Ballaro' il sondaggio di questa sera PD AL 36%

Sondaggio politico elettorale Ipsos diffuso questa sera durante la trasmissione Ballaro'
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

33 commenti:

  1. "Il PD cresce e il PDL scende! Allora il PD è di destra perchè prende i voti del PDL!"

    Dovremmo dire questo? No perchè quando il m5s saliva e il PDL scendeva i piddini dicevano che il m5s era di destra.. Ora state zitti eh??? Ipocriti!!!!

    RispondiElimina
  2. Ma li danno a ballarò o a colorado sti sondaggi?

    RispondiElimina
  3. Mi permetto di rispondere ad entrambi (dato che sono del settore visto che studio scienze statistiche); X Dario: il fatto che un partito in generale salga ed un altro scenda di certo non implica che ci sia stato uno spostamento di elettorato da una parte ad un altra. Quasi sempre i movimenti più consistenti sono dettati da eventi particolari (in questo caso le primarie) che focalizzano l'attenzione dei media su un particolare partito. Da sottolineare che l'aumento di voti in entrata può essere spiegato con l'avvicinarsi delle elezione e con una fascia decrescente di indecisi che, evidentemente, si stanno convincendo ad andare a votare PD. Al contrario il PDL perde voti molto probabilmente a causa dei continui battibecchi interni e dell'incertezza sulle prossime primarie ma i voti che perde quasi sempre confluiscono negli indecisi e più raramente si spostano direttamente in un altro partito. Se prendi in considerazione questo penso che converrai con me che la tua conclusione è stata decisamente affrettata!
    X Unas ecc...: li danno a ballarò e fidati di tutti quelli in circolazione sono sicuramente i più affidabili e realistici. Diffida delle pseudo proiezioni di bruno vespa.
    Saluti

    RispondiElimina
  4. Alessandro mi hai frainteso, io stavo sfottendo quelli che quando saliva il m5s e scendeva il PDL dicevano che il m5s era di destra! Non sono così stupido da pensare che un partito che sale e uno che scende implica necessariamente una migrazione dell'elettorato.

    Queste cose fino ad ora le han pensate solo i piddini....

    RispondiElimina
  5. Dario ma qual è il problema con il Pd? Ti invito a riflettere sul fatto che, alla luce delle parole di Alessandro, questo sondaggio è abbastanza affidabile, quindi la tua ironia è rivolta a quel 36% che è fatto da persone e da intenzioni di voto che meritano rispetto.

    RispondiElimina
  6. Bravi bravi, correte tutti a votare PD. Poi fra 5 anni vi accorgerete che la situazione di m... è sempre la stessa ( se non addirittura peggiorata ) e tutti di nuovo a votare in massa il PDL.
    Chi è causa del suo male pianga se stesso .......

    Forza M5S

    RispondiElimina
  7. Ma qual'è la sicurezza che mi dovrebbe dare il M5S?? perchè dovrei votarlo? Possono bastare le battute di Grillo a governare un Paese?

    RispondiElimina
  8. Esatto, Ivan Francesco, ha ragione Democratico: oltre ad andare in Sicilia e dire (testuali parole) la "Mafia qui non esiste", oltre ad augurare la chiusura dei giornali, oltre a scomunicare i suoi neanche fosse un Papa della famiglia Borgia, cosa mi dovrebbe dare Grillo? Quali garanzie, quali proposte, quali progetti oltre la pura demagogia? Allora a sto punto, se proprio un comico devo votare, voto Crozza!

    RispondiElimina
  9. Io dico che le proposte ci sono nel programma del Movimento 5 stelle, il problema secondo me è non voler confrontarsi col sistema politico tentando solo di destabilizzare la situazione e l'elettorato. Io sono convinto che se tanta gente ti vota e ti manda in Parlamento devi avere la testa sulle spalle e sapere che per migliorare il funzionamento della politica e del sistema tutto devi accettarne le regole e rispettare gli altri rappresentanti.
    Grillo è un front-man come Berlusconi e fa solo tanta pubblicità al movimento. Ci sarà da capire come sarà il gruppo al Parlamento, se voteranno le proposte compatti, si divideranno in base alle loro idee personali?
    Se un attivista viene eletto in Puglia e uno in Lombardia avranno delle richieste dai territori diverse. Come si comporteranno in Parlamento al momento di votare provvedimenti che potrebbero essere in contrasto?
    Nel Pd le linee ci sono, perché è un Partito e garantisce serietà ai suoi elettori. Nel Movimento 5 stelle?

    RispondiElimina
  10. Lorenzo sul resto sinceramente ora non ho voglia di rispondere, ho risposto così tante volte.. Come non ho voglia di dirti che problemi ho con il PD, non finirei più guarda..

    In questo caso stavo solo SFOTTENDO quelli del PD che fino ad ora, in modo totalmente ignorante, dicevano che il m5s era di destra perchè lui saliva e il PDL scendeva.
    E' vero o non è vero che anche su questo sito lo dicevate?? Su dai, fuori i coglioni, ammettetelo!!!
    Bene, ora sta accadendo lo stesso con voi, ma io, che ragiono, non vado a dire che il PD è di destra per questo motivo, se non per schernirvi. Voi additiate qualsiasi cosa che non vi piace a "destroide" o "fascista", mentre gli altri prima ragionano e poi parlano.

    Volevo solo farvelo notare, tutto qui.

    RispondiElimina
  11. Se è per questo il Pdl ha perso lo 0.2% rispetto alla scorsa settimana, mentre il M5S guadagna lo 0.1%, quindi la tua e simpatica provocazione non sta in piedi (la % guadagnata dal PD corrisponde più o meno a quella persa in settimana da SeL e IdV).

    Con questo non voglio dire che il M5S sia un movimento di destra, ma è innegabile che tra i suoi elettori ci saranno tantissimi ex-elettori del PdL.

    RispondiElimina
  12. Ma io non mi rifaccio solo a questo sondaggio, mi rifaccio ai vari sondaggi di Ipsos delle ultime settimane dove si vede che il PDL scende continuamente, il PD sale, e il m5s resta sempre stabile intorno al 18.
    Di conseguenza caro il mio zeifrost la mia simpaticissima provocazione non solo sta in piedi, ma cammina pure da sola :D

    RispondiElimina
  13. Beh è chiaro che anche la mia era una contro-provocazione, oltretutto si ragiona confrontando percentuali che si riferiscono a un numero di elettori variabile a seconda dell'astensione, di conseguenza il fatto che cresca la % non è detto che corrisponda a un aumento di voti.

    Però cacchio, il PdL era oltre il 37% nel 2008, oggi ha meno della metà dei punti, quindi qualche milioncino di voti lo ha guadagnato. E "qualcuno" al M5S ci sarà pure finito XD

    RispondiElimina
  14. I flussi elettorali dipendono molto dalla situazione socioeconomica del momento.
    Gli elettori del PDL 5 anni fa erano quei 5 milioni di partite IVA (in realtà spesso lavoratori dipendenti licenziati che si sono dovuti mettere in proprio) che oggi a causa della crisi si sono spaventosamente impoveriti, quindi possiamo dire che hanno scelto spesso il M5S per protesta.
    Il PD pesca nell'elettorato dei lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, quindi ha sofferto meno.
    Inoltre ha beneficiato dello sgonfiamento dell'IDV(come anche il M5S), ormai defunta.

    RispondiElimina
  15. Perchè votare m5s e non pd?
    Semplice, col m5s al governo il popolo avrà la possibilità ed il potere di votare e decidere ogni scelta ed emendamento di peso tramite internet, col pd voteranno i soliti vecchi politici ladri che hanno ridotto l'italia ad una coccia vuota.

    Continuiamoci a fregare da soli, avanti con altri 5 anni di povertà e ruberie grazie all'ennesimo partito di ladri piddini al governo.

    RispondiElimina
  16. Beh, che il popolo possa votare emendamenti di leggi su cose di cui non sa NULLA è francamente un cosa che mi terrorizza.

    RispondiElimina
  17. Zeifrost, allora chissà quanti ingegneri nucleari avrai terrorizzato tu quando votasti il referendum sul nucleare!
    (A meno che tu non sia un ingegnere nucleare!) :D

    RispondiElimina
  18. Nessuno, dato che ho votato NO ;)

    RispondiElimina
  19. LoL, ma cosa c'entra che tu abbia votato si o no? Il punto è che hai votato, nonostante tu non sia un esperto del settore, e questo cozza con la tua idea di prima che diceva:

    "Beh, che il popolo possa votare emendamenti di leggi su cose di cui non sa NULLA è francamente un cosa che mi terrorizza."

    Quindi mi chiedo, perchè tu hai votato? Immagino lo avrai fatto dopo esserti informato, di conseguenza possiamo stabilire un teorema!!!

    "Sia dato un elettore, sia dato internet, sia dato un referendum e siano dati esperti nucleari con idee differenti,

    Se esiste almeno una connessione a internet e se esistono almeno 2 esperti con idee diverse, allora e solo allora l'elettore potrà sentire i diversi pareri tramite internet per poi votare informato il referendum sul nucleare".

    Visto che esperti con idee diverse ce ne sono in ogni campo, e visto che ora che abbiamo pure teoremizzato la cosa, ti ho convinto? :P

    RispondiElimina
  20. La differenza tra il votare PD e M5S non è difficile da comprendere. Il Pd ( o più in generale in csx ) negli ultimi vent'anni non ha fatto nulla di utile per i cittadini, anzi :
    - Ha taroccato i conti per entrare in Europa ( Prodi )
    - Ha incassati i finanziamenti pubblici ( nonostante un referendum abrogativo )
    - Ha intascato soldi illecitamente ( Lusi e Penati )
    - Ha inciuciato per bene con mister B. ( D'Alema e Veltroni )
    - Non ha mai fatto nulla di sinistra
    Questo per citare le colpe, a mio avviso, più importanti.
    Io non so cosa combinerà il M5S, ormai mi sono scottato talmente tante volte che non metto più la mano sul fuoco per nessuno. Però :
    - Rifiuto dei finanziamenti pubblici
    - Incensurati in parlamento
    - Max 2 legislature
    mi sembrano un buon punto di partenza per dargli almeno una possibilità, poi starà a loro dimostare che la mia fiducia è stata ben riposta.
    Vorrei tra l'altro sottolineare che Pizzarotti a Parma dopo i primi mesi da sindaco gode di un consenso generale superiore al 40% e Cancelleri in Sicilia mi da l'impressione di essere una persona davvero per bene e competente.



    RispondiElimina
  21. Non facciamo minestroni.

    Tantissima gente ha votato senza neanche sapere quali fossero le norme da abrogare, ma sull'onda dell "ODDIO IL NUCLEARE IN ITALIA" e "L'ACQUA è UN BENE PUBBLICO".
    Io stesso ho cercato di informarmi sui quesiti relativi all'acqua, ma credo di aver votato SI più per principio che per effettiva cognizione di causa.

    Detto questo ricordiamo che il referendum è abrogativo e che certe leggi non possono esserne oggetto.
    Col poter votare tutte le leggi e gli emendamenti di peso che vengono esaminate in Parlamento ci vedo una bella differenza.

    E il fatto che uno con la quinta elementare possa decidere se fare o no il TAV o su cose ancora più importanti tipo un fantomatico ritorno alla lira, lo ripeto, mi terrorizza.

    RispondiElimina
  22. Quindi in pratica tu preferisci una oligarchia di acculturati piuttosto che una democrazia reale (che etimologicamente vuol dire "potere del popolo") solo per paura dei caproni che vanno a votare senza sapere nulla?

    Ma perchè, pensi che i parlamentari sappiano cos'è la tav?
    https://www.youtube.com/watch?v=gSm8d_aPJDk
    O cos'è lo spread?
    http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/259397/nobile-economia-e-parlamentari.html

    Ahahah ma dai.. :)

    E poi grazie a internet chiunque può farsi una propria idea, ma ti assicuro che ci sono molti acculturati che sono dei veri coglioni che voterebbero Berlusconi anche se quest'ultimo scopasse loro la figlia sotto gli occhi, come ci sono anche "ignoranti" che invece ragionano molto di più e non si fanno fregare due volte.

    Cultura non vuol dire per forza intelligenza, e te lo dice uno che, nel suo piccolo, cerca di essere il più acculturato possibile.
    Certo una persona acculturata qualche garanzia in più te la da, ma da qui a dire o pensare che sono solo gli ignoranti ad aver votato i peggiori partiti fino ad ora o che loro voterebbero a cazzo, ce ne vuole..

    RispondiElimina
  23. Ops, "siano" non "sono", nella penultima riga!

    RispondiElimina
  24. Concordo con Dario, tra l'altro mi sembra che la maggioranza degli italiani superi di gran lunga la 5° elementare e che da quando esiste internet l'informazione abbia raggiunto punte mai toccate precedentemente dato che tra tv e testate giornalistiche, l'unica informazione è quella pilotata politicamente, della serie: "il nucleare è buono, vota nucleare", fortunatamente essendoci anche gente informata il nucleare non è passato.
    Ecco, ora pensa se la decisione non fosse passata attraverso il referendum ma per vie parlamentari, ora non avremmo centrale nucleari imposte dalla francia, per tutto lo stivale?

    Allora meglio i mezzi per creare una volta tanto in questo paese della buona democrazia dando voce alla gente, che farsi manovrare dagli interessi della politica che come abbiamo visto spessissimo cozzano contro gli interessi della gente, anche perchè ciò che la politica fa, di solito avviene grazie ad interessi monetari personali.


    RispondiElimina
  25. Il fatto che in Parlamento ci siano degli incompetenti è un problema diverso.
    I partiti esistono comunque anche per mettere insieme le competenze sui diversi temi.
    Quindi sì, mi sento più tranquillo se a decidere è un'oligarchia votata dal popolo.

    Il discorso sulla 5a elementare era chiaramente provocatorio. Provo a ribaltarlo: io sono laureato e ritengo di avere una certa conoscenza su determinati temi. Ma ci sono degli argomenti di cui non so praticamente nulla e che arrivo a capire poco e preferisco che a decidere sia qualcuno che conosce l'argomento e che io ho scelto per rappresentarmi, piuttosto che dover decidere io.

    Se il 50%+1 del popolo italiano fosse favorevole, per fare esempi a caso, alla pena di morte o contraria a una legge sulle unioni omosessuali, ciò renderebbe automaticamente la pena di morte "giusta" o le unioni gay "sbagliate"?

    RispondiElimina
  26. Tra l'altro 5 anni fa più di 30 milioni di persone (su 36 milioni di voti validi) hanno votato per Berlusconi o Veltroni presidente.
    Oggi voi mi dite che credete che il M5S sia intorno al 30% dei votanti. Benissimo, questo vuol dire che c'è ancora il 70% degli elettori che nonostante tutto continueranno a votare per i vecchi partiti.

    Tutta questa gente secondo voi è, per lo meno, male informata. Però è lo stesso popolo che poi dovrebbe votare le leggi...

    RispondiElimina
  27. Forse non hai capito la situazione, i politici non è che sono solo degli incompetenti, il problema maggiore è che sono dei ladri e che le leggi le fanno a proprio uso e consumo ed è una cosa sotto gli occhi di tutti, dato che gli ultimi 30 sono stati un salasso di questo paese continuo.
    Ancora mi chiedo come faccia la gente a dire quello che hai detto dopo anni e anni di debito pubblico in continuo aumento, crack del paese, tasse su tasse sulla gente comune, mi viene il dubbio che scriviate dalla svizzera perchè altrimenti la cecità sarebbe veramente preoccupante.
    I politici ne conoscono l'argomento nè lo fanno per il bene dell'italia. Ci sono mille casi di accordi per interessi personali, si va dalla tav alle quote latte, all'acqua privata o le centrali nucleari ma come fai a non vederle?

    A parte che il 50% della popolazione non vota, ma cmq, una grossa fetta di gente vota i vecchi partiti perchè in italia vige un monopolio informativo della tv e della carta stampata che notoriamente sono di stato e al 100% contro il m5s, quindi anche loro fanno gli interessi della politica, di conseguenza è scontato che buona parte della popolazione ragioni in modo errato. Senza una informazione libera è scontato che ci siano ancora molte persone totalmente in balia degli interessi della politica. Non per niente internet sta svegliando la gente, non a caso coloro che stanno su internet per grossa parte votano m5s, sarà un caso? Non penso proprio.

    Ora siamo alla stregua della cina, paese in cui fanno passare solo ciò che è pro governo.
    Non so se lo sai ma nella graduatoria mondiale sulla libertà di informazione siamo al 40° posto, dopo il cile e la namibia..
    http://www.disinformazione.it/libertadistampa.htm

    Mentre nella lista dei paesi con minore corruzione siamo al 67° subito dopo il ruanda e la corruzione sta nella politica, fai 1 + 1 e capirai da solo che lasciare il potere decisionale alla politica è come impiccarsi ad un albero, anche perchè il passato parla chiaro e ti ricordo che nel passato c'è stato spesso anche il pd, sia al governo che all'opposizione, opposizione in cui ha fatto passare leggi raccapriccianti.
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2010-10-27/corruzione-italia-scivola-posto-064026.shtml?uuid=AYLXlXeC

    RispondiElimina
  28. Resta appunto una grandissima fetta di popolazione votante che si informa solo con la tv (e qualcuno con i quotidiani) più un'altra grande fetta che non si informa proprio. Tu non ti fidi di loro, ma faresti decidere loro su ciascun provvedimento.

    Che il PD abbia commesso degli errori in passato non lo nego assolutamente (tanto più che esiste da 5 anni ma sarà la prima volta che metterò la croce sul loro simbolo - se ovviamente continueranno a convincermi durante la campagna elettorale).
    Così come non nego che se il M5S porterà in parlamento gente onesta e competente (che io sia d'accordo o meno con le loro idee) sarà una cosa buona per il nostro paese.
    Ma un conto sono 100 deputati "selezionati" (tra gli aspiranti candidati delle "parlamentarie" credo sia oggettivo che ci siano anche degli individui impresentabili al pari di un Gasparri), un conto sono 60 milioni di legislatori, come stavi proponendo tu!

    RispondiElimina
  29. A parte il fatto che il pd non esiste solo da 5 anni dato che è gente reciclata del pc, dell'ulivo e della margherita, quindi sono anni e anni che hanno le mani in pasta e ne combinano di tutti i colori, ma poi continui a farmi pensare che non hai capito la gravità della situazione dato che mi parli di "errori" fatti dal pd. Errori li chiamano i politici quando vanno ai talk show per rendere le ladrate meno pesanti ma non sono errori, sono delle decisioni fatte in coscienza (poca coscienza) per un proprio tornaconto, vedi d'alema con l% degli introiti mediaset tanto per fare un esempio su mille. Quelli non sono errori e perfavore non chiamarli in tale modo, sono decisioni anticostituzionali fatte in piena lucidità.

    Per quanto riguarda il voto al popolo, guarda, ti dico in onestà che anche se la gente è male informata, lo darei cmq al popolo, perchè mi fido + del giudizio della gente che del giudizio dei politici che categoricamente non va mai verso gli interessi dell'italia. Quel barlume di coscienza nel popolo ogni tanto viene fuori, vedi i referendum sull'acqua e il nucleare, nei politici quel barlume semplicemente non esiste.

    RispondiElimina
  30. Questi sondaggi del Comintern sono commoventi....la Lega Nord viene data sempre a due punti in meno rispetto agli altri sondaggi...comunisti fate pena...

    RispondiElimina
  31. Sbeeem siamo punto a capo! Secondo te il popolo ignorante può votare per far eleggere i governi ma non per decidere delle leggi?

    Ti rendi conto della contradditorietà della cosa?

    Ti rendi conto che abbiamo avuto per anni il nano e che lo hanno votato anche un sacco (ne conosco) di acculturati o laureati??
    Allora la soluzione qual'è? Chiedere il grado di studio e, se positivo, far votare la persona? La gente, acculturati e non, vota molto più a cazzo quando vota i partiti, infatti viene spesso votato chi ha la parlantina migliore, vedi il nano, vedi Bersani (che è un vecchio e il PD è fatto da vecchi) ecc ecc.. Quante volte avete sentito la frase:

    "Boh io non so chi votare mi sa che voto Berlusconi almeno fa ridere.."

    Io l'ho sentita troppe volte! Il politico non viene votato in quanto capace ma in quanto abile "parolaio" nel 99% dei casi (parlando dei vecchi partiti).

    Al contrario prima di un referendum spesso la gente si informa di più anche perchè deve informarsi solo su pochi temi e non deve votare quello che parla meglio ma quello che sembra dire meno stronzate su un tema o su pochi temi.

    Purtroppo hai ragione il 70% degli italiani vota ancora il vecchio spesso perchè male informata, ma la colpa è in primis dei media di parte (trovami una trasmissione a favore del m5s, io te ne posso trovare a bizzeffe pro - PD), e in secundis (si dice così? :D) per il fatto che l'Italia è un popolo di vecchi (lo dice l'Istat) e i vecchi si sa quanto siano allergici a nuove tecnologie e novità varie. Le cose cambieranno ma ci vuole tempo.

    Infine rispetto ai temi che non conosci e cui vorresti far votare altri, ti dico solo 3 parole: Liquid Feedback - Deleghe.

    Presto spero e penso che anche il m5s lo userà.

    PSSS: I più grandi politici ladri o che han fatto più disastri, sono tutti o quasi laureati ;)

    RispondiElimina
  32. Studiare la storia del nostro Paese no eh???
    Dai che la trovate anche sul caro Internet, dove tutti siamo liberi e tutti abbiamo l'illusione di decidere cosa è meglio o peggio... solo perché decidiamo dove cliccare.

    RispondiElimina
  33. A chi o a cosa ti riferisci? E comunque internet è di certo più libero di tv e giornali, e solo un ignorante potrebbe dire il contrario (a proposito di ignoranti ;) )

    RispondiElimina