SWG Sondaggio elettorale sulle intenzioni di voto ad Agorà

Sondaggio politico elettorale SWG sulle intenzioni di voto degli italiani presentato questa mattina nella trasmissione rai "Agorà".







Di Federico Stentella
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

19 commenti:

  1. Sono morti, ma controllano ancora i ruoli chiavi del nostro paese, informazione compresa. Hanno cmq buon gioco in un paese fallito composto da falliti arricchitisi alle spalle di altrettanti falliti che non sono stati capaci a loro volta di arricchirsi alle spalle di qualcun altro e un orda di giovani spaesati a cui non sono state lasciate proprio le basi per decidere cosa essere da grandi.
    L'impalcatura di Casta Italia non può reggere ancora per molto, quindi credo che a prescindere dal Movimento 5Stelle, che cmq ha compiuto e sta compiendo un'opera lodevole, molto presto vedremo degli scossoni clamorosi che cambieranno completamento il volto del nostro paese.

    RispondiElimina
  2. Lo spero Alessio, e condivido quello che hai scritto... non riesco a immaginare oltre il M5S quale altro scossone sia possibile, secondo me non c'è altro... altrimenti il volto del paese cambierà nel senso che si chiude baracca e buona notte

    RispondiElimina
  3. In Italia non cambierà nulla, e gli scossoni sono nella fantasia dei giovani di oggi che hanno memoria pari a zero (ovviamente).
    Grillo e company sono stati la più grande ed effimera infatuazione degna della rapubblica di Utopia, frutto dell'ignoranza stellare (speranza stellare) del povero movimento. Le idealità politiche sono morte da molto tempo e il pentastellame finirà anche prima che ogni ipotetico barlume di speranza illumini questo insulso paese.
    Il comico ed il caimano due facce della stessa sporca medaglia.

    RispondiElimina
  4. Lo dico con dispiacere ma la novità m5stelle dopo le politiche non ha avuto strategie di cambiamento concreto. E quindi mi ero già reso conto che si sarebbe inevitabilmente sgonfiato. Le troppe chiacciere non producono. Invece di trovare strumeti concreti per far mettere un tetto alle pensioni d'oro e reperire risorse per la gente, si preoccupavano della diaria, per dare il solito segnale demagogico, che invece non risolve i problemi reali e gravi dei cittadini. E poi Grillo se ne viene fuori che le amministrative non sono come le politiche, lo capirebbe anche un asino. Il problema è che l'asino è l'animale più umile e sapiente in questo paese. Forse lo capirebbero meglio i camaleonti, ce ne sono una marea in Italia

    RispondiElimina
  5. Cercatevi la pagina fb "Attività parlamentare Movimento 5 stelle", della diaria hanno discusso un giorno e mezzo, a parlarne da due mesi sono solo Repubblica e gli altri giornali e tv del regimetto in coro...
    Se qualcuno poi aspettava che in un mese un movimento politico senza soldi appoggi e santi protettori, che lotta a mani nude contro i caccia bombardieri di tutti i finti schieramenti e poteri forti, se qualcuno pensava che un movimento così scardinasse il sistema, portasse l'uguaglianza la democrazia vera e facesse diventare l'Italia la prima potenza economica mondiale dove il più disgraziato guadagna 1 milione d'euro l'anno, e ponesse fine alle guerre ed alla fame nel mondo, se era questo che vi aspettavate,la felicità eterna universale consegnata comodamente a casa vostra in cinque minuti, allora siete parte di quel sistema culturale che va cambiato....

    RispondiElimina
  6. Anch’io sono abbastanza dell’idea che in Italia non cambierà nulla sul fronte politico, almeno nell’immediato. L’occasione di cambiare qualcosa l’abbiamo avuta ma l’abbiamo anche persa.
    Su fronte economico, invece, temo che le cose potrebbero mutare addirittura in peggio. Di questa crisi nera non si intravede la fine e nessuno mi pare stia provando ad affrontarla seriamente.
    Quanto al M5S sono abbastanza d’accordo con tonyborg che è come un’utopia. Però mi pare che Grillo con Berlusconi c’entri poco.

    RispondiElimina
  7. Io non sarei pessimista sul piano politico, il PDL sul territorio è praticamente scomparso, nella mia zona(Roma nord)gli aggressivi postfascisti di una volta sembrano spariti mentre il ruolo dei conservatori è passato agli ex DC che controllano adesso il PD mentre il ruolo di oppositori sembra tornato agli ex comunisti cani sciolti o finiti in SEL.
    Il malgoverno e la crisi che provoca divora i suoi figli, pure la lega è in dissoluzione, mentre il M5S una cosa giusta la sta facendo, avendo deciso di occupare gli spazi televisivi che altrimenti andrebbero occupati da Berlusconi in vista delle elezioni che vuole in autunno.
    Sul piano economico questi ci porteranno invece in bancarotta in poco tempo.

    RispondiElimina
  8. Mi spiace precisare ad "sd" che proprio Grillo ed il Movimento Cinque Stelle sostenevano che votando per loro il paese sarebbe subito cambiato. Esattamente sulla certezza del cambiamento immediato hanno realizzato la loro performance elettorale alle politiche, altrimenti potevano dire più onestamente "se ci votate cercheremo con le nostre poche effimere forze di fare del nostro meglio, ma non garantiamo nulla". Invece giù a lanciare proclami sul nuovo mondo in arrivo. L'unica novità che hanno portato finora è l'estrema disinvoltura nell'uso di parolacce, se ne sentiva davvero il bisogno. Inutile stare adesso a dire che non ci sono gli strumenti per cambiare, mi sa tanti di arrampicata sugli specchi.

    RispondiElimina
  9. Pierluigi ti prego, non siamo a Pallarò!
    Questo movimento, senza mezzi soldi e protettori e massacrato da tutti quelli che i mezzi ce li hanno eccome, semplicemente affacciandosi sulla scena politica nazionale ha costretto i partiti a fare delle primarie per selezionare i parlamentari, allontanare dalle liste chi aveva vicende giudiziarie in sospeso (il Pdl ha fatto solo chiacchiere ma lì passare ai fatti avrebbe significato suicidarsi), discutere su privilegi e costi della politica e fare la prima legge (finta) per abolire i rimborsi. Tutte idee copiate malissimo e con pessimi effetti dal M5S, ma almeno hanno provato a passare a i fatti su tutti questi temi, e già mi sembrano piccole ma significative rivoluzioni dopo decenni di immobilismo.

    Se poi qualcuno come al solito e come ho già detto, si aspettava il genio della lampada che in un mese cancellasse il debito pubblico, facesse dell'Italia la prima potenza economica e portasse lo stipendio medio annuo a un milione di euro, allora è parte di quella forma mentis che va cambiata. L'italiano che vuole svoltare col gratta e vinci o sempre in attesa del genio risolvitutto.

    Questo movimento non ha promesso nessun miracolo, né di stravolgere tutto e subito, ma di combattere per arrivare al primo vero miracolo necessario, lo scardinamento di un sistema pluridecennale. Obiettivo che richiede per forza di cose anni e anni di piccoli e grandi passi di una rivoluzione culturale.
    Come diceva il buon Einstein non puoi risolvere un problema con lo stesso processo mentale che ha contribuito a crearlo. Il M5S non è l'ennesimo nuovo partito con la sua ricetta per la felicità, ma il tentativo di innescare un approccio radicalmente diverso alla vita pubblica. Non ci sarà nessuno che cambierà il mondo per noi, e chiunque lo dicesse, anche uno del 5stelle, sarebbe un ciarlatano. un cambiamento può partire solo se ognuno ci mette del proprio, e non è un percorso breve né indolore

    Stefano

    RispondiElimina
  10. Tu hai la memoria corta, il Pd fa regolarmente le primarie da più di 5 anni, ti ricordo che anche Prodi, nel 2006, è stato scelto con le primarie, come leader di coalizione; i segretari generali di partito son stati scelti così da tanti anni e che i parlamentari sarebbero stati scelti con le primarie, se fosse rimasto il "porcellum", è stato deciso oltre tre anni fa . In ogni caso mi è sfuggito il momento in cui sia stato scelto Grillo con le primarie come leader del M5S, e non cominciamo a dire che Grillo non è un leader, da Napolitano ci è andato lui a parlare con la Lombardi e Crimi.
    A parlare di mille euro mensili, come diritto di cittadinanza, garantito a tutti i cittadini è stato Grillo, ti sembra che non abbia raccolto qualche milione di voti solo per questa panzana ?
    Il problema serio è che in campagna elettorale Grillo le spara anche più grosse di Berlusconi, poi ci si lamenta se gli elettori non capiscono, oppure si attaccano quelli come Gabanelli o Rodotà che quaranta giorni prima erano considerati modelli da seguire. Squallidume!

    RispondiElimina
  11. Pierluigi a che gioco giochiamo? :)

    Io ho parlato di primarie per scegliere i parlamentari, e quelle le ha introdotte per la prima volta il M5S (con tutte le imperfezioni che vuoi, vedi Mastrangeli), il Pd le ha copiate tenendo comunque una lista di nomi "bloccati".
    Le primarie per il candidato premier sono altra roba, a me sono sempre sembrate un po' una farsa, visto che sia nel caso di Prodi che di Veltroni e poi Bersani non mi sembrava ci fosse la benché minima possibilità che l'esito potesse essere diverso. Comunque, mai negato ci fossero da anni le primarie per il candidato premier nel Pd!

    Quanto al leader, il M5S è nato come aggregazione di idee sul blog di Grillo, idee trasformate in proposte e presentate in un primo momento al Pd, snobbate e rifiutate, e successivamente ampliate e confluite quindi nei meet-up, liste civiche e poi nel Movimento 5stelle. Ovvio quindi che sia Grillo il leader de facto, ma non è stato neppure mai candidato a ruoli istituzionali. Per quei ruoli si è sempre proceduto con la selezione dal basso.

    Nessuno infine ha detto che il reddito di cittadinanza sarebbe stato assicurato per tutti in una settimana. Innanzitutto il Movimento non ha avuto il 51% e nessuno gli ha mai proposto di entrare a far parte di una maggioranza o di un governo. Aperture in tal senso sono venute solo dai 5stelle, ma non sono mai state accolte. Questa battaglia sarà portata avanti ma le priorità dell'attuale maggioranza di governo sembrano altre (depenalizzare il concorsi esterno, legge per escludere il M5s dalle elezioni). Punto

    Stefano

    RispondiElimina
  12. la Gabanelli non mi pare sia mai stata attaccata da Grillo, anzi, sono stati puntualmente forniti tutti i dati, le risposte e i chiarimenti richiesti a Report.. gli attacchi a Rodotà non mi sono piaciuti per niente, l'ho detto subito senza problemi, non sono né un tifoso né un televenditore

    RispondiElimina
  13. Le primarie per i parlamentari del PD si sono svolte il 28 dicembre 2012, lo so perchè sono andato a votare. Il blog di Grillo o è suo o è del Movimento, se è suo si tratta di una forza politica padronale alla Berlusconi, se è del Movimento gli incassi vanno al Movimento e l'ideatore viene pagato a fattura per la creazione o eventuale assistenza. Io la democrazia la intendo così, tu pensala come vuoi.

    RispondiElimina
  14. Sì, potevano essersi svolte anche il 29 , ma anche il 10 gennaio o il 1 febbraio, l'idea è stata presa dal Movimento che è la forza politica che le ha introdotte per prima,è questo il punto! :)
    (il che non è un male, non mi interessa la gara a chi fa prima, ma dire "col Movimento non è cambiato nulla" è semplicemente falso)
    Non risolverà i problemi dell'universo ma è comunque una piccola ma importante rivoluzione ed è diretta conseguenza dell'affacciarsi del M5S sulla scena nazionale, era questa la cosa da sottolineare.

    (non scrivere adesso che è solo un caso che le primarie per i parlamentari nel PD si sono svolte, per la prima volta in vent'anni, immediatamente dopo quelle del Movimento per puro caso... ti prego, non lo scrivere)

    I guadagni del blog vanno alla casaleggio associati (è stato chiarito anche a Report.. ma gli altri partiti hanno mai "chiarito" sulle inchieste che li hanno riguardati?) e non c'è nessun partito padronale... e se lo trovi scandaloso è scandaloso anche che un salumiere guadagni vendendo mortadelle, un gelataio vendendo gelati e un sarto confezionando vestiti)

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. Son tanti anni che Il Pd ed il centrosinistra in genere fanno le primarie per i sindaci e sono tre anni che si era deciso che per quanto riguardava il PD, se fosse rimasto il "Porcellum" si sarebbero effettuate anche per i parlamentari. Sicuramente sia con la presenza del M5S alle elezioni sia senza di esso le primarie del PD si sarebbero svolte ugualmente.
    Per quanto riguarda i guadagni del blog è scandaloso sì che vadano ad un soggetto privato, dovrebbero andare al Movimente che ne potrebbe disporre a proprio piacere; al massimo un soggetto privato può fornire una consulenza giustamente retribuita e in competizione con altri soggetti che la possano fornire a condizione più vantaggiose. Non si possono fare più pesi e più misure, vorrei vedere se eventuali guadagni di una qualsiasi attività del PD finissero alla moglie di Bersani o un cugino di Veltroni che urla lancereste, ululati più che urla.

    RispondiElimina
  17. Ecco, temevo lo scrivessi, e lo hai scritto. Il fatto che il Pd abbia fatto per la prima volta nella sua storia le primarie per il parlamento, dopo vent'anni che con tutti i sistemi elettorali ha sempre mandato nominati in parlamento, giusto subito dopo quelle del M5S, è una pura casualità, si sarebbero fatte comunque.
    Paniz non ce l'avrebbe fatta.
    I guadagni del blog fino a un paio di settimane fa era scandaloso se finivano al Movimento, dopo aver verificato che non è così è scandaloso che non vadano al Movimento
    Evitiamo poi di parlare dei giri di soldi, tra rimborsi, donatori, banche che si muovono ben nascosti dietro il Pd, sono io che vorrei vedere gli ululati se ci fosse un millesimo di tutto ciò nel M5S. Non vado avanti perché saresti capace di rispondermi che i rimborsi elettorali li voleva abolire Bersani nel '94 ma Casaleggio glielo impediva con le minacce

    RispondiElimina
  18. Non potremo mai capirci, ma non sarebbe difficile, basta pensare che chi fa della pulizia e correttezza morale la propria più grande bandiera non deve essere sfiorato nemmeno da un sospetto.
    Altrimenti si parla di sostanza, di soluzione di problemi, ma dubito seriamente, allora, che avrebbe raccolto anche solo un terzo dei consensi che ha ricevuto.

    RispondiElimina
  19. Chi fa della pulizia e correttezza morale la propria bandiera come tutti gli esseri umani non è perfetto, anche se presentandosi come il "purificatore" della politica ovviamente è tenuto ad allontanare ogni minima ombra.

    E va giudicato pertanto dalla "tensione" alla perfezione, dal fatto che certe "storture" siano rare eccezioni e non la regola, e non riguardino la natura o i fondamenti di una simile "comunità"... e si giudica poi da come reagisce a certi errori o intoppi

    Sulla sostanza e la soluzione dei problemi, che peraltro non sono affatto scollegate da tutto quello che ho appena scritto, ho già elencato non so più quante volte le pagine dove viene riportata l'attività parlamentare del Movimento.

    Oggi la camera ha approvato la proposta del M5S di sospendere le cartelle esattoriali alle imprese in credito, inizialmente osteggiata dal governo. Poi ha modificato la legge sui rimborsi elettorali per eliminare la fregatura del 2% che sarebbe andato comunque ai partiti (e facciamo finta di crederci,) e Letta ammette che il merito è della "pressione" del M5S. Soltanto per dire una parte di quello che è successo oggi in Parlamento
    A proposito di "il Movimento si è rivelato inutile, non ha cambiato nulla"

    RispondiElimina