argomento che io e tanti altri avevamo messo in evidenza da decenni. A loro va indubbiamente il merito di averne fatto un punto del programma.
    Per quanto riguarda il finanziamento pubblico ai partiti, personalmente sono contraio, ma avevo concepito un metodo per effettuare dei rimborsi elettorali 35 anni fa. Sostenevo che andavano concepiti in maniera totalmente diversa, cioè creare una linea di credito presso un ufficio apposito soggetto al controllo della Corte dei Conti e della Guardia di Finanza, dove si dovevano rimborsare le fatture dei fornitori per attività elettorali dei partiti. Ma che nessun partito avrebbe dovuto ricevere o maneggiare denaro. Da allora non ho cambiato idea.
    Facciamo un esempio pratico, Grillo, invece di andare a bagnarsi in piazza sotto la pioggia, organizza un comizio elettorale in un teatro o in un palazzetto deloo sport, bene, a mio parere, l'affitto della struttura ed un eventuale servizio d' assistenza(Vigili del fuoco, presidio sanitario con ambulanza, Polizia, Vigili Urbani, servizio di hostess) dovrebbe essere rimborsato dallo stato, attraverso la suddetta linea di credito, a prescindere se Grillo ottiene o no un risultato elettorale, perchè va sempre preservata la libertà democratica di espressione.

    RispondiElimina
  59. Allora, io pure sono contrario al finanziamento pubblico, ma ripeto che ora non volevo parlare di questo. Questo perchè se anche io fossi a favore, mai vorrei che i partiti lo prendessero dopo un referendum in cui il popolo ha chiaramente detto che non vuole il finanziamento pubblico. Quindi per me chi ora prende il finanziamento, non rispetta il referendum del 93, ed è quindi vergognoso.

    Detto questo, la tua può essere anche una buona idea, ma in uno stato serio, i partiti dal 93 non avrebbero più dovuto avere soldi e, per proporre la tua idea, si sarebbe dovuto fare un altro referendum. Perchè altrimenti che senso ha fare un referendum e mobilitare milioni di persone, se poi il referendum lo possono annullare un centinaio di pagliacci? Ti invito a riflettere. La mia posizione non è sul no assoluto ai rimborsi, la mia posizione riguarda la sacralità dei referendum.

    Riguardo al teatro, non vedo perchè i politici che prendono migliaia di euro al mese non possono farsi il mazzo e andare nelle piazze. Non vedo perchè devono avere la pappa pronta, non vedo perchè devono selezionare tramite buttafuori chi può vederli e ascoltarli e chi no.
    Quando i politici vogliono andare nei teatri vuol dire che han paura dei cittadini, e se han paura dei cittadini è perchè sanno di avere fatto merdate. Punto.
    Che poi il palco da allestire in piazza e le casse, che comunque costano, le debba rimborsare lo stato, se ne può discutere, ma visto che riguarda comunque soldi da dare ai partiti, anche se indirettamente, in uno stato serio torno a dirti che la tua idea sarebbe dovuta passare o no tramite referendum.

    Spero di aver chiarito la mia posizione.

    RispondiElimina
  60. Ovvio che sono per la sacralità del voto popolare, referendum compreso.
    A tale proposito avevo proposto una rimodulazione sul quorum per i referendum. Attualmente non si considera valido se non vota almeno il 50% degli aventi diritto ed é palesemente una truffa perchè ai NO si aggiungono i non votanti. Avevo proposto che se i votanti fossero stati sopra il 40%, ma sotto il 50%, sarebbe stato necessario che i SI arrivassero ad una quota di 75%, con votanti ra il 25% ed il 40% fosse necessario che i SI raggiungessero il 90%. Sotto il 25% referendum non valido.
    Ovviamente non se ne fece nulla. Purtroppo.
    Per quanto riguarda, invece, la metodologia per instaurare una nuova logica di rimborsi elettorali non è necessario un referendum, anzi è proprio impossibile farne ricorso, in quanto in Italia il referendum è ammesso solo se abrogativo.
    Sarebbe bastata la legislazione ordinaria.
    L'esempio del teatro era assoltamente generico, l'ho fatto solo perchè avevo appena visto un comizio di Grillo sotto la pioggia.
    Avevo accennato ai rimborsi anche in caso di fiasco elettorale, perchè in alcuni stati, i rimborsi scattano solo se si raggiunge una certa soglia, in Italia vengono concepiti in base al numero di eletti. Ma io credo che si debba consentire a chiunque di manifestare le proprie idee, al massimo sotto una certa soglia si potrebbe rimborsare solo il 50% delle spese sostenute, per evitare speculazioni.

    RispondiElimina
  61. Il m5s infatti propone referendum propositivi senza quorum, per attuare cambiamenti. Credo che anche tu li vorresti, no? Il pd non lo vuole tutto questo cambiamento, quindi perchè voti pd?

    RispondiElimina
  62. Per poter effettuare referendum propositivi bisogna cambiare la costituzione e non credo proprio ci siano le condizioni per poterlo fare, nei prossimi cinque anni.

    RispondiElimina
  63. E perchè no? Cosa diavolo ci vuole a cambiare un passaggio della costituzione per renderla più democratica? E' molto più semplice quello del fare manovre a cazzo tipo la riforma delle pensioni che ha poi creato gli esodati, non credi?

    La cosa non è semplice, è strasemplice, bisogna solo volerlo. Un partito che ci tiene alla democrazia dovrebbe dire sì subito. Se il m5s proponesse la cosa scommettiamo che il Pd voterebbe contro? E non ti chiedi perchè un partito che si chiama Partito Democratico voterebbe contro??? Davvero non ci arrivi? E dico che voterebbe contro perchè se fino ad ora non ne ha mai parlato, non vedo perchè dovrebbe dire di sì se, in più, la cosa la propone Grillo. Sono sicuro che direbbero di no, e se direbbero di no come penso io, come li giustificheresti? Rispondi a questa domanda senza parlare d'altro!

    RispondiElimina
  64. Io sono chiaramente favorevole a qualsiasi riforma atta ad aumentare la democraticità dello Stato. Siccome per una riforma costituzionale serve una maggiornaza qualificata di due terzi in Parlamento, o una doppia lettura con conseguente referendum confermativo (se non ricordo male) e siccome si discute di tante, tantissime proposte di riforma, prima su tutte l'abolizione del bicameralismo perfetto e la riduzione dei parlamentari, ritengo che non sarebbe per nulla facile mettere come priorità la funzionalità del referendum.
    Inoltre sono sicuro che, se si andasse a discutere su questo tema del quorum dei referendum, il Partito Democratico sarebbe dalla parte giusta. Lo dico con convinzione perchè parlo con tanta gente che vota PD e nessuno si è mai dimostrato contento dell'attuale metodo del quorum, tutt'altro.

    RispondiElimina
  65. Voi credete che Partito Democratico sia monolitico e centralista, ma non è sempre così, le discussioni che partono dalla base, vengono discusse ed arrivano fino ai vertici. Ci scommetto che tra poco verrà drasticamente modificato l'atteggiamento del PD verso l'acquisto degli F-35. In questo l'alleanza con SEL ha effetti benefici, secondo me.

    RispondiElimina
  66. Stefano a si? Allora come mai la legge di iniziativa popolare "Parlamento pulito" è stata prima ignorata e poi bocciata dal Pd? Solo Belisario (idv) votò a favore. Eppure veniva dal basso, era una legge di iniziativa popolare.

    Rispetto agli f35, lo sai vero che li ha voluti anche la sinistra? Lo sai vero che lo stesso Prodi in quel ridicolo governo firmò a favore? Ora dicono no e tu applaudi? Ma non capisci che ti stanno prendendo per il culo? Prima votano sì e poi votano no in base a che aria tira.. Ridicoli! :')

    RispondiElimina