Cosa dicono i sondaggi sulle elezioni francesi alla vigilia del voto



Domani 23 aprile 2017 si terranno in Francia quelle che sembrano essere le più importanti elezioni dell'anno - almeno finora. Non soltanto per i francesi, ma per tutti gli europei, visto che la vittoria di Marine Le Pen sarebbe per l'UE un terremoto paragonabile a quello della Brexit.

Ecco cosa dicono i sondaggi alla vigilia del primo turno (il ballottaggio si terrà il 7 maggio):

  • Marine Le Pen, di estrema destra e fortemente anti-europeista, era la favorita fino a fine marzo. L'ascesa di Emmanuel Macron l'ha relegata però al secondo posto. Adesso è stimata tra il 23 e il 24%.
  • Emmanuel Macron, di centro-centrosinistra e fortemente europeista , la "grande sorpresa" di queste elezioni, è stimato tra il 23,5% e il 25%.
  • Francois Fillon, di centro-destra, sembrava - prima dell'ascesa di Macron - l'unico in grado di competere con Le Pen. Dopo vari scandali, è sceso tra il 19 e il 20%.
  • Jean-Luc Mélenchon, di sinistra ed euro-scettico, è in incredibile ascesa nelle ultime settimane. Ad oggi oscilla tra il 18,5% e il 19,5%.

Ci sono alcuni elementi da tenere in considerazione e che potrebbero influire, visto che ultimamente il consenso sembra essere molto più "liquido" e i sondaggi possono non essere in grado di fotografare dettagli importanti del consenso.
Innanzitutto, i fan della Le Pen sembrano essere i più "convinti" e sicuri di andare a votare e del voto alla loro candidata. Si teme che questo possa andare a favorirla a discapito degli altri candidati.
Le Pen è anche la candidata con più seguito su Facebook, anche se Macron e Melenchon sembrano essere più coinvolgenti in questi giorni.
Per il ballottaggio, Le Pen non dovrebbe avere possibilità di vittoria contro Macron, con un 60-65% di quest'ultimo e un 35-40% della candidata estremista.
Share on Google Plus

About ~Primo

0 commenti:

Posta un commento