Sondaggio elettorale SWG per Agorà. Le intenzioni di voto il PD supera il PDL

Ecco i dati SWG sulle intenzioni di voto degli italiani appena diffusi da Weber nella trasmissione Agorà. 



Da oggi potete discutere dei sondaggi anche sul nostro forum di discussione http://sondaitalia.netplace.me
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

4 commenti:

  1. Personalmente, dopo il flop dei sondaggisti alle politiche e alle amministrative, non ho più gran fiducia nei sondaggi.
    Sembra che ultimamente l’elettorato sfugga ad ogni indagine scientifica.
    I casi sono due: o i sondaggisti non sanno più fare il loro mestiere, oppure sono in malafede, cosa che personalmente non credo.
    Va detto che non è sempre stato così. Alle politiche 2008 e alle europee 2009, i sondaggi si erano abbastanza avvicinati al reale.
    Nessun sondaggista, a quanto ne so, ha provato a dare spiegazioni
    L’altra sera però ho sentito il direttore di Demos Ilvo Diamanti a Otto e Mezzo dire che alle politiche di febbraio, nelle ultime due settimane prima del voto (quando c’era l’oscuramento), c’è stato un grosso spostamento di voti dal Pd al M5S. Cosa può essere successo alle amministrative?

    PS: Bella la nuova grafica di Sondaitalia

    RispondiElimina
  2. Ciao juangomez,

    Nelle comunali non c'è stato un grande ritorno verso il PD tra gli ex elettori PD che a febbraio hanno votato M5S. Ho scritto questo articolo su Full Politic proprio sui flussi di voto tra le elezioni di febbraio e le comunali che forse può aiutare a capire meglio quanto è successo. In generale sembrerebbe che l'elemento fondamentale, per chi ha vinto, sia stato l'avere avuto un astensione interna inferiore agli altri http://www.fullpolitic.com/2013/05/elezioni-comunali-2013-cosa-ci-dicono-i.html . Mi fa piacere ti piaccia la nuova grafica è tutto merito di Primo ed ancora manca qualcosina. L' idea è di iniziare a trattare anche notizie di cronaca politica in modo da analizzare insieme l'impatto sul consenso di certi avvenimenti politici e serviva una grafica che potesse contenere tutto lasciando in primo piano e facilmente accessibili i dati sui sondaggi elettorali.

    RispondiElimina
  3. Ciao Federico, il tuo articolo è interessante, non sapevo che scrivessi.
    Penso che l’elettore italiano sia molto disorientato, sia a destra che a sinistra ed è ovvio che liste come il M5S che hanno avuto una crescita così rapida alle politiche siano le più a soggette a sbalzi. Quanto al PD, una volta si diceva che aveva uno zoccolo duro di votanti ma non so se sia sempre vero, ho i miei dubbi.

    RispondiElimina
  4. Ormai l'astensione è talmente alta che alle elezioni si conta proprio lo zoccolo duro. Tutti hanno l'impressione che tra non molto tempo si rimescolerà molto con l'entrata di Renzi. Ci saranno partiti che cambieranno se non la sostanza almeno il nome e forse ci sarà per tutti un recupero dell'elettorato.

    RispondiElimina