venerdì 27 aprile 2012

Movimento 5 Stelle all' 8% i dati dell'ultimo sondaggio elettorale SWG

Ultimo sondaggio politico elettorale SWG diffuso questa mattina ad Agorà. Il Movimento 5 Stelle arriva a toccare quota 8%. Il PDL perde un punto percentuale mentre il PD segna un +0,6%. IDV e Lega Nord perdono entrambe lo 0,5%. Si riduce la percentuale di italiani che dichiarano di astenersi alle prossime elezioni.




22 commenti

avatar
Anonimo DeleteReply

Magari m5s arrivasse al 20! Non so' cosa darei per mandare a casa tutti quei pagliacci che ci stanno rubando l'esistenza serena.
Davide - Ravenna.

avatar
Anonimo DeleteReply

Piú l´attaccano piú crescono i sondaggi a favore del
"Grillo parlante",
piú gli indecisi si decidono a votare M5Stelle... non male!

avatar
danilo DeleteReply

Si bisognerebbe proprio mandarli tutti a casa e ricomciare da capo...chissa che non sia la volta buona

avatar

sale sale.....vediamo dopo il 5 maggio che succede.....l'implosione dell'ABC....

avatar
Anonimo DeleteReply

Anche se m5s arrivasse al 25%/30%, non andrebbe MAI al governo senza alleanze. In questo momento lo votano tutti proprio perché non ha alleati ma, alla resa dei conti, quando qualche alleato saranno costretto a farlo perderanno o gli elettori di destra o quelli di sinistra. Adesso fa di tutto per racimolare consensi ma tra non molto si vedrà che è tutto un bluff.

avatar
Anonimo DeleteReply

Ma dimmi un pò, tu che parli du bluff, cosa voti? Sono proprio curioso.

avatar
Anonimo DeleteReply

A quanto pare il presidente Napolitano ha dato un impulso. Il 25/4 fece chiaramente riferimento al movimento 5 stelle quando parlò di demagogia. Siccome l'iterferenza liquidatoria non premia, il movimento è ulteriormente salito. Io penso che molti elettori indecisi stanno già scegliendo. Sapete come possono placare la rabbia e quindi la protesta? Quando cominceranno a mettere mano in modo deciso ai tagli dei privilegi della casta, ai tagli delle pensioni d'oro, agli sprechi della corruzione e della burocrazia e cominceranno a reperire quindi risorse per i cittadini. Si faccia sentire su questo Napolitano e ci faccia capire quante pensioni percepirà a fine mandato. Se non fanno questo, le dichiarazioni liquidatorie e prive di credibilità contro il movimento 5stelle sono destinate ad ottenere l'effetto contario. p.s. E' di fatto la terza forza politica il m5. Se continuano così diventa la prima.

avatar
Anonimo DeleteReply

il presidente napolitano (ex pci) era da parte operaia è un uomo senza palle

avatar
Anonimo DeleteReply

Bene, sempre meglio il M5S.
Se tra gli indecisi, che il sondaggio indica al 28,6%, uno su tre vota al M5S la percentuale tra i votanti sale dall'8% al 17,2 %.
Se invece, tra gli indecisi al 28,6% un indeciso su due vota M5S (magari!) la percentuale sale al 23,31 %.
Si tratta di un calcolo matematico, non di una mia speranza.
E che uno su tre o uno su due tra gli indecisi voterà M5S non è peregrino, considerato che la fiducia negli attuali partiti è al 2%.
Ecco perchè tutti si stanno mobilitando contro Grillo e il M5S: i politici e i potenti iniziano ad aver paura

avatar
Anonimo DeleteReply

Devi però tenere conto anche di quelli che alla fine si astengono dal voto proprio perchè indecisi.

avatar
Anonimo DeleteReply

il sg napolitano farebbe meglio tacere,visto che è uno di quelli complice del disastro politico da piu di 40 anni che è li,e continua tut'ora,almeno visto che ha una certa età che rifletti prima di parlare

avatar
Anonimo DeleteReply

DAL MANIFESTO:
Una riflessione la merita però anche il cosiddetto voto di protesta, il «voto della collera» come è stato definito in Francia. Differente, a destra e a sinistra, per qualità, prospettive e quantità. L'estrema destra fa il pieno di voti come non mai, con Marine Le Pen, come qui probabilmente lo farà Grillo. Le storie diverse di queste formazioni non devono ingannare: è il populismo becero, tendenzialmente xenofobo e arrogante, che ha sia nella versione antieuropeista e nazionalista della Le Pen, sia nella versione tecnoqualunquista di Grillo, una matrice comune. È il populismo demagogico, quello di chi la spara più grossa, al quale già la Lega ci aveva abituato. I populismi hanno origini e carismi diversi, a seconda dell'aggregatore che li organizza, ma alla fine tendono ad incontrarsi tutti, e tutti sugli stessi punti: gli immigrati basta cacciarli, dall'euro basta uscire, l'Europa basta che sia un campo di combattimento tra patrie o stati o visioni tecnologiche, e così via. Sarebbe un errore pensare che Marine Le Pen è più "nazista" di Grillo: sono e diverranno sempre più populisti di destra, e raccoglieranno consensi perché in questa chiave leggeranno la crisi. Ed è più facile oggi convincere con questi argomenti il "popolo" che non con la solidarietà, la democrazia, il bene comune. La quantità di voti è molto più alta verso queste formazioni che a sinistra.

stralcio de: Il populismo lasciamolo alla destra
di Luca Casarini

avatar
Anonimo DeleteReply

Nel post precedente di Luca Casarini si parla del movimento 5 stelle come versione di tecniqualunquismo, addirittura di populismo di destra e quant'altro, paragonabile addirittura a Le Pen. Io sono sempre stato di sinistra e siccome non sono un minchione che si fa abbindolare dall'intellettualismo al servizio delle logiche di partito, invito Luca Casarini a parlarci della solidarietà, della democrazia e del bene comune. Io ho ascoltato Grillo ad Arese viva voce e smentisco le boiate di Casarini. E' vero, sarà colorito, è pur sempre un comico e quindi non tutto può essere preso sul serio, ma molte cose che afferma sono reali e molto politiche. E poi in Italia molta gente è cresciuta e guarda alla politica con voglia di cambiarla. Mi spiace dirlo caro Luca Casarini, ma la solidarietà,la democrazia e il bene comune non si costruiscono con l'intellettualismo al servizio dei partiti,distanti anni luce dal popolo, ma dall'intellettualismo semplice, quello che si mette al servizio delle persone in carne ed ossa.E fa politica concreta, non analisi schematiche da "guru" della verità qualunque. Continuate a dire fesserie che quelli arrivano al 30% (che idioti)

avatar
Anonimo DeleteReply

Grillo qualunquista, nazista e xenofobo? Dico, ma stiamo scherzando?
I partiti hanno attaccato Grillo solo perchè ha espresso l'opinione, legittima, di non concedere la cittadinanza sulla base soltanto dello Ius soli.
Ma lo sapete che in tutti i paesi europei, ad eccezione della Francia, la cittadinanza è concessa sulla base dello Ius sanguinis?
Con questo non voglio dire che non si possa concedere la cittadinanza sulla base dello Ius soli; tuttavia se lo si vuol fare devono ricorrere anche alcune condizioni, in particolare mi riferisco al fatto che i genitori stranieri del neonato su territorio italiano devono comunque stabilire le loro radici in Italia e lavorare in Italia. Se invece abbandonano l'Italia dopo pochi anni o addirittura pochi mesi dopo la nascita del neonato, che senso ha concedere la cittadinanza al neonato sulla base soltanto dello ius soli?
Troppo facile criticare Grillo senza riflettere a quello che dice.
In realtà i veri populisti e qualunquisti sono i politici che hanno attaccato Grillo per la sua frase, altro che Grillo populista e xenofobo, ma stiamo scherzando?!
Grillo di estrema destra, qui siamo davvero all'assurdo, senza parole.
Devo pensare che l'estrema sinistra teme di perdere voti a causa di Grillo, che guarda caso sull'ambiente ha le stesse idee.
Per questo deve accusare Grillo di nazismno e xenofobia: cosa che non sta nè in cielo nè in terra. assurdo.

avatar
Anonimo DeleteReply

Mah...forse non sarà razzista, certo che una posizione chiara Grillo (e non solo lui, tutto il Movimento) su questo argomento non l'ha mai presa. Che è qualunquista è certo. Casarini nel suo articolo esagera sicuramente quando paragona Grillo a LePen, ma penso sia soprattutto una provocazione... Su certi temi Grillo dovrebbe prendere una poszione netta, e con lui tutto il movimento. E poi una riflessione: cari elettori gia' sicuri di votare M5S, io ancora non lo sono, ma a sentirvi "tifare" qui mi fate passare la fantasia...altro che qualunquismo!

avatar
Anonimo DeleteReply

E chissene non ce lo metti? :)

avatar

Anonimo del 29 Aprile, 22.59, condivido pienamente, poi dopo le ultime caxxate sulla mafia!!!!

avatar
Anonimo DeleteReply

Su quanto detto da Grillo sulla mafia, partiti e quotidiani hanno trovato terreno fertile per inventare e mettere in bocca allo stesso Grillo parole che non ha assolutamente detto. Qualunquisti sono quelli che continuano a dare giudizi su Grillo e soprattutto sul M5S senza conoscerlo ma solo perchè tocca il proprio interesse di bottega. Un esempio di giudizio qualunquista è quello di Fiorello, basta guardare il video, si esprime su un titolo di giornale completamente fuorviante.

avatar
Anonimo DeleteReply

E' normale che si attacchino ad ogni piccola pagliuzza non guardando le proprie travi. Quando si vuole ostacolare qualcuno mille scuse e travisazioni sono buone. Pensano che le persone siano stupide. Tempo al tempo. Pensa ora come saranno contenti gli italiani con Giuliano Amato pronto a rivedere i costi della politica, dall'alto delle sue pensioni d'oro. E' straordinario come Monti sia così cieco. Lui dei vitalizi, del cumulo delle pensioni d'oro non ne parla mai (l'ho visto in una foto che parlotta con il triplopensionista Dini). Con i deboli è un mastino, con i privilegiati e le sanguisughe si scioglie, anzi gli da pure incarichi. Straordinarie razze di vipere.

avatar
Anonimo DeleteReply

ma quale sinistra e destra e grillo.qui ci vuole una rivoluzione morale che parte dal di dentro del l'uomo

avatar
Anonimo DeleteReply

Basta liste o programmi tutti a casa!!
M5S DEVE MANDARE A CASA BANCHE,BANCHIERI,TECNICI E POLITICI A CASA!!!

avatar
Anonimo DeleteReply

La campagna diffamatoria non funziona! via i parassiti a vita dalla politica. Nello Stato la mafia c'è da sempre, ricordate l'omicidio del Generale Dalla Chiesa lasciato solo dalle istituzioni.. c'era quel prescritto mafioso di andreotti.
W IL MOVIMENTO, W IL POPULISMO E W LA POLITICA