TG di LA7 Mentana diffonde gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto di EMG

Durante il TG di LA7 delle 20:00 andato in onda oggi 18 Ottobre 2010 Enrico Mentana ha diffuso gli ultimi dati di EMG relativi le intenzioni di voto degli italiani.
I seguenti dati sono stati raccolti dal 12 al 14 Ottobre.

PDL: 29.5
LEGA NORD: 12,1
LA DSTRA: 1,5

FUTURO E LIBERTA': 6,1
UDC: 5,9
MPA: 0,8

API: 0,6
PD: 26,1
IDV:5,5
LISTA PANELLA: 0,9
PSI: 1,0
SEL: 4.4
VERDI:0,4
FEDERAZIONE DELLA SINISTRA: 2,1

MOVIMENTO 5 STELLE: 2,6
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

12 commenti:

  1. Ma se mezza Italia (anzi quasi tutta) è in piazza a contestare contro questo pseudogoverno di politicanti da quattro soldi come fanno PDL e lega ad avere rispettivamente 29,5 e 12,1????
    Come li fanno i sondaggi???
    CAMBINO MESTIERE

    RispondiElimina
  2. I sondaggi sbagliano ma si avvicinano ai risultati delle elezioni molto di piu' dei conti di piazza. Anche in passato ci sono state molte proteste di piazza ed i voti di certi partiti nn ne hanno risentito. Il dato che potrebbe aumentare e' quello dell'astensionismo risultando i partiti sempre meno rappresentativi, soprattutto con questa legge elettorale.

    RispondiElimina
  3. Il fatto che i sondaggi si avvicinano ai risultati delle elezioni NONOSTANTE LE PROTESTE
    DI PIAZZA stanno a dimostrare soltanto quanto poco conta il parere dell'elettore e questo... dà molto a far pensare...!!!

    RispondiElimina
  4. Ciò che conta sono i fatti e i dati reali, tutto il resto sono giochini per mestieranti.

    RispondiElimina
  5. Siamo sicuri che le elezioni siano regolari e non ci siano brogli?
    Sarebbe utile un osservatore esterno e neutrale per poter garantire,almeno in parte,che tutto si svolga in maniera il più possibile trasparente.

    RispondiElimina
  6. Spero tanto che questi sondaggi siano sbagliati per quanto riguardano le proiezioni di PDL e Lega perchè se fosse così coforterebbe la tesi che la metà degli Italiani è bene stante e non gli interessa un cavolo del restante parte che arranca e non riesce ad sopravvivere

    RispondiElimina
  7. La domanda è siamo sicuri che chi vota PDL poi non si nasconda ? Questo è un mio sondaggio molto personale .. nella mia cerchia di amici si parla e si discute di politica e cosi per grandi linee ho sempre notato che c'è pochissima gente tra loro che vota PDL ... e credetemi il campione è significativo. Ora mi viene il dubbio che chi vota PDL poi non abbia il coraggio di dirlo ed esporsi.... che ne pensate ....

    RispondiElimina
  8. A qualcuno non viene il dubbio che i risultati dei sondaggi siano quelli forse perchè un conto è organizzare da ogni sede periferica del parito un corteo di pullman e portare la gente a protestare (sempre i soliti ben organizzati che vanno a tutte le manifestazioni seguendo diligentemente gli ordini di partito), mentre invece quella che poi è la maggioranza del Paese, se ne sta a casa poichà non condivide e non è avvezza a manifestare nè è inquadrata.

    Mi sembra che per certa gente la famosa marcia del "resto" del personale FIAT, non quelli inquadrati dalla FIOM, di molti anni fa a Torino non abbia ancora insegnato nulla.

    Eppure anche in quel periodo c'erano "sfilate" oceaniche di lavoratori FIAT che sfilavano quasi quotidianamente ma, guarda caso, non era la maggioranza dei lavoratori che, infatti, non condividevano ed alla fine si ruppero e finalmente scesero anche loro in piazza per far vedere che la "vera" maggioranza era un'altra.

    Non basta organizzare adunate (cosa in cui certi pariti sono maestri) per avere automaticamente anche la maggioranza dei consensi, si ha solo il consenso di quelli delle adunate.

    Ciao

    RispondiElimina
  9. questo dimostrerebbe se mai ce ne fosse ancora bisogno la stupidità atavica degli italioti

    RispondiElimina
  10. li fanno con il culo, non si vede ?

    RispondiElimina
  11. Dopo tutte le merdate che hanno combinato alle ultime elezioni, siamo sicuri che non ci siano brogli? Io credo di no, visto che in Piemonte ha vinto la Bresso e a comandare è andato Cota

    RispondiElimina
  12. Un fatto è certo: il popolo si disinteressa della politica perchè complicata e sporca, da come appare.
    Rimane il dubbio che la fanno apparire cosi, furbamente, per creare proprio disinteresse nella gente affinchè possano avere le mani libere di agire. Questo spiegherebbe il linguaggio (l'astruso politichese) e la corruzione manifesta che ammorba la vita politica.

    RispondiElimina