Come votano gli italiani dopo il caso Polverini

Sondaggio di Ipr Marketing sulle intenzioni di voto degli italiani dopo il caso Polverini.
Il sondaggio è stato realizzato il 25 settembre 2012 su un campione di 1.000 casi.

Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

38 commenti:

  1. cazzate! il pdl è al 22,4% - Forza presidenteeeeeee - BERLUSCONI PREMIER!

    RispondiElimina
  2. Come votano gli italiani dopo il caso Polverini!!
    Come votano gli italiani in generale..................col c..o. xD
    Ma possibile che ci sono ancore delle persone (qui si dice il 17%) che votano questa masnada di farabutti, ladri, puttanieri e chi piu' ne ha piu' ne metta. Va bene che queste statistiche sono fatte piu' che altro per attirare voti che informare sulle reali intenzioni di voto della gente. Pero' ormai in questo paese non c'e' piu' nulla che mi stupisce, un 27% di voti al pd e' un'altra cosa assurda visto che sia uno o l'altro sono costituiti dalla stessa gente che da decenni si ricicla come uomini nuovi ma che poi sono gli stessi che hanno portato nel baratro il nostro paese.
    ITALIOTI WAKE UP (per gli gnucchi gnucci SVEGLIATEVI)!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. dio buono pdl ancora così alto e il pd??? ma stiamo scherzando? chi sono i coglioni che votano il pd? ma vanno aumentando? siete degli idioti!

    RispondiElimina
  4. ma andate a cagare...VOTARE MS5 è UN DOVERE .

    RispondiElimina
  5. io voto PD.... quindi?

    RispondiElimina
  6. quindi....svegliati il letargo è finito da un pezzo!!! M5S unico VOTO!!

    RispondiElimina
  7. io sono mesi che mi informo per capire se è meglio votare pd o M5S alle prossime politiche. Nessuno dei due mi convince al 100%. Penso che sarà determinante il programma che verrà scelto online dal M5S, spero si diano una mossa a mettere online la piattaforma!

    Ai grillini come tale "Arnese" dico che ogni volta che leggo commenti come i suoi, o che sento insulti tipo quelli, mi passa la voglia di votare il suo movimento. E' il modo arrogante e sprezzante di molti di voi che mi urta. Può non fregartene niente, Arnese, anzi credo che non te ne freghi proprio niente, ma ci tenevo a dirtelo, e spero che qualcuno più intelligente di te nel M5S ci faccia caso.

    Francesco

    RispondiElimina
  8. Francesco 15:46, hai ragione noi "grillini" dovremo essere più dialoganti, per quanto forte sia l'esasperazione...
    Comunque, secondo me è sbagliato proprio il modo di porre la questione, il proposito di "stare a vedere" il programma che sceglierà il Movimento non ha senso nell'impostazione dei 5stelle, il programma dobbiamo farlo noi, e sia chiaro, questa è una cosa che ricordo innanzitutto al sottoscritto, non voglio certo stare a fare il maestrino...
    Per il momento il M5s, con tutte le sue imperfezioni e le sue difficoltà sta funzionando (ma il valore di una forza politica si misura anche dalla capacità di reazione alle imperfezioni e alle difficoltà)
    Per quanto riguarda il PD invece si può solo stare a vedere e negli ultimi vent'anni mi pare abbiamo visto abbastanza: Inciuci, bicamerali, veltrusconismo, conservazione delle leggi vergogna, corruzione, scandali, scalate alle banche, lottizzazioni e spartizioni di enti televisioni etc., complicità in un sistema fatto di stipendi faraonici, vitalizi, privilegi, parlamento di nominati, da ultimo la posizione sul caso Napolitano-Mancino e questo solo per citare a caso le prime cose che mi vengono a mente. Il Pd è riuscito anche nell'impresa di salvare un suo senatore, Tedesco, pochi giorni dopo che il cosiddetto Centrodestra, e non so se mi spiego, aveva consentito l'arresto del suo Alfonso Papa. Ma a parte questo, e non mi sembra poco, basta dare uno sguardo al piano di rinascita democratica del caro Licio Gelli per capire cos'è il "bipolarismo" in Italia.
    Poi vedi tu, io non posso convincere nessuno, solo discutere, ognuno si convince da solo e basta...

    RispondiElimina
  9. sd, fossero tutti come te! :)

    io non chiedo di meglio che partecipare alla stesura del programma del M5S, ma giorno dopo giorno mi accorgo che nessuno mi sa dire chi sta creando la piattaforma e da chi è stato delegato a farlo, e che sul sito beppegrillo.it non si discute. C'è uno che scrive i "comunicati politici", immagino non delegato da nessuno, e una massa che commenta senza dialogare gli uni con gli altri. Ho posto diverse domande senza mai avere risposta. Mi sembra un posto dove si idolatra Grillo e si insulta chi non è d'accordo, e basta. Quindi ho maturato la convinzione che "qualcuno" sta predisponendo una piattaforma e che "prima o poi" ce la sottoporrà. I grillini a cui ho fatto presente questa cosa mi hanno risposto: "e allora?". Non sono per nulla turbati, si fidano e gli va bene così. Ho anche chiesto se questo programma si discute prima nei meet-up: mi han detto di no, che aspettano tutti la piattaforma. E allora cosa posso fare, se non aspettarla anch'io?

    RispondiElimina
  10. Berlusconi ha varato le leggi di cui oggi equitalia fa uso e asserisce che siamo nel terrorismo tributario. E' come dotare i vigili di bazuka per sparare a chi passa col rosso e poi gridare che è ora di smetterla di sparare e fare dannni. Tutti hanno appoggiano Monti che ha introdotto l'IMU (la maggioranza ha votato e approvato) e adesso tutti a sbandierare che se vincono loro tolgono subito l'IMU. Le mani in tasca agli italiani, non le ha messo SB, le ha fatto mettere a Monti per non sporcarsi le sue.

    Così lo stesso per il PD con Visco e il ministro per cui le tasse sono bellissime non era meglio. La lega con le ampolle, trote lauereate e puttanate varie hanno dimostrato cosa diventa un uomo con il potere.

    Cazzo, stavolta voto per l'ultima volta e voto M5s e se rompono le balle a tutti, tanto per non farsi mancare i soldi per i loro capricci pensioni d'oro, boairdi di stato con stipendi milionari (il direttore generali delle carceri guadagna oltre 600.000 € e le carceri fanno pena, Manganelli guadagna lo stesso e il meridione è in mano alla criminalità). Se rivedo lo stesso film che mi ha nauseato vado all'estero.

    Chiedere agli austriaci di tornare a governare l'Italia perchè il popolo italiano ha dimostrato, dopo 150, di non esserne all'altezza, sarebbe la cosa più seria da farsi

    RispondiElimina
  11. Per anonimo delle 16.41 (che sarebbe Francesco che si è dimenticato di firmarsi? Lo dico senza accusa eh, solo per sapere),

    scusa ma non capisco, è così importante sapere chi darà la piattaforma? O è più importante vedere se, una volta arrivata, la piattaforma sarà davvero democratica come Liquid Feedback o no?

    Se ad esempio la famosa piattaforma sarà Liquid Feedback, ti scoccerà così tanto che l'avrà scelta Grillo o Casaleggio?

    A me non interessa chi mi fornirà la piattaforma, a me interessa solo che questa sia democratica. Paradossalmente non mi interesserebbe se la piattaforma la scegliessimo noi elettori e poi però la piattaforma scelta non sarebbe democratica in stile "1 vale 1". Mi spiego? In questo caso, a differenza dello scegliere ad esempio candidati e programma, la cosa che mi interessa di più è il risultato non il metodo. Una volta avuta la piattaforma democratica, si potrà applicare davvero la democrazia e non voglio più vedere nulla imposto da Grillo o Casaleggio, ma prima di far fare tutto a noi elettori ci vogliono gli strumenti adeguati! ;)

    Comunque io ho sempre risposto a tutte le domande di chiunque mi sembra (per quello che so rispondere).

    RispondiElimina
  12. Non vorrei risvegliare i piddini dal loro sogno bagnato di un pd pulito e casto ma il caso fiorito + comune laziale, interessa anche il vostro bel partito de ladracci, non è un esclusiva del pdl.

    Partendo già da questa realtà, direi che qualsiasi partito in confronto alla bella accoppiata pd-pdl è un college inglese di teenagers strafiche.

    RispondiElimina
  13. @ Dario:

    sì sono io :), non ritengo così importante sapere chi darà la piattaforma, in quel commento rispondevo solo a sd che diceva "è sbagliato stare a vedere". In questo momento io come tutti i grillini che ho sentito stanno a vedere, cioè aspettano, per quanto riguarda il programma nazionale del M5S.

    @ Homer e tutti quanti criticano il pd: sono d'accordo con gran parte delle critiche (ma non con tutte, se volete approfondiamo), purché non si dica che pd e pdl sono uguali.

    Tendo a premiare i grandi partiti perché vorrei un sistema con pochi, grandi partiti, anche se al loro interno inevitabilmente ci saranno differenze e posizioni non perfettamente aderenti alle mie, e anche più "scilipoti", come li chiama Grillo. Dovendo scegliere tra pdl, pd e m5s, elimino senza dubbio il pdl.

    Il m5s non mi convince, tra le altre cose, quando dice di voler eliminare tutti i partiti, io vorrei che fosse un partito. E che lo statuto venisse chiamato statuto, mi sembrano una pagliacciata dare nomi diverse alle cose per farle sembrare altro: uno statuto è uno statuto! Con queste premesse, difficilmente mi considererete dei "vostri". Ma non dispero, aspetto che ci sia la piattaforma, discuterò con voi il programma, e se mi convincerà vi voterò che voi mi consideriate dei vostri oppure no. Se non mi convincerete, il pd sarà per me il male minore.

    Francesco

    RispondiElimina
  14. Io vorrei approfondire! Con quali critiche non sei d'accordo?

    Comunque il m5s dice di voler eliminare tutti i partiti e dice di non essere un partito proprio per cercare di distinguersi. Infatti tutti i partiti, chi più (PDL e PD) e chi meno (IDV per esempio), hanno scandali dietro. Perchè hanno scandali dietro? Perchè girano sempre soldi che attirano "scilipoti" e perchè ci sono sempre le stesse cazzo di facce da 20 anni o più! Da qui il voler abbassare a 2500 euro lo stipendio dei consiglieri regionali (quelli del m5s se lo sono autoridotto), il voler eliminare ogni privilegio e vitalizio, il voler fare fare al massimo 2 legislature cioè 10 anni e poi a casa e via dicendo..

    PD e PDL sono uguali perchè tutti han fatto porcate, tutti prendono per il culo, e tutti hanno preso centinaia di milioni di euro di rimborsi che non si sa che fine han fatto poichè questi partiti sono tutti allergici alla trasparenza.

    Sono contento se voterai alla fine m5s, ma ti faccio notare che sei indeciso tra 2 partiti completamente diversi! E' come se fossi indeciso tra il mangiare un'aragosta al ristorante di Chef Ramsay o un panino dal porcaro! Scegli cosa vuoi per carità, però renditene conto, perchè secondo me non hai ben capito quali e quante sono le differenze :)

    Comunque ti consiglio di vederti sto video che spiega un po' cos'è Liquid Feedback, che ora stanno usando i Pirati e che spero userà alla fine anche il m5s. Il PD una cosa così non la userà mai ovviamente, altrimenti sarebbe davvero democratico e.. chi ci guadagnerebbe?? http://www.youtube.com/watch?v=IipkMtxy6mc

    RispondiElimina
  15. Ah comunque Francesco, giusto per farti capire com'è il PD nella mia città.. Leggiti questi 2 articoli in ordine e se vuoi guarda anche i video. Ovviamente cerca dove vuoi su internet ma è tutto vero..

    http://www.movimentotorino.it/2011/11/lassunzione-del-portavoce-del-sindaco-fassino-tutto-regolare.html

    http://www.movimentotorino.it/2012/07/il-contratto-del-portavoce-del-sindaco-ala-corte-dei-conti.html

    E ora dimmi, davvero è così diverso il PD dal PDL? :)

    RispondiElimina
  16. "Il m5s non mi convince, tra le altre cose, quando dice di voler eliminare tutti i partiti, io vorrei che fosse un partito. E che lo statuto venisse chiamato statuto, mi sembrano una pagliacciata dare nomi diverse alle cose per farle sembrare altro: uno statuto è uno statuto!"

    Accidenti che grande motivazione che hai trovato per non votare il m5s, una grande e importante motivazione, specialmente molto intelligente.

    Dammi retta, vota il tuo pd, ne sei un degno esponente.
    Uno che decide chi votare a seconda di come un movimento nomina le cose e non guarda la sostanza, nè le ruberie e gli anni di intrallazzi e soprusi verso la gente comune, portati avanti dal pd merita di votare quest'ultimo senza ombra di dubbio.


    "Con queste premesse, difficilmente mi considererete dei "vostri"."

    Lol, tu sei fuori, in casi come questi, a Roma c'è un pittoresco modo di dire che non di rado si ode pronunciare per le trafficate vie della millenaria capitale:

    "Ma chi tesencula."

    Che in italiano equivale un pò ad un: "vota chi vuoi, non ci tange."

    RispondiElimina
  17. Solo per la cronaca... molto meglio l'approccio di Dario e sd che quello di Homer: spero che i tanti duri e puri grillini lo sappiano, perché per sconfiggere il sistema abbiamo bisogno del sostegno di più gente possibile, altro che "vota chi vuoi, non ci tange"!
    Un grillino certificato sul portale del MoVimento quando questo ancora aveva percentuali infinitesimali...

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Francesco, dici che bisogna chiamare le cose col proprio nome senza giochini linguistici.. è giusto, negli ultimi vent'anni ci hanno fregato in parte proprio con le parole, basti pensare ad espressioni fasulle come "lo scontro fra politica e magistratura", tanto per fare un esempio.
    Occorre allora stabilire quale espressione abbia più senso e sia più appropriata per indicare qualcosa. La parola "partito" dovrebbe indicare una "parte" politica con delle proprie idee e progetti diversi dagli altri. Ora, in uno scenario in cui tutte le presunte parti campano e si arricchiscono a sbafo attraverso lo stesso sistema (che è cosa diversa e un pelino più complessa del ridurre tutto semplicisticamente ad un "sono tutti uguali"), in cui ci si fa la guerra di giorno e la notte si inciucia per spartirsi nomine in rai, difendere privilegi e arraffare soldi pubblici, e si sopravvive tutti con la stessa logica delle tifoserie (che assicura sempre voti per una delle tue parti se non altro per contrastare l'altra, e tu stesso hai ammesso che scegli il pd per non scegliere il pdl) ha senso secondo te parlare di "partito", cioè parte politica? Che poi alcuni mangino con le mani e ruttano e gli altri usano forchetta e coltello, la sostanza non cambia, il principio deve essere non magnare, cioè non arricchirsi sulle spalle dei cittadini. Nella logica del dare importanza alle parole quindi, secondo me, soltanto il definirsi "partito" ti fa già assomigliare ad un certo modello di politica, ti fa apparire come la faccia nuova di una routine già trita e ritrita in perpetuo autoriciclo, per questo credo sia importante che questa nuova forza politica si definisca "movimento" e che abbia un "non statuto" (cioè un insieme di regole che non sono semplicemente una organizzazione diversa ma un tipo di approccio di base alla vita politica radicalmente nuovo ed in continuo perfezionamento con l'apporto di tutti gli attivisti)
    Non nego affatto che ci sia chi sostiene questo movimento per tendenza, per mera reazione all'odierno marciume o per votare Grillo, da sostenitore del M5s credo che sbaglino e spero che approfondiscano le ragioni delle proprie scelte in modo più responsabile. So che ci sono tante cose da perfezionare a partire da quella piattaforma indipendente per organizzare le tante idee e proposte che già ci sono in un vero e proprio programma nazionale concordato da tutta la base, adesso pare stia arrivando, c'è voluto il "caso Favia", pazienza, l'importante è che si sia ottenuto questo risultato, se sono stati necessari certi "passaggi" sono stai un bene anche quelli... Sarebbe stato meglio che fosse nato tutto spontaneamente dagli attivisti, anziché "essere concesso" da qualcuno, ok, ma quello che voglio dire è: non buttiamo il bambino con l'acqua sporca, anche io avrei preferito ci fosse stato qualcosa di più simile ai pirati tedeschi, ci stiamo arrivando.. a me, credimi sembra già incredibile che si siano ottenuti certi risultati, che un movimento così abbia ottenuto percentuali così in un paese così, ti assicuro, ancora non mi faccio capace...
    E se poi dovessero nascere ulteriori movimenti con la stessa impostazioni di base, fondate sulla democrazia diretta partecipata, ma con proposte, soluzioni e modalità di attuazioni pratiche diverse, magari da me non condivise, sarei ancora più contento.
    E' chiaro poi che per sua natura una realtà del genere è immensamente più difficile da gestire, ma qui non si tratta di scegliere la migliore tra le varie ricette, qui si affaccia per la prima volta la possibilità di tentare un percorso possibile verso una concezione totalmente differente e realmente democratica della vita pubblica, una rivoluzione innanzitutto culturale
    saluti
    passo

    Stefano

    RispondiElimina
  20. Per sconfiggere il sistema c'è bisogno di gente che sa ragionare non che spara cazzate del tipo "non voto m5s perchè chiama le cose in quel modo" ma va a cagare.

    Io sarò scurrile e molte volte lo faccio anche apposta ma gente come voi che non sapete usare uno straccio di intelligenza, che avete mille prevenzioni, che fate le pulci all'unico movimento pulito esistente in italia ma non guardate minimamente lo schifo continuo e perpetuo della vecchia repubblica, è gente che non merita neanche un dibattito, perchè con i vostri giochini prendete per il culo la gente magari disposta a rispondervi con enorme pazienza.
    Pazienza che non meritate semplicemente perchè tanto non uscite dalle vostre limitazioni, il preconcetto lo avete verso il m5s e tale rimarrà qualsiasi sia la risposta e le prove reali fornite ( è sono davvero tante), quindi perchè buttare tempo dietro un demente che " forse vota pd perchè il m5s non chiama col suo nome le cose" quando il pd ha dato riprova di essere un partito di ladri?
    Ma veramente credi di parlare con dei cojoni? Cojonerai qualcun altro ma a me non me incanti, te sei del pd e voterai pd, qualsiasi cosa ti si dica, per tale ragione, vota chi vuoi e buon divertimento.

    RispondiElimina
  21. pd ladri e banchieri pure Homer.

    Cercate pd goldman sachs con google, e guardate l'articoletto sul sito del loro stesso partito.

    Si vantano del fatto che goldman sachs vota per loro.

    E sto stronzo mummificato di bersani ci viene a dire che il pd è contro alle banche e alla grande finanza.

    Basta pagliacci incravattati.

    RispondiElimina
  22. approfondire è lungo… proviamoci, ma c’è così tanta carne al fuoco che temo di non avere abbastanza tempo! Ho letto:

    - “..e adesso tutti a sbandierare che se vincono loro tolgono l’IMU”, ma il pd non l’ha detto;

    - “…il pd con visco e il ministro per cui le tasse erano bellissime non è meglio”, visco ha provato più di altri a combattere l’evasione (tanto che alcune sue vituperate misure sono state rivalutate una volta che è uscito di scena), TPS ha detto una cosa provocatoria ma giustissima: le tasse sono un ottimo strumento per ridistribuire la ricchezza, forse chi si ferma al titolo dell’articolo non lo sa.

    - “bicamerale” non è un’offesa!

    - scalata unipol-bnl: il fatto non sussiste, pena ridotta per consorte (solo aggiotaggio e per quanto riguarda bpi-antonveneta non unipol-bnl), nessuna guida politica. Certo i giornali di dx ci marciavano, ma non bisogna farsi incantare…

    - “parlamento di nominati”, direi che forse il pd ha sbagliato a non predisporre una rete capillare di primarie per ogni parlamentare, ma è evidente che c’è una differenza: la legge elettorale che oggi tutti criticano fu votata dal pdl e il pd votò contro! Non è un dettaglio. Oggi tutti dicono di volerla cambiare (il pdl con che faccia?), vedremo alla prova dei fatti.

    - napolitano-mancino: il pd vuole che l’inchiesta continui. non abbatte un’istituzione di garanzia a inchiesta in corso.

    - anche su alfonso papa sono state dette delle sciocchezze, forse si è ormai abituati a sentire le notizie molto superficialmente e a considerare talmente tutti uguali che non ci si fa neanche più caso di chi ha votato cosa! Per la cronaca, il centrodestra non ha votato per l’arresto di papa (solo la lega). Il PDL ha votato contro, il pd a favore. Il pdl ha sempre e solo votato contro in tutta la sua breve storia parlamentare.

    - il caso tedesco è più controverso, ma a suo modo emblematico. Chiariamolo una volta per tutte. Le votazioni al senato erano segrete, su richiesta del Pdl. Il pdl ha votato e dichiarato di votare contro l’arresto, il pd dichiara di votare a favore e viene accusato di aver votato in parte contro. Erano presenti 101 senatori del pd, insieme a lega, udc e gli altri favorevoli avrebbero dovuto arrivare a 157, ma il voto favorevole all’arresto arriva solo a 127. Il che potrebbe anche comprendere tutti i pd più altra gente. Chi ha dichiarato di votare sì e poi non l’ha fatto? Non lo sapremo mai con certezza. Forse qualche suo amico nel pd, forse al centro, forse nella lega. Allora guardiamo il voto palese alla giunta per le autorizzazioni: il presidente pd (follini) si astiene, Pd, Idv e Udc votano per l’arresto, il Pdl contro, la Lega esce dall’aula. Allora? Non è finita, successivamente ci sono altre due richieste di arresto, sempre per tedesco, in giunta: la prima la respinge 10-9 (per l’arresto Pd, Idv, Udc, Api, Ln; contro Pdl e Coesione Nazionale), la seconda finisce 12-7 (per l’arresto Pd, Idv, Udc, Api; contro Pdl, Ln e CN). Siamo sicuri che la colpa sia del pd? Ma soprattutto, siamo sicuri che non c’è differenza alcuna tra pd e pdl? Siamo seri.

    RispondiElimina
  23. @ Dario,
    sopra ti ho scritto alcune cose che ho sentito attribuite immeritatamente al pd, giusto perché me le chiedevi, ma su tante altre rimane la mia condanna senza appello: su privilegi e legalità fate bene a martellare, sono con voi.

    Venendo al resto:


    Comunque il m5s dice di voler eliminare tutti i partiti…” tutte quelle cose le può fare anche un partito: 2 mandati, eliminare privilegi, rifiutare o controllare i rimborsi elettorali, abbassare gli stipendi.

    “PD e PDL sono uguali perchè tutti han fatto porcate, tutti prendono per il culo, e tutti hanno preso centinaia di milioni di euro di rimborsi che non si sa che fine han fatto poichè questi partiti sono tutti allergici alla trasparenza.” Mi risulta che il PD nazionale abbia una certificazione esterna dei bilanci fin dalla sua nascita.

    “ti faccio notare che sei indeciso tra 2 partiti completamente diversi!” Ti confondi o è un lapsus freudiano quando dici che sono indeciso tra due partiti diversi? Ecco, io sarei felice se abbandonaste questa ambiguità e diceste a chiare lettere di essere un partito: sarebbe tutto più chiaro, più facile da organizzare e per me più accettabile da sostenere. I movimenti sono i no tav, i no global, comunione e liberazione, le correnti di pensiero… il M5S ha uno statuto e propri eletti, organizza programmi vincolanti a 360° e primarie online, ma si vergogna a chiamarsi partito (mi ricorda i partiti di destra europei che si fanno chiamare “popolo” o “rassemblement” pur di non chiamarsi partiti!).

    Le differenze in buona parte le ho capite, molte altre le devo ancora capire perché il M5S è in formazione e non è molto chiaro neanche ai suoi attivisti. Per questo non vedo l’ora che ci sia questa benedetta piattaforma. Forse tu mi sai già rispondere: per cominciare, voi su ogni questione farete votare i cittadini? Ogni singolo voto che dovrete fare in parlamento lo fate votare ai cittadini prima? Questo non lo so, e tu? E direi che è un punto fondamentale a dire poco.

    “Comunque ti consiglio di vederti sto video che spiega un po' cos'è Liquid Feedback…” Liquid Feedback lo usa il partito pirata, appunto: un partito. Cosa contestate voi ai pirati? (Certo a loro manca un miliardario che dedichi tempo e urla alla causa, e gli italiani seguono chi fa la voce grossa).

    A me piace discutere e votare un programma online, ma ci vuole un disegno organico e coerente, unito ad una certa idea ispiratrice che non può essere solo “ognuno dica quello che vuole”. Mi spiego meglio: all’interno di un partito con una chiara ispirazione, mettiamo, socialista, se tutti gli iscritti socialisti votano un programma online è un conto, se invece parliamo di un movimento senza alcuna ideologia ispiratrice io posso sì partecipare alla stesura del programma, ma se poi la maggioranza non ne può più delle tasse quindi decide di tagliarle drasticamente e con esse i trasferimenti a chi ne ha bisogno non posso sentirmi vicino a quel movimento, o partito che sia. Visto che non ho ancora capito che strada prenderà il vostro programma, non mi posso esprimere prima sulla mia preferenza. Se volete uscire dall’euro, per dirne una, io credo che voterò pd perché pur con tutti i suoi difetti farebbe meno danni, secondo me. Capito il meccanismo?

    Francesco

    RispondiElimina
  24. @ dario, per finire

    Quello che succede nella tua città non lo so, ho letto l’articolo e guardato il video, posso solo dire che non mi piace quello che ho sentito (lo prendo per vero) e che se gli altri sono meglio alle prossime elezioni sarà meglio votare loro. D’altronde non ho nessuna difficoltà a dire che il M5S fa una battaglia che condivido in pieno sulla legalità e sugli stipendi troppo alti; se fossi di Torino mi informerei anche sul resto e probabilmente vi voterei. Come vedi sono molto aperto.

    Secondo me il pd e il pdl sono diversi, da una rapida occhiata ai condannati in parlamento si ha un’idea delle proporzioni: 1 a 19. Sui principi ispiratori e sulle leggi approvate c’è una differenza evidente: per rimanere sull’attualità, il Pd vuole votare la legge sulla corruzione e il Pdl no. Il Pd fa primarie (insufficienti e imperfette, ma importanti), il Pdl acclama il leader. Berlusconi e Bersani sono diversi nello stile, nella vita e nella politica. Dall’immigrazione ai diritti civili, dalla politica estera a quella fiscale, sono nettamente più vicino al pd che al pdl e dire che sono uguali mi fa accapponare la pelle. Che dire, delle differenze per me ci sono eccome. La questione è che il pd è lontano dall’essere il mio partito ideale: quell’1, per fare un esempio, non è 0. Voi mi garantite che per il m5s sarà 0. Bene, ottimo inizio! Vediamo anche il resto. Se nel complesso sarete più vicini a me di quanto lo è ora il partito democratico ne sarò ben felice. E vi voterò. Mi pare un ragionamento ovvio.

    Francesco

    RispondiElimina
  25. @ sd, dario e a chi mi vuole leggere:

    secondo voi ha senso che continuiamo a confrontarci? Mi fa male leggere gli insulti di Omero e compagnia, che non mi conoscono minimamente e dicono "sei del pd"! A me, che proprio in tutto questo tempo speso a rispondervi il più precisamente possibile mi ero quasi convinto, pur aspettando il programma, di votare 5S... a me, che tutti mi riconoscono essere apertissimo e pronto a cambiare idea. Travisando le mie parole, mai ho detto "non voto il M5S perché chiama le cose in un certo modo", cercavo di capire se uno che crede nell'utilità di un'istituzione come un partito potesse impegnarsi in un meet-up e nella costruzione della nuova italia con voi...

    Ma certo, ma "chi tesencula", "tu sei fuori". Lol, parola di Omero.

    Francesco

    RispondiElimina
  26. Non ci sara' storia il m5s stravincera'

    RispondiElimina
  27. @ Anonimo, 29 settembre 2012 01:40

    per quello che vale, confermo. Attualmente sono orientato a votare M5S, ma ogni volta che leggo messaggi come quello di Homer me ne allontano, è più forte di me. F.

    RispondiElimina
  28. Azz hai scritto un sacco di cose! Ti risponderò per quello che so :)

    Intanto premetto che, a mio parere, a livello legale il m5s è un partito, quindi per quello ho detto che sei indeciso tra due partiti. In sostanza però il m5s si differenzia molto dai partiti! Quando dico che tutti i partiti devono sparire intendo tutti i vecchi, ad esempio per ora il Partito Pirata mi piace molto e sarebbe la mia seconda scelta in caso il m5s mi deludesse. Infatti non sono un fanatico, nel momento in cui il m5s mi delude provo coi pirati. Sottolineo però che per ora tutto sta facendo meno che deludermi e sottolineo che il Partito Pirata è completamente diverso dai partiti attuali. Si chiama Partito ma non è un partito se per partito intendiamo quelli attuali, capito? Quindi il mio non era un lapsus, e spero di essermi spiegato. La frase "non siamo un partito" è un gioco di parole? Secondo me sì, come il "non statuto" è un gioco di parole, ma da una parte è anche vero in quanto il m5s è davvero diverso!

    E' un po' come se inventassero (senza entrare nella polemica che esiste già o no) una macchina che va ad aria e la chiamassero "veicolo" e non "macchina" per distinguerla. Poi in realtà è una macchina, ma la denominazione veicolo può servire per distinguersi dal resto, in quanto la macchina ad aria non inquina e ha meccanismi molto diversi. Capito? Queste "strategie" possono piacere o meno, a me piacciono forse a te no, ma sai meglio di me che non è questo l'importante.

    Detto questo, ad esempio sui condannati, come avevo già scritto in un altro post..

    "Il partito democratico attualmente ne ha ben 13 di personaggi poco raccomandabili in Parlamento!!!
    Qui l'elenco di

    "CONDANNATI, PRESCRITTI, INDAGATI, IMPUTATI E RINVIATI A GIUDIZIO
    ELETTI IL 13 E 14 APRILE 2008 AL PARLAMENTO ITALIANO"

    http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/Parlamento_pulito_2008.pdf

    Da notare che le fonti sono

    “Se li conosci li eviti” di Marco Travaglio e Peter Gomez - Ministero dell’Interno www.interno.it"

    e di conseguenza attendibili."

    RispondiElimina
  29. Ora passiamo al resto..

    - Sull'imu in effetti non mi sembra che il PD la voglia togliere

    - Sulla bicamerale chiedi a Homer, non so cosa intendesse

    - Su bnl-unipol già solo sapere ste cose mi fa rabbrividire.. E l'aggiotaggio non è roba da poco!
    http://www.youtube.com/watch?v=0HXXlivGs-g
    http://www.youtube.com/watch?v=r4LjWHNh7uA

    - Sulla legge elettorale, ormai è troppo tardi per cambiarla. Parlano tanto ma alla fine la vogliono pure loro sta legge dai..

    - Il pd sta con Napolitano da una parte e con Ingroia dall'altra.. Non si capisce! http://www.linkiesta.it/festa-pd-milano-ingroia

    - Sul caso Papa forse hai ragione, non l'ho seguito molto sinceramente

    - Sul caso Tedesco le votazioni erano segrete, quindi scusa ma non mi fido di chi dice davanti a tutti che vota si.. Io senza trasparenza non credo a nessuno, figuriamoci a quelli del PD!!!

    - Rispetto alle cose come 2 mandati ecc ecc si le può fare anche un partito vecchio peccato che non lo faranno mai nè l'hanno mai fatto, chiediamoci perchè! :D

    - Scusa sei conscio del fatto che nel 2008 il PD ha intascato 180 milioni dopo averne spesi circa 18! E' come se io spendo 100 euro e ti chiedo il rimborso di 1000 euro. Non ti sentiresti preso per il culo? E poi scusa mi linki un sito dove posso vedere tutte le spese dei gruppi consiliari regionali e tutte le spese usate per i rimborsi elettorali? Io non trovo nulla da nessuna parte.. Non vedo trasparenza appunto! Di quello parlavo! 0 trasparenza = cose losche sotto. Per me vale questa equazione e gli scandali continui in (quasi?) ogni partito lo stanno dimostrando.

    - Sulla questione "partito" o "movimento" ti ho già risposto.

    - E' perspicuo che i cittadini non votaranno ogni cosa, come si potrebbe avere tempo?? In consiglio comunale ad esempio a volte si devono votare cose da un momento all'altro, non c'è tempo materiale per discutere e far votare i cittadini su ogni cosa, ma c'è tempo per discutere e decidere insieme programma e candidati. Come c'è stato tempo per i consiglieri regionali dell'Emilia di proporre le loro dimissioni ogni sei mesi. In tal modo se hanno fatto stronzate vengono allontanati.

    - Cosa contesta la gente non lo so, ma a me piacciono come ti ho detto. Per ora preferisco il m5s in quanto ha già dei principi base che mi piacciono molto ecc ecc.. Però ti prego non dirmi "Certo a loro manca un miliardario che dedichi tempo e urla alla causa" perchè sai meglio di me che Grillo i soldi se li è fatti onestamente e con soldi di privati che sono voluti andare a vedere i suoi spettacoli e han comprato i suoi libri. Non come gli altri leaders dei partiti che sono strapagati da tutti noi, anche da me!

    - Si ho capito ma non devi pensare che la gente sia tutta scema. Se i referendum sul nucleare ad esempio sono andati come sono andati, evidentemente non siamo così stupidi come popolo. Comunque sei libero di essere scettico, in tal caso aspetta e vedrai, però non avere pregiudizi per favore e sii obiettivo, e ricordati che comunque il programma sarà fatto da noi, e non da pochi, e questa è cosa non da poco vista l'oligarchia dei partiti.

    Comunque per me ha senso confrontarsi con gente come te, aperta di mente. Forse Homer è un po' troppo "diretto" o malfidente ma devo dire che in post precedenti abbiamo avuto a che fare con veri invasati del PD, che all'inizio sembravano come te e poi si sono trasformati in teste di c...o pronti a insultare!

    RispondiElimina
  30. PS: Sempre a Torino alle ultime comunali quelli del PD avevano candidato pure "La Ganga", cioè un craxiano che patteggiò una condanna per tangenti ai tempi di Mani Pulite, ora candidato nel PD, e Quagliotti, il responsabile della campagna e del programma di Fassino, persona già coinvolta nello scandalo del 1983 che fece cadere la giunta Novelli e poi condannata per aver incassato una tangente dalla Fiat per conto del PCI.

    Oppure vogliamo deliziarci di questo video? http://www.youtube.com/watch?v=KEL2gtxPR8I

    Ma queste sono solo poche perle eh del PD della mia città :)

    RispondiElimina
  31. @ Dario, non volevo scrivere tutte quelle cose, ma mi è stato chiesto e le discussioni le prendo sul serio (troppo?). Però serve dai, non è tempo sprecato, io mi sono avvicinato al M5S più di quanto fossi (sempre finché non leggo Homer!), tu hai imparato se non altro come sono andate le votazioni su Alfonso Papa! ;)

    Avrei precisazioni su ogni punto, ma me (e ve) le risparmio, penso sia una buona idea. Ovviamente se qualche punto vi sta particolarmente a cuore, vi dico la mia (in particolare su legge elettorale, napolitano-mancino, Tedesco, aggiotaggio).

    Mi interessa tantissimo invece il tema partito: mi piace la tua posizione, ma temo che Grillo la pensi diversamente e voglia fare qualcosa di radicalmente diverso da un partito, qualcosa che non sia un partito, non solo di facciata ma anche di fatto! Insomma, la questione che mi sta a cuore è questa: SE IO CREDO CHE POSSA ESISTERE UN PARTITO SANO, SE SOSTENGO CHE IL M5S DEBBA ESSERE UN PARTITO NUOVO, DEMOCRATICO NEL SENSO PIU' PIENO DEL TERMINE, E SE SOSTENGO CHE CHIAMARLO MOVIMENTO SIA SOLO UN MODO DI DIRE PER DISTINGUERLO DAGLI ALTRI (COME VEICOLO-MACCHINA), POSSO IMPEGNARMI NEL M5S E FARNE PARTE A PIENO TITOLO? Grazie, ciao. F.

    RispondiElimina
  32. Dario,si vede subito di che pasta sei fatto.E,ti posso assicurare,è una pasta alquanto avariata.Se tu avessi un minimo di palle perlomeno non faresti tanto il misterioso,come già hai fatto in altri tuoi messaggi,dicendo "qualcuno sembrava come te poi è diventato così e cosà" ma non citando la persona con cui hai avuto a che fare...come si dice a Bologna,"vèt mo a fè dal pìp".Se vuoi dire una cosa,sii diretto,certo non come Homer,ma dilla senza tanti giri di parole,dì con chi hai avuto problemi.Io in quella tanto citata discussione mi sono incazzato con te e con homer perchè,al solito,homer offendeva,e tu gli davi manforte,sostenendolo e dandogli ragione su tutto e per tutto.Questo mi ha fatto capire che tu sei fatto della stessa pasta di homer,anzi sei molto peggio di homer,perchè lui faceva il lavoro sporco e te pure lo sostenevi.Che codardo...di certo non mi pento di ciò che ho affermato in quella discussione,sia ben chiaro,questo non è affatto un modo per scusarmi,se mi ricapitasse ora lo rifarei di nuovo,senza pensarci sù due volte.
    In quanto invece a quella famosa lista di imputati stilata da quel pappamolle di travaglio,se tu fossi ben informato sapresti innanzitutto che Carra e Lusetti sono passati nel gruppo parlamentare dell'udc,e che la maggior parte di quegli imputati son tutti ex Margherita,dunque quasi tutti ex dc,formato andreotti,tanto per capire che genere di persone losche sono.In quanto invece al fatto dei due mandati massimi,ti faccio notare che nello statuto del Pd è previsto un massimo di tre mandati,e a parte degli elefanti come D'Alema e Bersani non mi pare che tutti i parlamentari del Pd siano gli stessi da 30 anni...semmai sono i big che sono gli stessi da 30 anni.

    RispondiElimina
  33. Francesco, mi pare che Dario abbia risposto a tutto. Aggiungo solo che: a) con l'accusa al bicameralismo intendevo questo: http://temi.repubblica.it/micromega-online/travaglio-piu-dellinciucio-pote-dalema/
    b) su Tedesco non sapremo mai chi ha votato cosa (non sia mai fare qualcosa alla luce del sole per carità), dico che un partito alternativo alla mafia della libertà non dovrebbe consentire ad un assessore regionale di blindarsi in Parlamento per avere l'immunità garantita. Perché bisogna dire che Berlusconi è brutto e cattivo per continuare a tenersi la tifoseria (ma attenzione, senza mai nominare mangano, le origini oscure della sua fortuna, anzi "é un grande imprenditore"), però da tanti begli insegnamenti
    c)sulla vicenda Napolitano-Mancino, che sarebbe uno scandalo di proporzioni immani pure nel Burundi con tutto il rispetto, dal Pd non si è sentito null'altro se non un "lasciate stare Napolitano" (toccateci pure le mamme ma sua maestà il presidentedellarepubblica no!!), solidarietà alla procura di Palermo manco per scherzo, e beh, mica sono saltati in aria col tritolo, mi pare giusto no? Chiedere cosa si siano detti in quelle telefonate poi, indipendentemente da tutte le prassi e e le procedure legali... vabbe',sogni d'oro. Ah già, Napolitano viene dalle loro fila. Ah già, anche Mancino. Per non parlare dello "smemorato" Violante. E ci siamo capiti...
    Per quanto riguarda la scalata bancaria, indipendentemente dalle vicende giudiziarie, il compito dei rappresentanti parlamentari non è mettere la mani su istituti bancari e gridare trionfanti al telefono "abbiamo una banca", ma amministrare il bene comune rendendone conto ai cittadini e non devono avere nulla a che fare col mondo della finanza se non per questione esclusivamente politiche di interesse pubblico.
    Poi resta sempre la questione delle leggi ad personam mai eliminate, la votazione per l'abolizione dei vitalizi (tutti contrari in fraterna concordia ad eccezione del'idv), le questioni dell'alleanza con il partito di Cuffaro e dell'ex ministro Romano, o le vicende immediatamente successive la caduta di Berlusconi, quando il Pd avrebbe potuto legittimamente chiedere nuove elezioni, praticamente sicuro della vittoria e della conseguente definitiva uscita di scena di B., e invece ha scelto di allearcisi e governare insieme. Poi i casi Penati, i viaggi a scrocco di D'Alema (non proprio gli ultimi due simpatizzanti piddini), l'espulsione dei sindaci contrari al Tav (cioè al solito magna-magna sulle opere pubbliche) e anche stavolta tiro fuori solo quelle che mi vengono in mente al momento, ma sinceramente mi pare già ce ne sia abbastanza da non consentire di parlare di "casi sporadici"...

    Che poi ci siano esempi virtuosi (pochi) anche nel Pd o persone come te che in assoluta buonafede possono votarlo convinti della validità di certi sacrosanti propositi a prescindere dalle modalità di attuazione, o che i governi di centrosinistra qualcosa di buono abbiano fatto, mi sembra che la sostanza nel complesso continui a rimanere la stessa. E a dimostrazione che il M5s non sia una semplice reazione qualunquista voglio ricordare che Beppe Grillo ha iniziato le sue battaglie politiche proprio proponendosi provocatoriamente come candidato alle primarie del pd, per far sì che i centrosinistra facesse proprie determinate battaglie che altro non erano se non istanze di maggiore democrazia e trasparenza e il Pd fondamentalmente gli ha risposto "va al diavolo e non rompere".

    RispondiElimina
  34. Non sono tutti uguali.. e chissenefrega?? Io non voglio scegliere tra chi fa la rapina e chi fa il palo, tra la banda bassotti e la loro copia sfigata, io voglio persone pulite che non passino la vita in parlamento godendo di stipendi faraonici e privilegi vergognosi ma rendano conto ai cittadini delle loro azioni sempre (non solo un mese prima delle elezioni) e decidano ogni provvedimento insieme al popolo che rappresentano, con paghe congrue e senza trucchetti squallidi da cartomanti televisivi tipo i rimborsi elettorali et similia. Questo è uno dei motivi per cui sostengo il Movimento.
    Un'altro è la necessità di una rivoluzione innanzitutto culturale in questo paese in cui il bene comune è visto come un ostacolo da sormontare. E questa esigenza sarà una delle principali difficoltà , perché se abbiamo dei Fiorito, Lusi, Belsito, Penati etc., è perché sono stati eletti da altrettanti fiorito lusi e belsito con la lettera minuscola, che non hanno avuto l'occasione di arrivare al loro posto prima di loro.
    Non capisco e non capirò mai la tua esigenza di un "partito" cinque stelle, sembra quasi un bisogno di rassicurazione. Io trovo molto più rassicurante che il Movimento di questa partitocrazia non abbia la minima traccia, neanche la nomenclatura. Saluti

    RispondiElimina
  35. Gabriele apparte il fatto che non per forza mi riferivo a te, visto che non sei l'unico che ha insultato purtroppo, infatti il mio era rivolto un po' a tutti (te compreso ovviamente ma non solo a te, strano ma vero non sei stato il peggiore).

    Detto questo, sono io quello senza palle? Sei sicuro? Guarda che non sono io quello che insulta dietro ad uno schermo..
    Anzi te l'ho già detto vediamoci e dimmeli in faccia tutti gli insulti, compreso quello nuovo del "codardo", altrimenti taci, perchè io avrò dato manforte ad Homer su certe questioni ma questo non è un buon motivo per insultare me, capito testina? Facile fare i bulli dietro a uno schermo, te l'ho detto dimmele in faccia ste cose e vediamo dal vivo chi ha la voce più grossa....

    RispondiElimina
  36. Mi sembra che se c'è qualche coglione sia proprio da cercare tra chi vota (povero illuso) M5S (movimento 5stalle o 5str..zi).
    P.S.: A chi insulta si risponde a tono.

    RispondiElimina
  37. Io non l'avevo insultato, vai a leggerti i post.
    Se non sai le cose non parlare, ignorante (e non è un insulto, è un dato di fatto purtroppo per te).

    RispondiElimina