Ballaro' il sondaggio elettorale

Ecco i dati sulle intenzioni di voto degli italiani Ipsos appena presentati a Ballaro'.
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

18 commenti:

  1. PD quasi al 30%?

    Sondaggio svoltosi a Bettola?

    Ma ceeerto...

    RispondiElimina
  2. PD al 29%??? Ma, non ci credo neanche se viene a casa mia il signor IPSOS in persona!!! ;-)

    RispondiElimina
  3. occhio che il signor IPSOS magari viene davvero e ti "sonda"...

    Credo che sia quello il tipo di "sondaggi" in cui è esperto, visto che in quelli elettorali va dove gli tirano la giacchetta.


    RispondiElimina
  4. Finora IPSOS e SWG si sono dimostrati i più affidabili, di conseguenza se ora scrivono che il PD è quasi al 30% io, purtroppo, credo loro. Credo anche però che le cose cambieranno ben presto, come credo che in Sicilia ci saranno non poche sorprese a fine mese :)

    RispondiElimina
  5. Cerchiamo di ragionare e capire come vanno letti questi sondaggi.

    Innanzitutto dobbiamo distinguere 2 insiemi:

    1. quelli che rispondono al sondaggio, di solito circa un migliaio.

    2. quelli che NON rispondono al sondaggio, di solito almeno 5 volte il numero dell'insieme 1.

    Chi di solito risponde al sondaggio (insieme 1.)?

    - individui non travolti dalla crisi, se non in piccola parte;
    - pensionati;
    - famiglie benestanti;
    - ecc

    Chi di solito NON risponde (insieme 2.)?
    - imprenditori,commercianti, ecc sotto pressione (la stragrande maggioranza delle rispettive categorie);
    - precari;
    - disoccupati;
    - lavoratori al nero;
    - pensionati a basso reddito;
    - famiglie povere;
    - famiglie in difficoltà crescente;
    - persone scorbutiche/egoiste/maleducate;
    - ecc ecc

    Insomma dovrebbe essere chiaro che chi risponde ha una certa serenità, mentre la maggioranza di chi non lo fa è in qualche modo bastonato dalla crisi economica in corso.

    Quindi dall'insieme dei "sereni" abbiamo che circa il 30% votano pd, alimentato dai voti pdellini calamitati dal renzismo, e il M5S riesce a strappare un dato clamoroso oltre il 17%...

    Quando si andrà a votare si scoprirà quanto questi sondaggi siano lontani dalla realtà, in quanto non tengono conto dei NON "sereni", pertanto la situazione tra pd e M5S potrebbe essere addirittura opposta ...

    RispondiElimina
  6. L'unica calamita del pd ora come ora è la lotta bersano vs renzi che catalizza i voti. Se ci fosse solo bersani le percentuali sarebbero molto minori, è l'antagonismo che in definitiva stimola gli elettori "simpatizzanti" della sinistra.

    Ma a me sta anche bene, daltronde gli italiani ci devono sbattere la faccia ancora una volta. Tanto renzi è come gli altri, magna allo stesso modo e quando si accorgeranno che sono tutti uguali o ancora meglio, faranno una maggioranza con tutti i partiti dentro contro il m5s, finiranno di sputtanarsi e molto probabilmente il governo cadrà miseramente, tanto la maggioranza la sinistra da sola non riesce ad averla.

    Per ora mi sta bene che quei 70 deputati del m5s entrino nel parlamento, il resto verrà da se, perchè tanto sta feccia che ha sempre magnato sulle spalle del cittadino continuerà a farlo, non hanno neanche l'intelligenza di mostrarsi degni del voto, l'avidità li fregherà, tempo al tempo.

    RispondiElimina
  7. Mah robot, la tua analisi potrebbe essere buona, ma non mi convince del tutto.
    Intanto servirebbe un sondaggio per sapere chi risponde o no ai sondaggi... :)

    La mia opinione personale è che i sondaggi di oggi tendano proprio deliberatamente a danneggiare il M5S.
    Se ricordate, anche i sondaggi più vicini alla realtà lo davano al massimo alla metà del suo valore prima delle amministrative, dal giorno dopo tutti avevano raddoppiato, non è che dall'oggi al domani la gente ha cominciato a rispondere diverso ai sondaggi...
    Non dico che cambino o ignorino i voti di chi intervistano, semplicemente sceglieranno luoghi e categorie di persone che si pensa votino poco il M5S.

    Ciò che non mi convince della tua analisi è che non credo proprio che oggi chi vuole votare M5S si nasconda e non risponda a un sondaggio, mi pare sia l'unico elettorato che non si vergogna del proprio voto.

    RispondiElimina
  8. @marco

    Sono proprio i sondaggi fatti alle amministrative a dirti quanto il loro metodo sia poco rappresentativo della realtà.

    Perché?

    Perché vengono considerati solo gli orientamenti politici dei "sereni" (insieme 1,).

    L'insieme 2. continuava a non rispondere, determinando la figura di ca..a dei sondaggisti dopo lo spoglio elettorale.

    Attenzione a non confondere questo periodo con quelli precedenti. Ora stiamo affondando nella crisi e moltissima gente, che si riconosceva in qualche partito politico tradizionale, si è staccata o si sta staccando.

    Pertanto siamo in piena turbolenza e il M5S potrebbe raccogliere una quantità spropositata di voti.

    RispondiElimina
  9. Un elemento che vi dovrebbe far riflettere è quanto sta accadendo un sicilia, nel silenzio più assoluto da parte dei vergognosi media ...

    In pochi giorni di campagna elettorale il M5S ha raddoppiato i consensi e cancelleri che era dato a circa l'8% ora ha superato il 16% ...

    Le piazze sono stracolme e l'atteggiamento dei siciliani sembra molto diverso da quello delle amministrazioni in primavera ...

    Riguardo i candidati degli altri partiti che secondo i sondaggi vengono posti davanti al M5S, abbiamo piazze vuote e tanta tristezza ...
    https://www.facebook.com/photo.php?v=278573828926447 (Micciche' a Santa Caterina)
    http://3.bp.blogspot.com/-lvnCZH61qOg/UHQzpWQCm_I/AAAAAAAAOww/jH9vKIf0crU/s1600/DSC_2810.JPG (crocetta a piazza armerina).




    RispondiElimina
  10. Attenzione robotcoppola, che il m5s stia facendo piazza piena giù in Sicilia è indubbio, però io a quel sondaggio del 16% non credo. Non dico che il m5s non possa davvero avere quella cifra, ma il fatto è che tutti i giornali hanno copiato lo stesso identico articolo che non si sa chi ha originato, e parlano di questa casa sondaggistica, la "Tonkav" e del suo sondaggio.
    Bene, provate a scrivere "Tonkav" o "Sondaggi Tonkav" su google, facebook o quant'altro. Non uscirà nulla tranne quell'articolo, e anche qui http://www.sondaggipoliticoelettorali.it/ListaSondaggi.aspx?st=SONDAGGI non c'è traccia di quel sondaggio, ergo al 99% quella notizia è farlocca e la Tonkav non esiste(purtroppo)!

    RispondiElimina
  11. @dario

    nelle precedenti settimane questa tonkav aveva pubblicato i seguenti sondaggi

    http://www.quadrifoglionews.it/index1.asp?act=nzo&id=8761
    http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/158735

    dubito che non esista ...

    Comunque, lasciando perdere la tonkav e i suoi sondaggi, guardiamo quali sono i principali ostacoli al cambiamento in sicilia.

    1. un fortissimo sistema clientelare;

    2. l'astensionismo.

    L'attuale peggioramento della crisi rende il punto 1. molto meno solido degli mesi/anni passati, per l'ovvia dispendiosità che comporta comprare nuovi voti su una base iper parassitaria (consulenti, dirigenti, amministratori vari del tutto inutili pagati a peso d'oro ecc...), già consolidata, che richiede una crescente spesa annua.
    La spending review taglierà 2 miliardi di euro alla sicilia per il prossimo anno. Non so davvero cosa potranno inventarsi i mafiopolitici ...

    Il secondo punto è quello che non ha permesso al M5S di vincere a palermo alle ultime amministrative di aprile, Infatti c'era un fortissimo astensionismo che nel secondo turno ha superato il 60%, lasciando la strada libera al solito metodo clientelare di prevalere ...

    Allo stato attuale entrambi i punti non sono più solidi come prima e il risultato dello spoglio potrebbe essere clamoroso!

    Vedremo come andrà a finire ...

    RispondiElimina
  12. Guarda, vi faccio un esempio che mi è successo qualche giorno fa. Mi chiamano a casa ( e già li la maggiorparte delle volte risponde un anziano) e mi fanno una carrellata di domande. Alla domanda " quale partito voteresti alle prosseime elezioni politiche?" mi hanno elencato una serie di partiti, NON includento il M5S, che prontamente ho suggerito io... quindi, questi sondaggi, sono molto da prendere con le molle.

    RispondiElimina
  13. Per robotcoppola,

    hai ragione mi sa che esiste sta tonkav, anche se non si sa nulla di lei. Potrebbe essere ubicata a Palermo come in Colombia, non lo sapremo mai.. Mah.. Purtroppo non la ritengo affidabile in quanto troppo nascosta: non mi fido delle "aziende ombra". Rispetto al resto, penso e spero che tu abbia ragione :)

    Per milio,

    davvero? Ma qual'era la casa sondaggistica? Te la ricordi? Che stronzi..

    RispondiElimina
  14. Bisogna considerare l'altissima percentuale di quelli che dichiarano la loro astensione, che in termini assoluti riduce la percentuale del PD rispetto al 2008 di 2 o 3 milioni di voti.
    Del resto con l'elettorato PDL in scongelamento e Renzi che li chiama a sè, ecco che lo spostamento a destra del PD, con l'elettorato dei nuovi poveri che confluisce nel M5S che è aideologico, è cosa fatta.
    Il PDL ormai è tra il 14 e il 17%, la Lega tra il 4 e il 6, quindi non si può parlare più di un centrodestra ed un centrosinistra ma di pezzi di destra in liquidazione, di un centro moderato con qualche venatura sociale attorno a PD e UDC, e di una sinistra magmatica sopra al 30% che deve trovare una sua organizzazione oltre Vendola, Di Pietro e Grillo.

    RispondiElimina
  15. Milio conferma ciò che ipotizzavo.
    I sondaggi di questo periodo storico hanno il solo scopo di sottostimare il M5S.
    Questo ci conferma quanto ne abbiano paura e di conseguenza quanto sia una buona cosa!

    Se la stanno facendo sotto, non si accordano sulla legge elettorale mica perchè litigano uno con l'altro, ma perchè non ne trovano una che gli permetta di tagliare fuori il M5S che rischia seriamente di essere determinante in parlamento.

    RispondiElimina
  16. Hai ragione, fanno solo finta di litigare ma la legge elettorale non la cambiano perchè sanno che senza le liste bloccate del porcellum la stragrande maggioranza di loro non prenderà il voto neppure dai propri parenti. Arriveranno all'ultimo giorno utile per l'approvazione e diranno che è colpa degli avversari che non hanno permesso di raggiungere un accordo per la modifica, e sottobanco si faranno i complimenti per la sceneggiata...

    RispondiElimina
  17. Ieri sera D'Alema ha rivendicato la sua utilità elettorale nel mezzogiorno proprio per questo, dato che lì le clientele sono sicure e quindi i voti per le liste bloccate garantiti.
    Però anche nel Mezzogiorno la crisi sta facendo saltare le clientele, e quindi dopo i casi De Magistris ed Orlando, Grillo in Sicilia può fare il pieno.

    RispondiElimina
  18. IL VASO DI PANDORA e IL GRILLO URLANTE

    Il vaso di pandora della politica italiana é scoperchiato, le vipere dalle lingue biforcute si affacciano dal suo bordo e guardano smarrite un paese in macerie che non solo non li vuole piu', li odia.
    Ed allora si rifugiano di nuovo al suo interno,cercano di richiudere un coperchio oramai rotto,accecati dalla visione della loro perdita del potere, resi folli dall'imminente arrivo di un corpo alieno .
    Il giullare barbuto,il maledetto fomentatore di masse popolari,il populista urlante,lo schifoso scarafaggio grillesco che megafona paonazzo il suo mantra ''ANDATE TUTTI A FANCULO''.
    E' il caos, all'interno del vaso la guerra fratricida e compagnidimerendecida ha inizio .
    Tutti azzannano tutti, Bersani che morde Renzi che morde Vendola che morde Casini che morde Bersani che al mercato dei voti il loro padre potere compro'.
    E venne Alfano che morde Berlusconi che morde Monti che morde la povera gente,che morde tutti e tutti a casa mando'.
    Ma prima,prima della ghigliottina elettorale imminente,delle trombe del giudizio e dei trombati,del diluvio universale di voti che si abbatteranno contro gli inquilini abituali del palazzo degli scandali,gli irriducibili professionisti del malgoverno tentano disperatamente di sopravvivere,le loro fauci spargono veleno,le loro code tentano di spazzare e di spezzare chiunque li avvicini, rabbiosi e pericolosi.
    In questo momento sono in conclave dentro il vaso, coalizioni, sbarramenti, percentuali, porcellum, antigrillum, tenteranno di tutto..........ma alla fine dovranno uscire, presentarsi di fronte a noi con le loro facce e con il loro curriculum vitae, poiche' il vaso e' oramai irrimediabilmente rotto.
    Grazie Beppe.

    RispondiElimina