Intenzioni di voto - Sondaggio Ispo per Porta a Porta


Ieri sera Bruno Vespa a Porta a Porta ha presentato l'ultimo sondaggio Ispo sulle intenzioni di voto degli italiani:







By Primo
Share on Google Plus

About ~Primo

23 commenti:

  1. M5S in aumento, ma meno di PDL PD-L..
    grasse risate :)

    RispondiElimina
  2. se calcoliamo che nel sondaggio porta a porta il m5s è storicamente sottovalutato del 30% -40%
    mi sembra che per i partiti tradizionali sia messa male

    RispondiElimina
  3. ma scusate se si torna a votare ci saranno berlusconi che riprenderà gli stessi voti, Renzi che ne prenderà più di bersani sicuramente e quindi i 5stelle ad andar bene riprenderanno gli stessi ma probabilmente qualcosa meno visto che elettori delusi del csx ritorneranno a votare il Pd con Renzi. Certo se invece si fa un governissimo con ritorno alle urne tra 6-12 mesi allora il 5stelle prenderà il 50%

    RispondiElimina
  4. la concentrazione di voti sui partiti principali pd e pdl all'interno delle coalizioni e a spese dei piccoli partiti falliti (giannino-ingroia ecc)è un fenomeno fisilogico su due consultazioni ravvicinate.il m5s potrebbe essere in parte vittima dello stesso fenomeno (voto di protesta effimero che ritorna ai partiti tradizionali),ma anche beneficiarne dai partitini antagonisti (giannino-ingroia).Renzi è "al vento" ormai da troppo tempo per avvalersi dell'effetto novità,rischia di essere già bruciato.idem per il m5s,per chi vota per "moda",è già il vecchio,il già visto.

    RispondiElimina
  5. Secondo me la situazione sarà questa, i piccoli partiti diminuiranno in favore del m5s, allo steso tempo il m5s perderà alcuni degli ex piddini che lo hanno votato perchè non avevano capito una cippa della meta del m5s, cioè spazzare la vecchia partitocrazia e non allearcisi. Allo stesso tempo diversi indecisi, una volta visto il vero cospicuo bacino di elettori del m5s si decideranno ad appoggiarlo, specialmente se mantiene sempre quell'intransigenza ed incorruttibilità che ha dimostrato fino ad ora.

    Il pd ed il pdl rimarranno con le percentuali odierne se in questa legislatura non usciranno altre porcate sul loro conto mentre il partito di monti si estinguerà anche grazie al nuovo imu, la tassa sulla spazzatura, l'iva che sale, etc ed un pò secondo me ne risentiranno anche pd e pdl di queste leggi dato che in fin dei conti sono state approvate da loro. C'è anche da dire che inizialmente prevedevo molti voti per renzi, ora che si è tolto la maschera e ha fatto sapere che vorrebbe un alleanza col pdl, secondo me prenderà molto meno di quanto era preventivato dato che molti elettori del pd il pdl e berlusconi non lo possono vedere neanche dipinto. Forse potrebbe salire ancora un pò il pdl se nel frattempo B non viene arrestato o condannato.

    RispondiElimina
  6. analisi condivisibile,aggiungerei:
    -Renzi contava su qualche voto in uscita dal pdl che forse non ci sarà più resisi conto che B non è morto
    -il m5s pagherà l'esposizione personale non all'altezza(figure tipo Crimi-Lombardi)e ,se si vota in estate, un pò di astensionismo fra i giovani
    -il centrodestra deve organizzare una proposta credibile a destra (troppi cespugli Fratelli d'italia-La destra ecc dovrebbero federarsi o qualcosa di simile per rendersi riconoscibili e raccogliere qualcosina magari da Fiamma tricolore-Forza nuova-Casa pound ecc)
    -Vendola si mangerà Ingroia e i partitini verdi-comunisti
    -con questa situazione la partita si gioca anche sugli zerovirgola
    -la chiave è dove migreranno i voti di Monti-Casini

    RispondiElimina
  7. Per come la vedo io:

    Da quando il M5S si è affacciato sulla scena politica nazionale il terrore ha iniziato a regnare a palazzo. Ma l'imperativo era «non far trapelare assolutamente nulla fuori» (anche se l'imprudente Schifani si lasciava sfuggire qualche commentino di troppo a riguardo). Dentro invece non si parlava d'altro, e dopo Parma e la Sicilia e visti i sondaggi (quelli veri in mano ai pochi soliti, non le armi di scoraggiamento di massa che hanno fatto vedere a noi) hanno smesso di occuparsi anche quel minimo che basta per salvare le apparenze di crisi, mercati, euro, riforme e tutto, e l'unica preoccupazione di tutto l'arco parlamentare è diventata come sopravvivere all'ondata 5stelle.

    Con una nuova legge elettorale uno dei due inciucianti sarebbe uscito vincitore, ma non era certo che sarebbe anche riuscito ad avere una maggioranza piena. E del resto un M5S sicuramente all'opposizione non avrebbe potuto che crescere a dismisura. E considerato il rischio che una maggioranza così fragile avrebbe potuto far anticipare la fine della legislatura, questo era un bel guaio.
    Con la legge elettorale vigente, la porcata calderolesca, sarebbero risultate in ogni caso tre minoranze. e lo sapevano benissimo, lo hanno sempre saputo. l'unica strada a quel punto era far perdurare lo status quo, arrivare alle elezioni e in seguito far apparire i 5stelle come gli unici che potessero sbloccare la situazione. Ben sapendo che non avrebbero potuto sbloccare nulla perché hanno sempre rifiutato a prescindere, per loro stessa natura e per fortuna, qualsiasi alleanza col partito unico centro-destra-sinistra. I grillini sarebbero diventati i responsabili dello stallo del paese in un momento di gravissima difficoltà (volete che gli italioti si ricordino pure chi sono i responsabili di quelle difficoltà che per anni non hanno fatto nulla? Ingenui...).

    Questo trappolone era pianificato e pronto da mesi e mesi.
    Ma un modo per sfuggire al tranello e capovolgere anzi la situazione c'era: bastava che il Movimento prendesse l'iniziativa, lanciasse suoi punti o rilanciasse su quelli inconsistenti di Bersani, proponendo un governo extrapolitico con nomi di rilievo, che il Pd sarebbe stato costretto ad accettare, e garantendo una fiducia strettamente vincolata a quei punti, e specificando che in caso di «deviazioni» o infedeltà a quel programma ogni appoggio da parte del Movimento sarebbe stato immediatamente ritirato e qualsiasi cosa fosse accaduta in seguito era da considerarsi totale esclusiva responsabilità dei partiti.

    Questa possibilità c'era, e li avremmo fregati alla grande. Invece hanno, abbiamo preferito suicidarci. Continuando a ripetere la solita tiritera in automatico «fate governare noi», ignorando che i conti vanno fatti con la realtà, non con le nostre fantasie erotiche e le manìe dittatoriali da smanettatore di playstation. E così nella trappola ci siamo cascati mani e piedi, d' ora in avanti saremo i responsabili di tutte le disgrazie a venire del paese, torneremo all'1% ma anche allora sono sicuro che chiederemo di governare noi, tosti e cocciuti, fino alla completa estinzione . Quando ho sentito il ritornello pure ieri volevo tagliarmi le vene.. lì ho capito che questo Movimento si era definitivamente suicidato.. forse non ancora del tutto, ma non la vedo bene davvero per niente.

    E non venitemi a parlare di coerenza perché era possibile fare una scelta coerentissima che all'angolo ci avrebbe messo la partitocrazia, non i 5stelle.
    Adesso si pretende che venga scambiata per coerenza coraggiosa fino all'impopolarità più spinta quella che è semplicemente una mossa tragicamente sbagliata frutto dell'ingenuità più totale e deprimente.

    RispondiElimina
  8. Continuo a pensare che un futuro positivo per la politica possa venire soltanto da quell'idea che è alla base del Movimento, a prescindere da certi comportamenti dei suoi rappresentanti o dei suoi megafoni. Quella è la strada e i partiti sono assolutamente finiti, stanno solo trascinando avanti quanto più possono una straziante agonia, ma sono rottami inutili e ingombranti senza la minima possibilità di autorinnovamento, e basta osservare le loro reazioni all' «avvento» del 5stelle per rendersene conto:

    il solito partito teocratico che è nato per salvare dio silvio dai guai, unico punto programmatico da sempre, ha proseguito ovviamente su quel binario, non avendone altri ed essendo incapace di qualsiasi cosa

    quelli che si fanno passare per loro principali avversari non stanno facendo altro che inseguire i 5stelle pur non avendo alcuna speranza di potersi minimamente avvicinare (infatti negano ostinatamente che il loro è un inseguimento, pur essendo di una evidenza imbarazzante).. Basta considerare che il loro messia salvatore e unica speranza è considerato quell'insulso rottamatore da talent-show che è il principale scopiazzatore del programma del Movimento per capire come stanno messi

    Poi c'è Casini (anche se è sempre più difficile accorgersene) che nel suon ultimo travestimento da tecnico bocconiano continua ad aspettare di vedere chi acciuffa la poltrona principale per decidere da che parte è meglio buttarsi, come fa dalla nascita. E già spenderci tre righe è eccessivo.

    Insomma il progetto del movimentismo, della democrazia partecipata e del controllo diretto delle istituzioni da parte dei cittadini è l'unica reale possibilità di sviluppo ed evoluzione della politica italiana e non solo che riesco a vedere, e ne sono convinto oggi più che mai. Ma al momento ho serie difficoltà a credere ancora nel cammino del 5 stelle dopo l'ennesima uscita di ieri col «fate fare a noi», e mi addolora non poco ammetterlo. Sarà il momento, la reazione a caldo , non so. Ma ho perso anche il conto di quelli che hanno votato il Movimento e sono giunti alle mie stese conclusioni...

    RispondiElimina
  9. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/30/autoscacco-a-5-stelle/547315/


    sd concordo con te e concordo con travaglio,fare un nome era fondamentale...un personaggio autorevole,competente,estraneo alle logiche partitocratiche degli ultimi 20 anni,anzi magari vittima di queste(tipo raphael rossi ad esempio).Lo volevo vedere il pd che diceva no(scompariva in un nanosecondo),il nano stava già sul primo aereo verso i caraibi...ora invece il pallino è in mano alla commissione Violante-quagliarello!!!
    Tuttavia non sono sicuro che il m5s scompaia.A mio modo di vedere ci sono diversi scenari che si aprono ora da cui dipende il futuro del 5stelle e dell'Italia:
    1)Prodi presidente della Repubblica:elezioni anticipate a giugno in cuiil m5s in parte si ridimensiona ad un 15-18% a vantaggio di un renzi e/o di un berlsuconi,nel caso auguri.
    2)Amato,Marini o uno del genere presidente:pd e pdl fanno l'inciucio per un anno,l'economia va a rotoli tipo Grecia,il m5s allora arriva al 40% e oltre ma nel frattempo l'Italia muore.
    3)il m5s tramite primarie on-line candida una persona autorevole come detto prima(Imposimato?Zagrebelsky?)al quale il pd vorrà ma non potrà dire di no,pena la rivolta della base vista l'alternativa(Amato,Marini...).Allora si riapre la possibilità di un governo a 5stelle se si vorrà cogliere tale occasione magari nominando il candidato premier sul nuovo portale tramite primarie on-line.Scenario auspicabile.
    L'elezione del presidente della repubblica è criuciale.

    RispondiElimina
  10. Non lo so gabriele , al momento prevale lo scoramento e l'amarezza. E anche la rabbia, perché questo Movimento, coma ha ricordato lo stesso Travaglio oggi (che se lo leggano e se lo inchiodino in testa i pentastellati parlamentari) finora, a parte qualche gaffe, non ne aveva sbagliata una... stava rivoluzionando tutto (in meglio ovviamente!), costringendo gli altri ad inseguirlo, dimostrandosi anche capaci di interventi in aula straordinari (veri Di Battista sul caso Marò) : l'imbarazzo e l'ansia con la quale le mummie partitiche si sforzavano di minimizzare e fare finta di niente resterà uno dei ricordi indelebili nella storia di questo paese...
    Mi chiedo anche come Grillo e Casaleggio, che avevano indovinato mosse anche più difficili, siano potuti cadere così in questo tranello... perché l'unica spiegazione è che vogliano costringere gli altri all'inciucio o comunque portare i 5 stelle all'opposizione a tutti i costi.. ma adesso la colpa dell'inciucio o del ritorno in grande spolvero di giovanotti promettenti e affidabili come violante e quagliarello verranno addebitati interamente ai 5stelle , ancor più che a Napolitano stesso.. e cavolo , ma quei due non lo sapevano che le elezioni sarebbero finite così?? Qui sopra c'eravamo arrivati praticamente tutti!... Possibile che non abbiano saputo prevenire situazioni del genere o quantomeno studiare alternative per sfuggire ai trappoloni di quegli squali? Cerco di capire ma non riesco...
    Sono possibili tutti gli scenari che hai elencato, non saprei, al momento mi ritornano ossessive delle parole sempre nell'editoriale di Travaglio di oggi : ".. Invece i grilli lo scacco se lo son dati da solo. Col rischio di perdere un treno che potrebbe non ripassare più"
    Ecco me lo chiedo davvero se ripasserà...

    RispondiElimina
  11. sd pure io sono deluso da quello che è successo ieri...poi leggendo questo post di salvatore borsellino non posso che esser ancor più amareggiato

    http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=6965%3Asalvatore-borsellino-caro-beppe-non-sono-un-troll&catid=2%3Aeditoriali&Itemid=4

    ieri sera parlavo con 3 miei amici che avevano votato anche loro m5s e concordavano sul fatto che non aver proposto un nome fosse stato una cazzata,quanto grande non lo so e non è possibile dirlo ora secondo me.Tuttavia pensa a quante occasioni ha avuto il centro-sinistra negli ultimi 20 anni per riscattarsi dai suoi errori,almeno 1000.Una seconda occasione capita sempre nella vita,l'importante è analizzare la questione con lucidità senza farsi prendere troppo dall'emotività,e questo forse è uno dei difetti di Grillo(ma anche un pregio visto l'empatia che riesce a creare con le persone).
    Perchè si è arrivati a questa decisione?Tu considera che l'elettorato del m5s è molto variegato e quindi persone come Settis o Zagrebelsky indicate da Travaglio possono andare bene a me,magari meno ad uno che fino all'altroieri votava Fini o Bossi.Lo stesso Messora dice sul suo blog di come il livello di pressione sugli eletti a 5 stelle sia enorme e di come molti di essi siano combattuti sull'intraprendere certe decisioni.
    Andrea Scanzi di cui mi fido abbastanza dice su facebook:
    "Io so - ne ho certezza, e ce l'ha anche Marco - che all'interno del M5S questa ipotesi è stata più che ventilata: si attendeva lo schianto di Bersani per poi proporre un nome proprio, caro al Movimento, e varare un governo a tema (e a tempo) di 6 mesi-1 anno. Questa linea, che come molti italiani condividevo e auspicavo, è rimasta minoritaria. Ed è stato perso un treno che forse non passerà più (e i grillini verranno eternamente additati come responsabili)".Grillo agisce per tenere unito e compatto il movimento,che altrimenti su alcune questioni rischierebbe di spaccarsi data l'eterogeneità delle persone che lo votano e costituiscono.Come uscire da questa situazione?Con la piattaforma on-line tramite la quale è possibile considerare l'opinione della base costantemente,almeno su questioni così cruciali senza che ciò crei divisioni tra gli eletti,che sono nostri dipendenti.Sul nostro candidato premier alle prossime consultazioni che comunque dovranno esserci,spero sia possibile effettuare delle primarie on-line come avverrà tra non molto per il ruolo di presidente.Fino ad adesso il m5s è stato eterodiretto con successo da Grillo e Casaleggio,ora si tratta di fare il passo successivo,il salto di qualità,la democrazia partecipativa.I problemi sono nati dalla mancanza di questa piattaforma(c'hanno messo 3 anni a farla!)di questo filo diretto tra base ed eletti.
    Certo Napolitano sta costruendo un'autostrada per l'inciucio,ma con un nostro candidato presidente della repubblica autorevole sarà molto più problematico per loro darvi vita.
    A piazza San Giovanni c'ero,quel sentimento e senso di comunità che si respirava non penso possa dissolversi in meno di un mese.Anche perchè diciamoci la verità Napolitano ha scelto i peggiori personaggi che potesse scegliere.Io ci credo ancora che un governo a 5stelle possa nascere,soprattutto se il movimento darà più spazio ai tanti Di Battista(mentre Crimi e la Lombardi non mi sembrano all'altezza).

    RispondiElimina
  12. Ammazza quanto scrivete..
    Per la cronaca, il m5s ha fatto una proposta al pd, quella di eliminare le sovvenzioni ai partiti, loro non hanno accettato, quindi non è mai stato possibile instaurare un governo, anche perchè se mi bocci la prima offerta che ti pongo vuole dire che non vuoi accettare nulla, di conseguenza il m5s ha provato a mettere sul tavolo qualcosa è il pd che non ha accettato.
    Chi è causa del proprio mal pianga se stesso.

    RispondiElimina
  13. Certo homer, ma non basta una proposta en passant per togliere i finanziamenti, bisognava rilanciare con un'idea di governo forte e chiara (nemmeno tanto con dei nomi) basata completamente sui punti del programma M5S (molti dei quali condivisi dalla gran parte dell'elettorato di centrosinistra , molto meno dagli eletti che però sarebbero stati costretti ad accettare, pena l'autodistruzione).
    Se poi c'era la paura di fare dei nomi in particolare perché avrebbero potuto spaccare il Movimento si iniziava a parlare genericamente di un governo extrapolitico per poi decidere nello specifico in un secondo momento
    Un governo a 5stelle e non di 5stelle
    E invece : "fate governare noi" ! E invece violante, quagliarello, giorgetti ... ole'.. per seguire questa presunta strategia dello spingere gli altri all'inciucio, cadendo invece in pieno nella loro trappola.
    Quando hanno ripetuto per l'ennesima volta il ritornello dell'incarico ai 5stelle a Napolitano non deve essere sembrato vero, avrà iniziato a ballare la macarena e a suonare le vuvuzela: perché a quel punto ha capito che poteva tirare fuori i soggetti più deprimenti, lanciarsi nell'inciucio più sfrenato e vergognoso, far concordare leggi salva imputati anche in diretta streaming... e stessa festa nelle sedi dei partiti dove hanno capito, anche lì, che avrebbero potuto passare le giornate in Parlamento a giocare a poker anche in diretta sulla rai, organizzare tutti gli intrallazzi e le spartizioni di poltrone che gli parevano in piena libertà (non vedevano l'ora non avendo altro in mente che questo dall'inizio): di tutto questo popò di roba infatti, d'ora in poi, potranno legittimamente e in tutta tranquillità incolpare il Movimento 5stelle, e gli daranno pure ragione.
    Abbiamo agito ragionando in termini di alleanza/non alleanza (da parte mia mai lontanamente pensato ad alleanze con chicchessia manco per sbaglio), dimostrando di non saper ragionare al di fuori dagli schemi cui i partiti ci hanno da sempre abituato. E probabilmente ci ritroveremo un gruppo più spaccato di quanto avrebbe potuto essere su qualsiasi possibile nome.
    Ora come ora mi viene quasi voglia di sperare che il M5S scenda sotto il 10% ma credo che neanche allora qualcuno capirà la lezione...
    meno male che quelli sono combinati male al punto da affidare la loro risurrezione alla comparsata di Renzi da mariadefilippi, ormai confido solo nel loro stato penoso

    RispondiElimina
  14. ho letto tutti gli interventi e ora sono un pò confuso....
    l'obbiettivo fondante del m5s (che ha preso il 25% alle elezioni politiche nazionali!!)dunque è ?
    -partecipare ad ogni costo al primo governo della legislatura?
    -far arrestare berlusconi?
    -il solo eliminare il finanziamento pubblico dei partiti (che è già stato eliminato vent'anni fà da un referendum)?
    il programma politico,moderno,innovatore e post-ideologico...
    che cazzo sarebbe "quel sentimento e senso di comunità che si respirava a piazza san giovanni"?
    ...cioè...un sacco bbello!!..e alziamo gli occhi al cielo alla maniera di Verdone..

    RispondiElimina
  15. ...come rispose persino il "povero" Bersani ad una decerebrata che, durante una consultazione per la formazione del governo dell'Italia,disse di sentirsi in una puntata di ballarò:
    "ragazzi ,guardate che è una cosa seria.."

    RispondiElimina
  16. Secondo me è proprio sbagliato a priori fare accordi con i vecchi partiti che hanno portato il paese in queste condizioni. E' un pò come andare contro le regole cardine.

    Se sono sporco e puzzo non è che mi lavo solo i vestiti per risultare decente perchè so che dopo pochi giorni puzzerò come prima. Semmai mi faccio una doccia e mi lavo i vestiti. L'esempio è un pò sghembo ma dico questo per farti capire che le cose non si fanno a metà o si è netti nei cambiamenti o tali cambiamenti "veri" non avverranno mai.

    Come puoi dare un consenso ad un partito che ha mangiato al governo (come il pdl) in + di 30 anni di legislatura? Che non ha mai fatto uno straccio di legge per cambiare il lucro della casta, che ricicla i stessi luridi ladri da decenni e te li ripresenta come se niente fosse (bindi, d'alema, prodi, etc.) Chè non ha mai dato adito ad un ravvedimento, alla volontà di cambiare questa situazione orribile in cui siamo ma che anzi fino alle ultime elezioni ha sostenuto personaggi come monti che con la loro intransigenza europea ed interessi bancari hanno definitamente distrutto questo paese.

    Non esiste ravvedimento in questa gente, ti possono imbottire di mille belle parole, tanto il loro fine rimane l'arricchimento personale perchè solo quello sono abituati a fare. E' un pò come il discorso delle amicizie, con il tempo si impara a capire chi sono i veri amici, quelli su cui puoi fare affidamento perchè sono persone affidabili, affettive, cordiali, e li distingui nettamente da quelli inconcludenti, inaffidabili, menefreghisti, questi non li coltiverai mai perchè sai a priori che è tempo sprecato. Il pd è tutto questo oramai si sa, e non c'è speranza o buoni propositi che possano cambiare questa situazione. E' inutile prendersi in giro con la speranza di cambiare le cose con questa gente perchè alla prima opportunità che gli capiterà te lo metteranno nel culo e senza vasellina. C'è poco da fare sono fatti così, stanno li solo per lucrare, non ci sono altri fini. Del cittadino italiano oramai lo abbiamo capito fin troppo bene, non gliene frega una beneamata cippa.

    Ecco perchè fare un qualsiasi accordo con questa gente oltre ad essere inconcludente rovinerebbe anche la faccia del movimento. Non mi do una martellata sul naso per la fretta di non sentire la puzza di berlusconi, daltronde se lo hanno votato 1/3 degli italiani vuole dire che manca ancora quella consapevolezza per fare un radicale cambiamento. Non si possono affrettare i tempi in queste cose ogni cambiamento avviene quando è maturo, o meglio quando la gente è consapevole e matura, fare le cose raffazzonate e inconcludenti non fa altro che rendere il movimento meno credibile per ciò che ha sempre perseguito, "un cambiamento radicale della politica." Le vie di mezzo rallentano questo cambiamento all'infinito o non lo permettono assolutamente.
    Bisogna farsene una ragione.

    RispondiElimina
  17. L'italiano ci deve sbattere la faccia contro i partiti della vecchia partitocrazia altrimenti continuerà a votarli in eterno. Purtroppo la gente non ha ancora capito di che pasta sono fatti perchè si va ancora per ideologie. La vera differenza, per ora, il m5s la può fare solo stando all'opposizione. E' li che la gente si renderà conto se sono validi o no, se fanno delle proposte di legge atte a cambiare le cose o se seguono il magna magna della casta.

    Convincere la gente a parole funziona fino ad un certo punto ora devono fare i fatti ma mantenendo fede alle loro promesse, quelle di combattere la vecchia partitocrazia e questo sicuramente non avviene facendoci accordi, neanche uno, ma facendo vedere la differenza tra noi e loro.
    E' l'unica strada percorribile che può cambiare il voto della gente e richiede il suo tempo.

    RispondiElimina
  18. io penso che il vero responsabile del declino e del ritardo italiano (la ripresa si vede in cina,usa,parzialmente germania,un pochino nel resto d'europa eccetto francia,spagna e pochi altri ultima proprio l'italia..)sia il napoletano che dorme sulla collina.
    Il buon nanetto si è sgolato in campagna elettorale per raccontare quanti bastoni fra le ruote gli abbiano messo nei suoi quattro anni di governo "c'è al quirinale una task force che rivolta riga per riga le leggi in cerca di un imprecisione che invalidi il tutto e lo anneghi nei passaggi burocratici..."o qualcosa del genere.. Un governo con poche idee e confuse,nel momento di crisi in cui necessitava la massima operatività è stato accerchiato e immobilizzato.
    Poi nella foga di eliminare il nanetto e i suoi,si è orchestrata una scandalosa sospensione della democrazia,nominando (altro che il parlamento di nominati di cui parla grillo...!!)un governo traditore della patria e fratricida;totalmente asservito alla germania (e alla francia.non all'europa.)che si è occupato di garantire i nostri creditori,uccidendo la ripresa (limiti alla circolazione del contante,aumenti iva,imu,imu,imu..)e scaricando la crisi dalle banche (aiuti di stato tipo mps,conti correnti per pensionati,moneta elettronica..)ai cittadini (riforma pensioni,tares,imu,imu,imu..).
    Ultima scorribanda napoletana,è questa trovata dei saggi (dopo i tecnici...i saggi...)..ormai qualunque stronzo è meglio che far decidere i cittadini..pardon,correntisti.

    RispondiElimina
  19. l'obiettivo del m5s è partecipare ad ogni costo al governo?chi l'ha mai detto...io dico solo di fare un governo a 5 stelle,non mi sembra di essere in contraddizione con quanto beppe dice.Per fare questo però bisogna indicare dei nomi perchè sono anche i nomi che danno credibilità ai programmi.Se Bersani parla di conflitto d'interessi o legge anticorruzione il m5s giustamente gli sputa in un occhio,ma se a farle è una persona le cui competenze in passato sono state sacrificate dalle logiche partitocratiche(uno alla raphael rossi per esempio)la proposta ha tutt'altro peso.Se i partiti dovessero accettare di sostenere tale governo ma poi di non votare una legge anti-corruzione coi controcazzi(facendolo cadere questo governo),bene sarà responsabilità loro,i loro elettori finalmente si sveglieranno e passeranno in massa al m5s.Tutto ciò non implica alcun accordo perchè un tale governo non si sposterà di una virgola dal programma del m5s.Penso sia il modo più rapido per mettere i partiti all'angolo e completare la rivoluzione in atto non tra un anno o due bensì tra 20 giorni.Certo se la risposta di questi partiti(che mi fanno schifo quanto a voi se non fosse chiaro)è l'inciucio violante-quagliarello fra un anno il m5s ha il 45%,ma l'italia nel frattempo fa la fine della grecia.

    RispondiElimina
  20. cmq questa è una questione ancora secondaria la partita vera la si gioca sulla presidenza della repubblica,che è colui che può imporre certe decisioni come si è visto con la nascita del governo monti.

    RispondiElimina
  21. il paese non cresce a causa della pressione fiscale eccessiva e dei limiti alla circolazione del contante,non per l'esistenza di un presunto conflitto d'interesse e nemmeno per l'eccesso di corruzione (detestabile,ma non urgente).

    RispondiElimina
  22. Il prevedibilissimo vergognoso sciacallaggio cui si stanno abbassando i partiti (ammesso che abbiano bisogno di "abbassarsi" quelli lì) a proposito di questa occasione persa del Movimento, dovrebbe indurmi a "distrarmi" dalla gravità della cosa...

    Certo, quando sei in finale ai mondiali, e sullo zero a zero al novantesimo c'è il tuo attaccante da solo con la palla davanti alla porta vuota, e invece di spingere la palla si china a raccoglierla con le mani e poi la buca, così, per togliersi lo sfizio.. è dura da mandare giù..
    (prendo pure le metafore dal mondo calcistico che simpaticamente detesto)

    per di più non capisco perché il problema debba essere considerato per forza in termini di alleanza-non alleanza o fiducia-non fiducia (mai pensato né ad alleanze né a fiducie con qualsiasi partito, per carità)
    Ma non voglio insistere ancora sulla cosa ed essere ossessivo

    Approfitto invece per dire che secondo me chi può permettersi di fare rimproveri al Movimento è solo chi ha sostenuto e votato il Movimento.. i partiti e i partitofili che ora fanno le pulci mi fanno allegramente pena, soprattutto quelli che si definiscono "critici" con la loro parte politica: gentili elettori, faccio sommessamente notare che quel po' di rinnovamento, nel suo piccolo rivoluzionario, che c'è stato in queste ultime settimane è merito esclusivo del M5S. Non fosse per la loro presenza e la loro azione adesso ci troveremo un Parlamento al 100% di nominati, probabilmente con una maggioranza comunque inciuciata, Finocchiaro e Franceschini presidenti delle camere, e il solito politburo di capetti ad occuparsi unicamente del tappeto sotto il quale nascondere il marciume dell' MPS, spartirsi qualche sedia e poi nei ritagli di tempo fare qualche mossetta simbolica per quella cosa lì... quella noia burocratica... come si chiama.. ah sì, l'Italia

    strega, l'obiettivo del Movimento è, in sintesi, una democrazia normale, punto

    RispondiElimina
  23. guarda,io non faccio nessun rimprovero perchè secondo me il "movimento" semplicemente non esiste.
    per ora c'è un leader che è un ex comico dotato di intelligenza e alcune buone idee alla guida di un manipolo di ragazzi volenterosi (più generoso di così,un giudizio,non mi viene...).
    tutto ambientato in un paese marcio di corruzione che se ne rende conto solo oggi causa crisi economica più o meno internazionale.
    un paese che da piazzale loreto ad oggi (e forse anche prima)è abituato ad alzarsi ed esporsi solo per saltare sul carro del vincitore e sputare nel piatto dove ha mangiato,vomitato,e rimangiato,fino al giorno prima..forse fino alla mattina stessa.
    questi sono i rivoluzionari italiani,i moralizzatori.dal giorno dopo le elezioni si affolleranno a bussare alle porte del m5s,perchè loro l'avevano detto..ed era ora che cambiasse qualcosa..c'era bisogno di un pò di novità.
    cosa vuoi costruire con questi? una "democrazia normale"? cosa c'è di anormale nella nostra,da renderla peggiore di altre? in quale altro paese vorresti davvero vivere...eccetto quelli con poca democrazia,pochi euro,tanto mare e tanta figa?
    l'obbiettivo del movimento è tanto incerto da poter andar bene a tutti dal giovane disoccupato cronico al pensionato vittima dell'inflazione al proprietario massacrato da equitalia..è ovvio che il momento delle scelte (destra o sinistra-alleanza o non alleanza-garantismo o giustizialismo-tasse o spesa sociale)faccia saltare tutti gli equilibri.

    RispondiElimina