Cosa faranno i parlamentari del Movimento 5 Stelle ?

Mannheimer nella puntata di "Porta a Porta" del 27/02/2013 mostra un sondaggio ISPO che interroga gli elettori italiani su cosa, secondo la loro opinione, faranno i parlamentari del Movimento 5 Stelle.



Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

6 commenti:

  1. Mi balena un ideuzza che vado ad esporre.
    Dato che anche la prossima legge elettorale è probabile che faranno in modo di premiare con un premio di maggioranza solo la coalizione con maggiori percentuali, se fossi beppe gli farei una sorpresina che porterebbe il movimento ad una sicura vittoria ed è la seguente:

    Creerei una coalizione con un piccolo movimento aggiunto appositamente per creare la coalizione, tipo il "movimento no tav" che in fin dei conti persegue lo stesso programma del m5s per quanto riguarda la tav. In questo modo il m5s si aggiudicherebbe il premio di maggioranza e con una maggioranza schiacciante potrebbe mettere in pratica tutto ciò che ha sul programma senza avere sorprese dal possibile alleato che alla fine avrebbe cmq percentuali molto basse.

    Due piccioni con una fava.
    Da una parte il m5s governerebbe e dall'altra la tav non verrebbe fatta ed entrambe ne uscirebbero soddisfatti. Per fregare sti ladri bisogna giocare di astuzia.

    RispondiElimina
  2. Giorni fa ho sentito una eletta deputata del m5stelle intervenire in una trasmissione sulle regionali del Lazio. In pochi minuti ha detto cose chiare, straordinarie e commoventi. Una cittadina in parlamento. Io spero che tutti gli eletti deputati e senatori del m5stelle siano come lei. Concreta,efficace e con nel cuore il bene comune di tutti noi. Spero si liberino da logiche politiconarcistiche ed affrontino con concretezza e senza compromessi i problemi di questo paese. Speriamo che i cittadini siano veramente entrati in parlamento e usino la loro testa e accampino la cosa più importante da dimostrare: la loro dignità, senza narcisi che tentino di pilotarli con logiche becere e narcisistiche.

    RispondiElimina
  3. E mentre i cittadini eleggono altri cittadini in parlamento, questi ultimi sono putroppo silenti. Non possono esprimersi perchè la loro agenda politica viene dettata da chi non è in parlamento. Il "premio" nobel Dario Fo telefona a Casaleggio per..... Insomma la cosidetta politica non la fa più neanche chi viene eletto dal cosidetto popolo sovrano. Dario Fo dice bene quando afferma che i giullari spesso mettono a nudo le ipocrisie del potere, ma mi piacerebbe mettere a nudo anche i giullari. Questa la chiamate democrazia? Siete senza dignità e quel che è peggio, state giocando sulla pelle di un popolo in forte sofferenza. Se si avverasse la Profezia di Malachia e la biblica mietitura fosse vicina, non è difficile capire oggi chi è la gramigna e che misera fine farà.

    RispondiElimina
  4. RAGAZZI CALMA!
    Per adesso l'imperativo e proteggere i cittadini in parlamento dalla "casta"!
    Poi, se rimarremo uniti ed una volta vinte le elezioni, faremo tutto ciò che serve per il nostro bene!
    Grillo giullare rompe le balle è vero, ma non sta dettando nessuna agenda, SEMPLICEMENTE SI FA GARANTE a far rispettare il programma del Movimento da tutti sottoscritto!
    Ha sempre protetto i ragazzi ad ogni costo, anche epurndo i dissidenti che non erano coerenti con i principi del M5S (Favia docet).
    Sembra dittatura ma non lo è!
    Abbiate pazienza, in Italia abbiamo sopportato per almeno 30 anni dittature silenti camuffate da democrazie, e adesso non mi sembra il caso di scalpitare manco fosse tutto già in mano nostra.
    I vecchi politici sono ancora vivi e vegeti e faranno di tutto, anche vendere la madre, per preservare i loro privilegi!
    Portiamo pazienza!

    RispondiElimina
  5. @Homer
    In pratica proponi una soluzione simile a Pd+Sel.
    O Monti-Casini, o Pdl-La Destra-Fratelli d'Italia ecc.
    Sono tutte finte coalizioni fatte solo per guadagnare voti e confondere le idee a nostro discapito!
    Potrebbe funzionare come potrebbbe essere deleterio per il Movimento stesso..
    Non saprei..

    RispondiElimina
  6. Mi spiace ma c'è poco da stare calmi. E' sempre più evidente la non volontà di confrontarsi concretamente e realisticamente sui contenuti in parlamento. Neanche quello. E non si può pensare di cavarsela giustificando l'inerzia con la demonizzazione degli altri. La storia ci ha già insegnato dove conducono certi comportamenti. Molti hanno già aperto gli occhi, l'occasione mi sembra già svanita. Nei prossimi giorni questo scenario sarà sempre più evidente.

    RispondiElimina