Il sondaggio elettorale del Venerdì i dati di tutti i partiti

Sondaggio politico elettorale sulle intenzioni di voto degli italiani di SWG per la trasmissione rai "Agorà".
I dati di oggi vedono una buona ripresa del PDL che questa settimana risale dell'1,7%.
Tra i partiti in parlamento registrano un calo la Lega Nord -0,6% e FLI che perde quasi un punto percentuale scendendo sotto il 3%. Nei partiti fuori dal parlamento il dato più importante è quello relativo il Movimento 5 Stelle che questa settimana perde un intero punto percentuale. SWG è stato il primo istituto a segnalare la forte crescita del Movimento 5 Stelle ed è oggi il primo a registrarne la decrescita.
Dopo settimane di crescita continua il Movimento 5 Stelle può aver toccato il suo massimo dato di consenso elettorale ed ora inizia ad attestarsi sul suo valore reale?
Può invece essere il 20% un dato vicino al massimo del potenziale consenso del movimento 5 stelle e quindi nelle prossime settimane la percentuale di consenso sarà destinata a decrescere fino ad attestarsi a valori decisamente inferiori?
Quanto hanno influito le vicende della vita politica nazionale ed internazionale o altre variabili esterne al movimento su questo dato?

Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

54 commenti:

  1. In realtà non c'è una decrescita del numero di persone che votano Grillo su base numerica. La diminuzione percentuale è dovuta al 4% tra indecisi e astenuti che tornano al voto, che hanno sentito dell'arresto di Lusi e della diminuzione di parlamentari.
    Cmq ieri ho avuto modo di parlare con un tipico italiano medio... nn sa che grillo ha un partito e cosa dice ma cmq a priori gli sta antipatico.. ah questa tv...

    RispondiElimina
  2. Ne riparleremo dopo che si raccoglieranno le ulteriori DISTRUZIONI alla nostra economia, grazie alle politiche suicide dell'attuale governo PRO BANCHE, supportato dal trio ABC ...

    Vedrete a dicembre con la seconda mazzata IMU, ben più sostanziosa rispetto a quella di giugno ...

    IVA al 23% e altre sorprese "necessarie" per regalare 50 miliardi di € alle banche straniere (spagnole, greche, portoghesi ...) + 30 alla FMI ...

    RispondiElimina
  3. ieri 21\06\2012 alla trasmissione agora il conduttore vianello disse che il m5s era arrivato al 22% oggi invece è addiritura al 20% fate voi tirate le conclusioni

    RispondiElimina
  4. ma con il 45,8% di astenuti+indecisi, che li pubblicate a fare sti sondaggi? Non hanno nessun significato statistico.
    POi sei vari tifoselli di Grillo o del PDL o PD o ecc ecc vogliono scannarsi su ste cifre...si vede che non avete proprio un ...zzo da fare nella vostra vita...

    RispondiElimina
  5. Quanti errori nel commento principale al sondaggio (non il commento dei vari anonimi).
    Vediamo di fare ordine.
    La gente non comprende ancora con cosa ha a che fare: la crescita costante e continua del M5S.
    Il fatto che ora SWG dia il M5S al 20% anzichè al 21% eè circosatnza assolutamente ininfluente per le seguenti ragioni.
    In primo luogo va consierato che tra tutti i principali sondaggi SWG era quello che dava il M5S con il più alto consenso; per contro lo stesso SWG dava il PD e il PDL con un consenso minore (circa -1,5 -2 %) rispetto agli altri sondaggi: è dnque più che logica un certo adattamento ad IPSOS e Sondaggio di Mentana.
    Piccole variazioni nell'ordine dell'1% non sono affatto significative: anche prima delle amministrative SWG aveva visto passare il M5S dall'8% al 7,6%, dopo una crescita costante. Per poter affermare che vi è una tendenza (al ribasso o al rialzo del M5S) servono altri responsi nei prossimi due sondaggi.
    Veniamo ora ai numeri:
    3 mesi fa su 1000 intervistati solo il 45% esprimeva una preferenza e questa era la situazione, facendo una media ponderata tra IPSOS, SWG e MENTANA
    PD 27%;
    PDL 22%;
    M5S 8%;
    in cifre significa che su 1000 intervistati:
    PD: 121 preferenze;
    PDL 99 preferenze;
    M5S 36 preferenze;

    Veniamo a oggi: su 1000 intervistati il 55% esprime una preferenza, dunque aumento dei votanti. Facendo una media ponderata tra i principali sondaggi.
    PD 25%;
    M5S 20%;
    PDL 17%;
    In cifre significa che su 1000 intervistati:
    PD 137 preferenze;
    M5S 110 preferenze;
    PDL 93 preferenze.

    Senza spiegare troppo (il discorso sarebbe ampio) la previsione è la seguente (calcoli logici e matematici) in caso di voto a ottobre.
    M5S: 26%
    PD: 19%;
    PDL 12%.

    RispondiElimina
  6. vai silvioooo siiiiiiiiiiiiiiii ritorna in campo e distruggi queste nullità!!!

    RispondiElimina
  7. Spiego meglio uma mia precedente affermazione: non è vero che è la prima volta che SWG registra una decrescita del M5S, era già accaduto in data 4 maggio 2012 quando per SWG il movimento di grillo era passato dall'8% del 27 aprile al 7,6% del 4 maggio, per l'appunto.
    Parimenti furviante una presunta crescita del PDL: anche qui ad aprile si era registrato un lieve ed effimero aumento, poi seguito da una nuova decrescita.
    Tempo al tempo, ho la memoria molto lunga, ricordo ogni cosa che viene detta in TV, dunque sono perfettamente in grado di rilevare le contraddizione e le incoerenze dette in TV.
    Esempio: 1 settimana fa ad Agorà. Weber di Swg aveva detto che il 21% del M5S era sottostimato, oggi 21 giugno ha invece detto che il poteniale serbatoio del M5S si è forse esaurito.
    Posto che non è affatto vero che il serbatoio del M5S si è esaurito, non vi pare di cogliere una contraddizione?
    Saluti.

    RispondiElimina
  8. @ pier rossi

    ottima analisi!

    Per quanto riguarda agorà, basta vedere gli ospiti della trasmissione per capire il loro livello di attendibilità ...

    RispondiElimina
  9. purtroppo se PIZZARROTInon chiarisce alcune posizioni, rischia di screditare seriamente il M5S. In particolare: SI E' RIDOTTO LO STIPENDIO?????????????

    RispondiElimina
  10. @pier rossi vero il bello delle percentuali è che puoi giocarci come vuoi! Ricordi come faceva Berlusconi?? per dire "porto le corsie di una strada da 2 a 3 quindi le aumento del 50% e poi le porto da 3 a 2 quindi le diminuisco del 33%, quindi senza fare nulla le ho aumentate del 17%" cit. Grillo su B. Il problema vero è che la TV è chiaramente schierata a difendere ad oltranza i partiti e non mostrano mai le condraddizioni dei partiti e quindi possono manipolare molte menti con argomenti del ca***

    RispondiElimina
  11. Berlusconi 2006: "Siamop in testa!"

    RispondiElimina
  12. anonimo del 22 giugno 2012 15:27
    ma cosa ti aspettavi?
    un conto è criticare ( giustamente) tutto e tutti; ben diverso è sedersi ad un tavolo e prendere delle decisioni.
    Questo Grillo lo sa e per questo sfugge come un anguilla quando si parla di confronti.
    Il programma del m5s, è lacunoso ed incompleto; ad esempio non si parla di immigrati, di tasse; ma ci si mantiene sempre sul vago... ma poi i nodi vengono al pettine.

    RispondiElimina
  13. Mi permetto solo di dare un consiglio per il bene del M5S: munirsi di persone valide e preparate da mandare in TV.
    Così facendo i partiti saranno "letteralmente spazzati via", non sto scherzando. Buona parte della diffidenza della gente verso il Movimento 5 stelle è dettata dalla mancanza di informazione: sotto tale profilo la rete è utile, ma serve anche la TV che sulla popolazione italiana ha ancora un impatto notevole, in particolare tra gli over 55-60 anni.
    Da notare che l'impennata del M5S si è verificata in concomitanza con le elezioni amministrative, quando giornalisti, Tv e qualche politico hanno cominciato a parlarne.
    Per tali ragioni, non condivido affatto l'idea di Grillo di snobbare la televisione.

    RispondiElimina
  14. Per Andrea.
    premesso che voterò M5S, condivido quello che scrivi.
    Come ho già scritto è necessario il confronto in TV; il M5S deve pertanto munirsi di persone valide e preparate per reggere il dialogo con esponenti di altri partiti.
    Sono certo che hanno tutti i mezzi per farlo, devono solo decidersi: se lo faranno il M5S dilagherà nei consensi, molto più del 26%.
    IL M5S deve anche arricchire il proprio programma in materia di tasse, economia e altro: ad ogni modo già è possibile dedurre quelle che saranno le linee guida di un futuro e ricco programma: abbassamento delle tasse (in particolare le prime aliquote), possibile patrimoniale sulle grandi ricchezze (già manifestata la volontà di voler mettere un tetto limite alle pensioni: non oltre 4.000 Euro), abolizione delle province, taglio spese militari e missioni inutili, e altro.
    Come inizio positivo, non ti pare?

    RispondiElimina
  15. l'impennata del m5s si è avuta come reazione al governo Monti e alle sue tasse.
    Impensabile un movimento (partito?) che utilizza unicamente il web.
    Sul web ci si nasconde dietro uno schermo e si evitano accuratamente le domande imbarazzanti; ci si sente tutti dei geni. La conversazione è a senso unico; ottima, ma limitata.
    Certo, in TV deve andarci gente preparata, ma con delle risposte da dare.
    Un confronto prevede domande imbarazzanti che tuttoggi nessuno ha saputo o voluto dare.
    Perchè Grillo, che si proclama il megafono del m5s, e penso sia preparato, sfugge all'informazione?
    Cosa teme? Un comizio è interessante, ma parla sempre e solo l'oratore ... Ma poi, se lui è il megafono, chi veramente comanda? Altra domanda difficile ( non voglio sentire che comandano tutti; un capo c'è, che esca allo scoperto)

    RispondiElimina
  16. Lidia Beduschi22 giugno 2012 17:25

    Sono di massima d'accordo con il commento di Pier rossi: credo che il potenziale di crescita del M5S sia ancora molto alto.
    Certo occorre:
    - spostare l'attenzione e soprattutto l'impegno dal livello locale a quello nazionale e, attenzione, internazionale;
    - maturare un dibattito di alto profilo con il duplice obiettivo di costruire un programma coordinato e coeso per le prossime elezioni politiche e selezionare-attrarre candidature di prestigio indiscusso per etica della politica, e per competenza.
    Forse sarebbe utile pensare ad una sezione specifica del blog.

    Intanto vorrei segnalare l'articolo di Piero Pagliani, "Europei senza Europa", che mi è parso, tra quelli letti negli ultimi giorni, una buona analisi implicita a larghe linee dei percorsi possibili su questioni non eludibili:
    - euro sì/euro no;
    - sovranità nazionali ed Europa;
    - politiche economiche nazionali e sovranazionali
    - collocazione internazionale dell'Italia.
    Molto denso, non facile da sintetizzare. Rinvio al testo.
    http://atenen.webnode.it/products/europei-senza-europa-di-piero-pagliani-/productscbm_454298/50/

    RispondiElimina
  17. Comunque il 20% NON è DA BUTTARE RISPETTO A TUTTI QUESTI PARTITI CHE SONO SULLA BRECCIA DA MOLTISSIMI ANNI, ANZI C'è DA CHIEDERSI COME MAI LA GENTE SI STIA FIDANDO DEL Movimento5 STELLE A TAL PUNTO DA NON RIVOTARE I VECCHI PARTITI ORAMAI DECLASSATI DALLE LORO STESSE IDEE E DALLE LORO SPARATE QUOTIDIANE DI TUTTI I GIORNI X TIRAR Sù QUALCHE MANCIATA DI VOTI CHE POI ALLA FINE VEDREMO SE SARANNO OTTENUTI REALMENTE.

    RispondiElimina
  18. Concordo con anonimo delle 15:27,premetto che voterò m5s perche veramente credo che siano una speranza per l' Italia,però Pizzarotti ok che si prenda i tempi che rtieni idonei per creare la giunta però lo stipendio se lo deve ridurre e deve farlo subito altrimenti lo si va a prendere per le orecchie..

    RispondiElimina
  19. Il sig. Marco Cali, in un commento nel blog di Grillo, afferma che in Italia il 12% della popolazione adulta è analfabeta, che soltanto il 33% ha la formazione di base necessaria per affrontare le sfide della società contemporane,il 66% dispone di una formazione insufficiente per partecipare informata allo sviluppo della società della conoscenza. Questi ultimi, più gli analfabeti sarebbero 33 Mil. Come fonte menziona l'UNLA (Unione Nazionale per la Lotta contro l'analfabetismo). Se questa inchiesta è vera solo a metà, la cosa è preoccupante. Qui può essere la ragione del perchè l'Italia ha potuto tenere alle due camere ed al governo questi cialtroni per tanti anni. Pertanto mi domando, il M5S ha ottenuto il 20% di che? Dei potenziali elettori appartenenti a quel 33%? Al momento di votare ci sarà anche il 66% dei "non maturi" i quali sicuramente non usano l'Internet e del M5S non ne sanno niente o ne hanno sentito qualcosa in maniera deviata, ma incideranno in maniera determinante sul risultato. Quindi il M5S deve trovare il modo di avvicinare questo gruppo e convincerlo. Pertanto è un errore non partecipare live a shows in TV. Capisco le ragioni di Beppe, pero non le condivido. Con questo atteggiamento si corre il pericolo di perdere l'occasione di cambiare la politica italiana.

    RispondiElimina
  20. Cari amici non sono assolutamente daccordo che Grillo deve andare in televisione, chiunque ha un briciolo di cervello riesce a capire quanto sono faziose le tv,e che grado di servilismo hanno i giornalisti.
    Allora dico, prima chiedete ai giornalisti di fare domande serie ai loro ospiti paraculati, infatti non li ho mai visti attaccare nessuno, tranne qualche elemento della lega, e poi a condizioni normali si potrà fare il confronto in tv, ma ci devono essere dei veri giornalisti, in grado di fare domande vere a tutti, non quelle preparate prima, come ad esempio fa la Gruber

    RispondiElimina
  21. Il M5S non ha bisogno della televisione e non deve fare nessun confronto. C'e' la rete x spiegare agli Italiani della bonta' delle loro idee. Molti dicono che il loro programma che trovi sul sito e' incompleto, invece "quelle 4 o 5 cose" sono importantissime xche' porti un modo di pensare a fare e costruire le cose, come vanno fatte. Se realizzate possono portare risparmi ingenti, non ci saranno sperperi. IO direi di rileggerle attentamente punto x punto ampliare e capire dove possono portare. Il resto poi viene da se.

    RispondiElimina
  22. Socu la conosci questa società..?

    http://www.epokericerche.it/2012/06/intenzioni-di-voto-5-stelle-a-3-dal-pd/

    RispondiElimina
  23. Il m5s senza contraddittorio non esiste.
    Ne è la prova il primo sindaco del m5s che dal web si è trovato catapultato nella realtà reale.
    Ma lo sapete quanti italiani utilizzano il web? E tutti gli altri sono italiani di serie B?
    Andiamo male con queste premesse ...
    col dibattito escono fuori le magagne ...
    senza dibattito il m5s resta una incognita.
    Ad esempio ..... come la vede Grillo (o chi per lui) la questione della cittadinanza agli immigrati?
    E' una questione che per me vale il voto al m5s o contro il m5s.
    A te pare che questa sia una questione da dibattere sul web ?

    RispondiElimina
  24. per anonimo del 23 giugno 2012 14:04
    il 45% degli italiani non utilizza internet e di questi 45% una buona parte utilizza internet per giochi, ricerche o altro, ma non per politica.
    Traete voi le conclusioni.
    Il m5s è volutamente lacunoso sui problemi reali del paese.E' una mirata scelta dei suoi ideatori.
    I l m5s al 30% ? i al 20% ? o al 10% ? Ma! Ne riparleremo quando finalmente uscirà allo scoperto, dichiarando finalmente la politica che intende adottare .. solo allora si parlerà di percentuali.
    Domanda: il m5s, ci porterà fuori o dentro l'euro?
    Servirebbe una presa di posizione su un argomento di questa portata; svicolare è inutile.
    Se Grillo non sa la risposta, può sempre chiedere alla Casaleggio, ma ci dia comunque una risposta definitiva.Altrimenti parliamo del nulla

    RispondiElimina
  25. Premessa l'ignoranza del corpo elettorale (altrimenti non saremmo qui, e' chiaro), non sono sicuro che la cura sia la tv. La tv e' una brutta bestia e ci sono tanti conduttori ostili al M5S, inclusi, ahime', i vari Santoro e Floris. I trucchetti per "uccidere televisivamente" il M5S e' consentire all'interlocutore di passarti sopra con la voce, mandare la pubblicita' durante il tuo intervento, portarti fretta mentre parli, attaccare solo te ma non l'altro.
    Ecco alcune domande faziose:
    - "prima avete attaccatto bruscamente tutti i giornalisti, adesso avete deciso di venire in tv. Alcuni osservatori ritengono che questa mancata coerenza sia la prova della ricerca demagogica e populista, voi cosa rispondete?"

    - "in un paese democratico un politico non dovrebbe rispondere ai suoi elettori non solo in internet ma anche in tv? E' facile convincere facendo monologhi dal proprio blog"

    - "in rete il M5S ha criticato le nomine ai vertici della RAI perche' sono state scelte persone che non hanno mai lavorato in RAI e non conoscono l'azienda. Ma anche voi non avete alcuna esperienza o gavetta politica: perche' dovreste fare meglio dei professionisti? Lei, ad esempio, si farebbe mai operare da un chirurgo della cosiddetta societa' civile senza una laurea in medicina?"

    Sono tutte domande faziose a cui e' possibile rispondere, ma difficilmente in modo sintetico ed efficace. Lo spettatore, populista, ormai si immagina gia' sotto i ferri mentre il fioraio si accinge ad operarlo e l'hai gia' perso.

    Il M5S deve invece puntare sugli opinion leader, persone che presidiano la rete ma anche inseriti in societa', in caso di spiegare a chi non segue la politica e oggi si astiene o e' indeciso quali sono le novita' che il M5S e' in grado di portare in Italia. E visto che ce ne sono e gli argomenti non mancano, e' questo il confronto "dal basso" su cui puntare. Il caro e vecchio passaparola.

    RispondiElimina
  26. Ti straquoto anonimo delle 19.08, certi conduttori sono chiaramente di parte, a partire da Santoro che ha chiaramente detto che Grillo fa demagogia ecc ecc..
    http://www.youtube.com/watch?v=EjMmLS44r7c

    Solo una cosa, firmati con un nickname dai, così non si crea casino.. :)

    RispondiElimina
  27. certo, la TV è una brutta bestia, ma va affrontata di petto, altrimenti è una fuga.
    La politica è anche la capacità del m5s di giocare fuori casa, non solo in casa.
    Santoro è fazioso? ma non c'è mica solo Santoro.

    RispondiElimina
  28. Ritengo sia molto + importante esporsi nelle piazze a stretto contatto con la gente, piuttosto che fare la comparsa in tv e sottostare alle regole e al gioco spesso di parte del conduttore di turno prezzolato dai soliti partiti, perchè lo sappiamo tutti come i canali esistenti siano tutti monitorati e gestiti dai vari partiti.

    Ettore, parli del m5s che non si espone alle tv, e allora i vari politici della vecchia repubblica perchè non fanno + discorsi sulle piazze cittadine a diretto contatto con i cittadini come fa grillo?
    Forse perchè quelle poche volte che si presentano prendono calci in culo come quello zombi di fassino? Anche quella non è una fuga? Ma quello va bene.

    Allora non facciamo la morale agli altri, che il + pulito dei politici della vecchia repubblica c'ha la rogna e neanche un capogruppo di tali partiti gira mai senza una scorta di 5 macchine della polizia e gorilla assortiti, forse proprio perchè hanno paura del giudizio del popolo ben + importante e concreto di quello dato da un giornalista burattino, manovrato dai soliti poteri politici.

    RispondiElimina
  29. ma io voglio risposte, non comizi preparati giorni prima a tavolino.
    Cosa non va lo capisco da solo; voglio sapere cosa pensate di fare, ma a parte le solite buone intenzioni, non c'è una idea politica univoca su sicurezza, immigrazione, tasse, cittadinanza, giustizia ecc ecc ecc ....
    Parma insegna ..... per quanto riguarda la scorta, vedremo tra qualche tempo.
    Mi secca cadere dalla padella nella brace .......

    RispondiElimina
  30. Per ciò che cerchi ci sono i programmi del movimento reperibili su internet, programma che viene sempre chiesto al m5s ma non ai partiti della seconda repubblica che oltre a non mostrare uno straccio di programma, matematicamente quel poco che promettono disattengono, quindi finiamola con queste prediche a senso unico che sanno di lana caprina.

    Per quanto riguarda decisioni importanti tipo uscita dall'euro etc. è da mesi che lo ripetiamo su sto blog io, dario e molti altri sostenitori del m5s, certe scelte vengono fatte attraverso un referendum, grillo sostiene una tesi ma non l'ha mai fatto passare per dictat, d'altronde il m5s nasce come voce del popolo che può interagire direttamente col governo nelle decisioni importanti, di conseguenza certe domande fanno sempre + capire quanto i detrattori non abbiano capito una fava di questo movimento, ma sono certo che tempo un giorno, uscirà fuori un altro tipo "sveglio" che farà la stessa identica domanda.

    RispondiElimina
  31. Certe scelte attraverso un referendum?!?!? Ma ti rendi conto cosa dici? Cioè, uno dovrebbe votare un partito (pardon, un movimento eheheh) senza sapere cosa poi avverrà!! Voi dite tanto, ma parecchi partiti della cosiddetta Seconda Repubblica il programma ce l'hanno eccome! Un referendum... Ma qui siamo alla fantapolitica! Capitano 50 homer a votare e stiamo freschi! E comunque sul sito di BeppeGrullo non c'è nulla su alcune tematiche. Ammesso che il sito del Grullo faccia fede... voi dite sempre che il Beppe non è un candidato, che non parla a nome dell'M5S.... Mah...fate pace col cervello, e pensate a Pinsarotti, che ha nominato un assessore e glielo hanno fatto cacciare via a calci in culo! 3 mesi per esaminare i curriculum e non sapeva nemmeno chi si metteva in casa... Davvero qui andiamo dalla padella alla brace, povera nostra Italia!

    RispondiElimina
  32. Homer ma sei scemopazzo?? Scelte attraverso un referendum?!?! Non sia mai!!!! Sai bene che troppa democrazia fa male!!! :D

    Antani ma ti rendi conto che il referendum è la forma più eccelsa di democrazia che esista? Scommetto di no! E sai perchè? Perchè scommetto che ignori l'etimologia della parola democrazia. E allora eccola: Il termine democrazia deriva dal greco δῆμος (démos): popolo e κράτος (cràtos): potere, ed etimologicamente significa governo del popolo.(cit. Wikipedia). Di conseguenza essendo in democrazia dovresti essere solo contento che ci sia qualcuno che vorrebbe che le scelte importanti fossero prese dal popolo. Ovviamente ci vuole dietro una propaganda pro e contro il quesito, ma se abbiamo votato sull'acqua, sul nucleare e su altre cose, non vedo perchè non si può votare per l'uscita dall'euro o per altri temi scottanti e importanti.

    Per quanto concerne il resto (tipo immigrazione ecc ecc.), lo ripetiamo da secoli: Il programma non è ancora finito e per ora è solo una bozza ma sarà finito prima delle elezioni, quasi sicuramente tramite votazioni online o cose simili. Di certo sarà ampliato in modo democratico e non da Grillo o Casaleggio come sostengono alcuni, tra cui forse voi.
    Per farvi un'idea del m5s questa intervista di Travaglio può essere molto utile: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/13/beppe-grillo-non-fregheranno-i-5-stelle-con-saviano-passera-o-montezemolo/261729/

    Riguardo Pizzarotti, cito un pezzo di un articolo del fatto: "Ma Tavolazzi, che in questi mesi si è sempre comportato da signore, non lo vuole questo cavallo per la corsa. “Pagano l’inesperienza, è vero”, dice al Fatto. “Ma nel caso di Parma era stato messo in conto. Questo deficit viene bilanciato dall’entusiasmo e dall’onestà della giunta che Pizzarotti sta andando a comporre. Questo scivolone poteva capitare a tutti, me compreso, ma sono sicuro che con un po’ di tempo Parma vedrà dei buoni risultati”."

    Ergo aspettate e arrivate almeno a pagina 20 invece di giudicare un libro dalla prefazione. Poi 3 mesi, se la matematica non è un opinione, non sono passati, ma anzi siamo a neanche due mesi, inoltre come ripeto sempre, facile giudicare ora, vedremo a fine anno se avrete ragione voi a dire Pizzarotti non vale nulla, o noi a dire il contrario. Aspettiamo 6 mesi e poi giudichiamo! Intanto una cosa è certa, vedete solo quello che volete, perchè il fatto che a differenza degli altri cialtroni abbia rinunciato alle auto blu, caso strano, non l'avete visto.. http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/138745/Comune_addio_auto_blu:_ora_tutti_in_car_sharing.html

    Detto questo, Antani, qui l'unico grullo, visto il tuo modo di esprimerti, sei te. Per non dire zoticone..

    RispondiElimina
  33. Lol, certe volte, leggendo certi commenti come quello di Antani, ho tanto la sensazione che il cervello qualcuno lo abbia buttato nel cesso e tirato giù lo sciacquone.
    Uno che si scandalizza quando si parla di referendum, cioè il metodo + diretto e democratico di decisione del cittadino o è uno abituato a vivere nel terzo mondo, o è un politico (loro sono capaci di certe sparate intelligenti) oppure è il re dei dementi.

    Mai letto quel righino della costituzione in cui è scritto che il popolo è sovrano? K che la politica vigente ha fatto e sta facendo di tutto per non rendere concreta questa regola basilare della democrazia, ma il fine di ogni democrazia sta nel dare al cittadino la scelta finale delle decisioni di maggiore importanza, questo di solito si fa in un paese civile (non il nostro). Te non so a che forma di governo sei affezionato (penso quella dittatoriale per come parli) ma democrazia è fatta di libertà di voto e decisione del popolo in primis.

    Poi ci si stupisce che abbiamo avuto per 60 anni governi di questo genere, sfido con certi esempi di genialità non c'è da stupirsene.

    RispondiElimina
  34. Ora ho capito!
    io voto il m5s perchè mi piace , ma non so minimamente cosa pensa.
    Poi a livello nazionale facciamo il referendum e il popolo sovrano decide sui temi importanti della politica,
    Però ... ma allora perchè voto il m5s se poi tanto decide il popolo con i referendum?
    Qualsiasi partito è uguale, tanto c'è il referendum ... referendum referendum ...

    Ma forse ho capito male.
    I referendum sono a livello di partito m5s, quindi io voto il m5s, ma non so minimamente cosa pensa, poi attraverso il referendum interno, il m5s si da una propria linea guida sulla politica e decide.
    Domanda: e se la consulta dichiara inammissibili i referendum, che linea assume il movimento?
    Se non mi sta bene, come posso ritirare il mio voto?

    Ma la costituzione non recita che il popolo esprime la sua volontà attraverso persone da lui elette ?
    I referendum costano parecchio e se li facciamo per prendere ogni singola decisione, altro che grecia,
    Poi i referendum, a parte quelli sul nucleare, sono sempre andati deserti, quindi non sono utili.

    E' giunta l'ora che dichiarate le vostre intenzioni, da movimento, partito o cosa siete, con idee nuove.
    Le idee degli altri partiti le sappiamo a memoria, della destra, della sinistra, del centro; ma il m5s che è una idea nuova, da che parte sta? Questo non è dato a sapersi.
    Si vota l'idea, ma non si sa quale !!! Che baggianata!
    Caspita, il re sole non avrebbe saputo fare meglio; votate me, poi ci penso io al vostro bene; ww il popolo sovrano che comanda in fico.
    NB) eliminare il quorum dai referendum, significa dare il potere ad una ristretta cerchia di militanti; concetto molto distante dal governo del popolo.

    Homer, il programma degli altri partiti, su tasse, immigrazione, cittadinanza ecc è ben chiaro; lacunoso e volutamente ambiguo quello del m5s (certo, tanto ci sono i referendum ........ah!)
    Mi spiace, ma proprio non ho capito una fava di questo movimento ... o forse l'ho capito fin troppo bene(e sono in buona compagnia) ........ dichiararsi = dividersi

    RispondiElimina
  35. Sono sicuro che non hai letto l'articolo di Travaglio che ti ho citato, o se l'hai letto non l'hai capito, perchè avrebbe risposto a molte tue domande..

    Detto questo, la tua frase "Però ... ma allora perchè voto il m5s se poi tanto decide il popolo con i referendum?" si risponde da sola. Tu voti il m5s in modo che poi le scelte saranno fatte in modo molto più democratico! A partire dai referendum! Se si vorrà uscire dall'euro non sarà il candidato premier a deciderlo ma i cittadini! E idem si può fare anche a livello regionale per certi temi, come in Piemonte ci doveva essere il referendum sulla caccia. Si è vero i referendum costano, ma è questo il vero prezzo della democrazia, e se il m5s andasse al potere, sono sicuro (visto che finora l'ha dimostrato) che abbatterebbe i costi della politica, e con tutti quelli che ci sono da abbattere, sono sicuro che anche facendo (per ipotesi) un referendum ogni 6 mesi, l'Italia risparmierebbe lo stesso rispetto agli altri governi, e avrebbe anche più democrazia. Te capì?

    Inoltre togliere il quorum è anche quello segno di democrazia, perchè deve essere la maggioranza di chi vota a decidere, non la maggioranza di chi se ne sbatte di andare a votare!

    Rispetto al resto del programma, ti ricopio ciò che ho scritto così lo leggi di nuovo e non scrivi più certe cose, si spera.

    "Per quanto concerne il resto (tipo immigrazione ecc ecc.), lo ripetiamo da secoli: Il programma non è ancora finito e per ora è solo una bozza ma sarà finito prima delle elezioni, quasi sicuramente tramite votazioni online o cose simili. Di certo sarà ampliato in modo democratico e non da Grillo o Casaleggio come sostengono alcuni, tra cui forse voi.
    Per farvi un'idea del m5s questa intervista di Travaglio può essere molto utile: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/13/beppe-grillo-non-fregheranno-i-5-stelle-con-saviano-passera-o-montezemolo/261729/"

    RispondiElimina
  36. @antonio c

    I referendum e leggi di iniziativa popolare possono essere gestiti in rete, dando la possibilità di votare sia da casa che dai comuni (per chi è privo di computer ...), attraverso software open source (fondamentale per la TRASPARENZA) e meccanismi di identificazione simili a quello delle banche ...

    RispondiElimina
  37. E' ironico constatare come alcuni oppositori del m5s, preferirebbero vivere in dittatura pur non perdere i propri partiti ladri al potere, addirittura denigrano i referendum, l'unico barlume di democrazia che ci può essere in questo paese, segno che molti invece di avere materia grigia, hanno materia marrone in testa.

    Viviamo in un paese dove i referendum non si fanno quasi mai perchè lo stato governa in modo dittatoriale, senza chiedere nulla al popolo ma anzi fregandosene dei suoi bisogni e diritti. In un paese in cui quei pochi referendum, o non passano la corte dei conti o se passano e vincono, non vengono minimamente rispettati, vedi sovvenzione ai partiti, la privatizzazione dell'acqua, etc. e ancora c'è qualcuno che si lamenta se esce fuori un movimento che vuole dare il massimo potere al popolo tenendo con la massima considerazione il parere della gente ed una volta tanto rispettandolo?

    Vi do un consiglio, andate nello zambia o anche in cina oppure in qualche paese arabo, li non conterete un cazzo, non avrete voce in nulla e non dovrete fare la fatica di andare a votare alcun referendum, pensate che pacchia, ci sarà sempre qualcuno che deciderà la vostra esistenza per voi e sarete felici e inculati come ferventemente auspicate.

    RispondiElimina
  38. Buongiorno,
    l'immigrazione in questo momento è l'ultimo dei problemi.
    Quali sono i problemi piu' importanti da risolvere subito ? :
    - il ridimensionamento della spesa pubblica e l'annullamento degli sprechi.
    Portare i costi dello stato da 800 a 500 miliardi
    Destinare la metà del risparmio per abbassare il debito
    e l'altra metà a rilanciare l'economia
    Esempio :
    Interpellare una casa automobilistica come Toyota
    per un progetto di stabilimenti che costruiscano solo auto elettriche.
    Le auto dovranno avere costi paragonabili alle attuali versioni a benzina.
    Questo si puo' ottenere con un contratto chiaro della durata di 25 anni dove siano ben chiari i vantaggi per Toyota ( fiscali )
    e gli obblighi della stessa verso l'occupazione e verso lo stato.
    Analogamente favorire tutte quelle attività imprenditoriali
    che facciano dell' energia alternativa il loro scopo sociale.

    Presentarsi in televisione si, ma in maniera alternativa,
    scegliendo solo programmi adatti ( Paragone non mi sembrava male )
    non rispondendo a domande fatte dal classico conduttore,
    ma illustrando il proprio programma con filmati ed argomentando
    su pochi ma principali problemi e come si pensa di risolverli.
    La gente deve capire che la politica è servizio,
    che i politici non possono stare in parlamento o in qualunque altro meandro dello stato per piu' di due legislature.
    Che qualunque stipendio non potrà superare i 5.000 €
    con una busta paga simile a quella degli operai, senza fronzoli rimborsi e cacchiate varie;
    Che le pensioni saranno normali come quelle di tutti i cittadini
    e non potranno superare i 5.000 €
    Che si andrà in pensione come tutti i cittadini, all'età prevista
    Che non ci saranno piu' senatori a vita
    Finiti i mandati si va a casa a fare quello che si faceva prima
    Che non ci saranno ne rimborsi, ne finanziamenti pubblici o privati ai partiti , ma solo una sede, un telefono, un pc, luce e gas messi a disposizione dalle amministrazioni locali.
    I partiti o i movimenti dovranno autofinanziarsi, tenendo bilanci certificati.
    Solo chi esiste veramente potrà fare politica, eviteremo così i partiti one-man del passato ( tipo Dini )
    Mi sono dilungato troppo
    Saluti
    Carlos

    RispondiElimina
  39. Guarda caso, oggi è uscito proprio un articoletto sul blog di grillo che risponde alle domande sconclusionate poste dai soliti noti.
    http://www.beppegrillo.it/2012/06/questi_fantasmi.html

    RispondiElimina
  40. va vene, va bene, ho capito.
    aspetto che facciate i vostri referendum aspetto che eleggiate i vostri rappresentanti, aspetto che definiate la vostra linaa politica, poi deciderò pro o contro il m5s.
    Mi spiace dirvelo, ma la maggior parte del vostro 20% la pensa così: sullo slancio dell'indignazione tutti si dicono pro m5s, ma poi, alla luce dei programmi che finalmente dovrete sviluppare, ognuno penserà se coincide con la sua idea dello stato.
    CERCO DI SPIEGARMI:
    Se ad esempio io fossi favorevole alla cittadinanza agli immigrati e dal vostro referendum venisse fuori l'opposto, chi porterebbe avanti la mia idea?
    Mi troverei in un partito che ha idee diametralmente opposte alle mie.
    Sarei costretto ad uscire dal movimento e cercarmi persone che condividono la mia opinione.
    Io non ho niente contro il m5s, in quanto non so la sua politica; quando la conoscerò, vi dirò se sono pro o contro..Al momento è tutto buttato in aria.
    Lo so che il m5s non è ancora un partito, ma mi permetto di ricordarvi che in partito è:
    "Organizzazione di cittadini associati che perseguono comuni finalità, perlopiù ispirandosi a una particolare ideologia o a uno stesso orientamento politico"
    Ma anche con l'etimologia di movimento non va meglio:
    "Organizzazione di cittadini associati che perseguono comuni finalità, perlopiù ispirandosi a una particolare ideologia o a uno stesso orientamento politico"
    BENE, FACCIAMO USCIRE QUESTO ORIENTAMENTO POLITICO E POI FINALMENTE CI CONTIAMO.
    Tutto il resto è fumo negli occhi

    PS) ricordo a Carlos che l'auto elettrica esiste; ma se dovesse sostituire il petrolio, tutti cli stati andrebbero in bancarotta (vedi accise)

    RispondiElimina
  41. Ettore ci siamo quasi, ma non hai ancora capito del tutto, perchè devi cercare di vedere le cose da un'altra prospettiva.

    Io ragiono così, e credo di farlo nel modo giusto: Io pure sono favorevole alla cittadinanza agli stranieri, però se mai il m5s riuscisse a portare avanti un referendum per la cittadinanza agli stranieri, e col referendum si decidesse che la cittadinanza non si deve dare, io voterei comunque il m5s. Infatti io lo voterei perchè, anche se forse i cittadini han sbagliato a votare no, il punto è che è stata applicata la democrazia! Io non cerco solo un partito / movimento / lista civica che la pensi come me su tutto, io cerco un partito / movimento / lista civica che applichi la democrazia diretta dove la maggioranza decide, a costo di sbagliare.
    Se tu invece vuoi solo un partito che si avvicini di più ai tuoi ideali, a costo che le scelte del partito vengano prese solo da pochi (un'oligarchia dunque) e a costo di non interpellare i cittadini, allora non ti faccio perdere tempo e ti dico già che il m5s non fa per te. Io sono per la democrazia, nel bene e nel male, e io voglio davvero dei cambiamenti. Infatti mi adira quando il m5s viene accostato all'antipolitica, perchè anzi, ripeto nel bene e nel male, il m5s mira alla democrazia vera più di tutti gli altri partiti.

    Premetto poi che la cittadinanza agli stranieri forse è addirittura più cara a me che a te, avendo ragazza per metà straniera e migliore amico straniero. Te lo dico per non essere accusato del fatto che non me ne freghi nulla della cosa..

    RispondiElimina
  42. No Dario, siamo molto distanti, anni luce ...
    Mettiamo che voto m5s che diventa maggioranza ...
    Poi facciamo questi benedetti referendum ed esce una politica interna/esterna agli antipodi della mia ... che faccio? Soffro in silenzio o cerco alleati con le mie idee da contrapporre al m5s?
    Ma non è più semplice esternare le proprie idee, andare al voto e se le idee sono condivise, si va in maggioranza e si comanda e gli altri vanno all'opposizione?
    La vostra dottrina non contempla l'opposizione, ma la sottomissione ai più numerosi ....e dove non esiste opposizione .....
    Si avvicina di più all'arraffa tutti i voti che ti riesce e poi si vedrà
    ---
    Nel m5s c'è scarsa democrazia; per fare un esempio (senza impegolarmi nei numerosi dictat di Grillo), ho sentito dire che si deve usare solo il web per prendere decisioni; bene, in nome della democrazia si lascia a casa il 45% degli italiani.?
    .. che si vuole togliere il quorum; bene, magari il quesito interessa solo ad una minima percentuale di italiani, che in questo modo comanda sugli altri che non hanno voluto/potuto/saputo decidere.
    Anche l'astensione è una forma di democrazia... non meno importante
    Mah! .. mi spiace... Siamo molto distanti.... anni luce credo.ciao

    RispondiElimina
  43. A cosa si è ridotto il partito dei debenedettini pur di salvarsi dall'avanzata di liberi cittadini informati senza marchi di fabbrica, clan alle spalle e santi protettori della casta...
    per chi se lo fosse perso, ecco l'articolo de L'Espresso ripreso da Repubblica

    http://bologna.repubblica.it/cronaca/2012/06/24/news/favia_e_la_commissione_statuto_e_inutile_ma_poi_la_presiede-37829808/

    ed il video di risposta di Giovanni Favia che sgama l'imbrogliuccio organizzato da questi meschinelli tramite i loro house organ

    http://www.youtube.com/watch?v=lVWpvN35Rx4&list=LLybzpl9PuF76oCkdKpbLe3g&feature=mh_lolz

    sono particolarmente deluso da L'Espresso che reputavo un giornale un po' più serio... ma dopo l'ascesa del Movimento stanno gettando la maschera un po' tutti...

    RispondiElimina
  44. Allora, ipotizziamo che il m5s come dici tu vada al governo, e si facciano referendum. Ora, ipotizziamo anche che tramite referendum vengano scelte cose che a te non piacciono.

    Bene, se a te non piacciono puoi cercare, magari con delle campagne, a convincere la gente a ripensarci, ma non puoi pretendere troppo. Prendiamo un caso concreto, ipotizziamo che tu sia pro - nucleare, cosa pretendi di fare? Di portare il nucleare in Italia con un partito? No, non puoi! La maggioranza della popolazione ha detto che il nucleare non lo vuole! Al massimo, se vuoi, puoi cercare di convincere la gente a ripensarci, e se poi i sondaggi dicono che l'umore sta cambiando (cosa difficile ma che può accadere in merito a eventi eccezionali) puoi chiedere un nuovo referendum, chiedendo di nuovo il parere dei cittadini, ma non puoi pretendere di riportare il nucleare in Italia senza un nuovo referendum (che ripeto sarebbe da fare solo in casi mooolto eccezionali, e qui stiamo appunto estremizzando)!
    Altrimenti mi chiedo, che valore ha il referendum se ogni partito che va al potere fa ciò che vuole???

    Rispetto al classico modo invece, dove una minoranza decide, non ha senso, perchè se il partito che hai sempre votato si schiera contro il nucleare e te sei pro - nucleare, e se i partiti che invece sono pro - nucleare ti fanno schifo, cosa fai?? Ti tappi il naso e voti lo stesso il tuo partito o voti gli altri, sempre tappandoti il naso?? Coi referendum invece, è tutto più semplice, perchè non è un partito a prendere posizione, ma sono i cittadini che decidono!!! Non potrai mai dire: "Il m5s ha detto no al nucleare!" ma al massimo potrai dire "Il m5s ha chiesto il parere ai cittadini e ha poi detto no al nucleare!" che è ben diverso.

    E poi cavolo ma come fai a dire certe cose?? Sembri schifato dai referendum e dalla democrazia! Cazzo ma quando esci con gli amici e siete in 5 se 4 vogliono andare in un posto e 1 in un altro come fate?? Non andate nel posto dove vogliono andare i 4? Tornate a casa tutti quanti? Questa è la democrazia, dove la maggioranza vince, se a te piace l'oligarchia, dove la minoranza decide, allora è un altro discorso..

    Rispetto al resto, ma se si parla di referendum come fai a dirmi che si usa solo internet? Ma comunque se si trovasse il modo di far votare ogni cittadino via internet sarebbe il Top! Il costo per ogni decisione sarebbe minimo, a differenza di ora dove sono abbastanza dispendiosi i referendum e le votazioni in genere! Inoltre si potrebbero creare delle cabine per usare internet apposta in quelle occasioni o robe simili (la prima cosa che mi è venuta in mente), insomma un modo si troverebbe per far votare tutti, solo che c'è gente come te con mentalità ultraconservatrice che invece di pensare "Ok proviamo" pensa sempre "No no è impossibile meglio non provare nemmeno meglio l'usato sicuro ho paura di un futuro diverso" ed è per questo che non ci evolviamo! Ed è per questo che ha ragione Grillo a dire che i partiti sono morti! Perchè sono vecchi dentro, di mentalità proprio!

    Rispetto al quorum, vorrei sapere chi è che lo vuole.. Ma anche lì, non sai nemmeno se e come verrà tolto, e già critichi su cosa forse andrà fatto..

    Prova a smetterla di criticare e di essere pessimista e a pensare "Ok forse le cose possono cambiare e forse, visto che le politiche attuali han fallito miseramente, dovrei provare qualcosa di nuovo."

    Idee non ideologie! E' per quello che siamo distanti anni luce! Io ragiono in modalità "giovane" di quelli che pensano che tutto può cambiare e che bisogna sempre tentare vie nuove se le vecchie non funzionano, tu ragioni in modalità "matusalemme" di quelli che stanno davanti ai lavori in corso a criticare prima ancora di sapere cosa si sta costruendo..

    Ettore fai come i pokemon, evolviti!

    RispondiElimina
  45. Sd ormai non bisogna cercare i giornali seri, ma i giornalisti seri.

    Io per ora di giornalisti e blogger seri ho trovato solo Marco Travaglio e Claudio Messora, gli altri li trovo incoerenti o spargifango, oppure un loro articolo mi piace e dieci no..

    Il fatto quotidiano si salva più degli altri giornali, ma a volte fa cagare pure lui. Sto post di Grillo lo condivido troppo http://www.beppegrillo.it/2012/06/questi_fantasmi.html

    Cioè guarda sto articolo del Fatto http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/23/pizzarotti-lasciato-solo-da-grillo-e-casaleggio/272834/

    dove dice "Dicono che ieri le urla di Beppe Grillo le abbiano sentite anche sull’autostrada della Ci-sa. Pizzarotti non lo ha detto ai giornalisti, con i quali si è trattenuto qualche minuto, ma pare che Grillo e Gianroberto Casaleggio, a più riprese, gliene abbiano dette di tutti i colori." Ma lo dice chi?? Come si fa a scrivere certe cose con il condizionale e senza dire chi le avrebbe dette? Penosi...

    RispondiElimina
  46. ma ... niente di nuovo sotto il sole; vecchie idee (vedi referendum) rispolverate e ripresemtate come nuove, ma sotto sotto il desiderio di fare soldi.
    Basta crederci ed il gioco è fatto
    Ne riparliamo quando il m5s tornerà ad in più realistoco 6%

    RispondiElimina
  47. Già.. che schifo sti referendum eh? Meglio che decidano tutto una banda di nominati, meglio l'oligarchia, che schifo la democrazia vera ;) E poi il desiderio di far soldi è così alto che il m5s ha rifiutato i rimborsi e li rifiuterà anche alle politiche dove, se la percentuale è quella attuale, lascerà circa 100 milioni di euro allo Stato.. Eh si, vogliono proprio farsi i soldi sti qua del Movimento..
    Se poi ti devo elencare tutte le novità del m5s (che tu non vedi) finisco domani, dunque ti lascio nel tuo pessimismo conservatore.

    Ultima cosa mi spiace per te ma il m5s probabilmente crescerà ancora e supererà il PD, è questione di tempo, il ciclone Lusi sta per colpire...

    RispondiElimina
  48. scusa Dario, ma Grillo i soldi da dove li fa? (e ne fa molti)
    Come mai anche lui ha fatto un condono fiscale? (Anche lui un evasore?)
    Forse i soldi non si fanno solo con i rimborsi elettorali, ma semplicemente rifilando panzane.
    In questo è in buona compagnia con Travaglio; anche lui un ottimo profittatore ...
    Comunque il successo (o insuccesso) del m5s lo si vedrà dopo l'era Monti; ora è come sparare sulla crocerossa.
    Ti ricordi la storia di Monti e dei suoi referendum? No? Sei troppo giovane allora.

    RispondiElimina
  49. ops, intendevo Segni, non Monti

    RispondiElimina
  50. Grillo se li è fatti coi suoi spettacoli i soldi, perchè, che ti piaccia o no, ha sempre avuto un gran seguito e si è arricchito così, prima di entrare in politica col m5s.
    Per il condono fiscale non so se l'ha fatto e, nel caso, perchè l'ha fatto, quello che so è che lui non è un candidato quindi non me ne frega più di tanto, a me interessa cosa dicono e fanno gli esponenti del Movimento 5 stelle!!!! Chiaro?? Non so più come dirlo.. Grillo non è perfetto e ha tanti pregi quanti difetti, è incoerente ed ipocrita a volte, e non condivido tutte le sue idee, ma lo rispetto per l'aver fondato il m5s. Io voto il m5s, non Grillo!

    Su Travaglio non ti rispondo nemmeno.

    Rispetto ai referendum, non è il fatto di essere troppo vecchi o giovani, il fatto è che non ti sei spiegato. Se ti spiegassi meglio magari capirei dove vuoi andare a parare..

    PS: non hai risposto a nulla di ciò che ti avevo scritto io...

    RispondiElimina
  51. dicevo ... si dovrebbe imparare dai fiaschi altrui.
    Segni, ai suoi tempi, aveva ottenuto un enorme successo come leader referendario, successo penso paragonabile a Grillo;...referendum di quà, referendum di là .... poi il tutto si è ridimensionato, finendo in una bolla di sapone ..
    Quella dei referendum è una minestra riscaldata.
    Volevo anche sottolineare che per avere una informazione completa, occorre leggere anche gli articoli dei nemici, non solo di quelli che dicono ciò che si vuol sentirsi dire....

    PS) Grillo con i suoi spettacoli non ha mai guadagnato tanto come da quando si è "buttato" in politica; vedi i suoi redditi che ultimamente sono più che raddoppiati.
    Comunque lasciamo perdere, ne parleremo a settembre, prima delle elezioni..

    RispondiElimina
  52. caspita, ultimo sondaggio, m5s al 19,4 ... a volte a pensare male ci si azzecca

    RispondiElimina
  53. Io mi informo quasi solo dai nemici Ettore! Infatti certi articoli del Giornale, di Libero, di Repubblica, del corriere ecc ecc li trovo buoni e li condivido , altri però mi fanno pena. Diciamo che se leggo qualcosa di Travaglio o di Messora, so già che al 99% è tutto vero, se leggo qualcosa degli altri, sono già più dubbioso, ma ad ogni modo verifico sempre con controlli incrociati tutte le notizie date da chiunque. Infatti per esporre le mie idee non mi è mai capitato di appoggiarmi ad una bufala, anzi, sono io che scopro le bufale sulle quali gli altri si appoggiano inconsapevolmente.

    Comunque ok ne parleremo poi, anche se secondo me le elezioni saranno nel 2013.. Intanto pensa a ciò che ti ho detto, sul serio.
    Io nel frattempo indagherò su Segni, perchè ammetto che sono davvero ignorante a riguardo ;)

    RispondiElimina
  54. finalmente la federazione della sinistra data quasi al 4 per cento!...a pierpaolo domando: non è che potrebbe dirmi quanto potrebbe prendere se si votasse a ottobre?

    RispondiElimina