La media dei sondaggi elettorali di Tecnè per SKY TG24

Di seguito le tabelle con la media dei sondaggi elettorali sulle intenzioni di voto degli italiani realizzati da tecnè negli ultimi 7 giorni. 




Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

27 commenti:

  1. Comunque bisogna ammettere che Monti potrebbe ottenere (in una contesa molto affollata da tanti soggetti politici) un indubbio successo se davvero va a sfiorare il 10%.

    RispondiElimina
  2. Insomma, dal 73% di consenso che aveva ad inizio mandato, scendere al 10% non mi sembra proprio sto gran successo. Semmai vuole dire che al 90% della popolazione non interessa o non lo vuole.

    RispondiElimina
  3. I sondaggisti su pressione di Monti danno sempre alla lista Monti più di Grillo,ma in realtà Grillo nei sondaggi riservati gli è sempre sopra.A me sembra che Monti sia un bluff e vi assicuro che io,pur avendo tante amicizie,non conosco nemmeno una persona che voterà la Lista Monti,mentre in giro ne sento molti che voteranno Grillo.

    RispondiElimina
  4. Allora oltre 80% degli italiani non vuole Berlusconi, che ragionamento è ?
    Una cosa è il gradimento, ben altra il voto, non fare confusione.

    RispondiElimina
  5. Simonelli, perchè d'ora in poi i sondaggi non li fai tu?

    RispondiElimina
  6. Guarda,aprirò il mio Istituto di Ricerca a fine 2013,e sarà collegato a Gallup casa di sondaggi americana da sempre maestri per me.Vi annuncio che a breve ci sarà una sorpresa,il PD sembra stia implodendo con il diminuire degli indecisi,ma non so se il sondaggio uscirà domani o lunedì.Non vi anticipo niente!

    RispondiElimina
  7. Attenzione:vi segnalo il sondaggio SPINCON,dove ormai si vede chiaramente che per la sinistra è proprio finita:

    http://www.scenaripolitici.com/2013/01/sondaggio-spincon-ibc-32-02-cdx-318.html

    Con gli indecisi che calano il sorpasso sarà nettissimo,sembra che 4 milioni di indecisi voteranno centro-destra alla fine!

    RispondiElimina
  8. Quindi per te un 73% di gradimento di inizio mandato non ha alcun valore? Ma lo vedi come svicoli la realtà pur non guardarla in faccia? Un 10% "elettorale" è sicuramente una grandissima perdita di consenso rispetto ad un 73% di gradimento e poi mi vieni a dire che è un successo?

    E' un successo per te, in previsione di una futura alleanza col pd forse ma in se per se è una disfatta paurosa per un uomo che ha governato fino all'altro ieri e che ne è uscito distrutto sul piano dei consensi.

    RispondiElimina
  9. Allora se si presntasse Napolitano dovrebbe automaticamente prendere il 90% dei voti con il ragionamento di Homer.

    RispondiElimina
  10. Simonelli, è un sondaggio on line (cioè non vale una sega...). Piantala di fare il buffone...

    RispondiElimina
  11. Simonelli ha ragione parzialmente. Nelle politiche del 2008 il csx ottenne il 37% circa. Quella è la percentuale dell'elettorato fedele a cui,più o meno si attesterà. E potrebbe con quella percentuale ottenere la maggioranza in camera e senato. Il problema del cdx è che ha perso un sacco di consensi. Per competere deve recuperare moltissimi astenuti, molti fuoriusciti che si sono indirizzati verso la lista centrista di Monti e verso il m5stelle. Non è elettorato marcatamente di cdx ma nella logica bipolare aveva dato consensi al cdx. Ci riusciranno Berlusconi e Maroni? Io credo che non abbiano credibilità e contenuti per farlo, ma sopratutto non hanno militanza per farlo. Mentre csx e m5stelle hanno la militanza per farlo in questo momento. Sarà il famoso 15% di voto tradizionalmente fluttuante che sarà decisivo. E in questo ha ragione Simonelli: molti di questi guardano al m5stelle con interesse, non al cdx attuale.

    RispondiElimina
  12. Per cui aggiungo una considerazione sul m5stelle. Mentre i sondaggi riescono, bene o male, a prevedere le percentuali delle coalizioni tradizionali, fanno fatica a percepire quello del m5stelle. I sondaggi precedenti sul m5stelle sono stati decisamente più bassi rispetto all'exploit verificatosi poi nelle urne. Io credo che il m5stelle sarà l'ago della bilancia nello scenario finale dell'esito di queste elezioni politiche.

    RispondiElimina
  13. Che cacchio centra quel venduto di napolitano (bono quello poi..), finiscila di aggrapparti agli specchi e guarda i dati che parlano chiaramente:

    Novembre 2011: monti 73% di consensi
    Gennaio 2013: monti 10% elettorale

    + fatti, - chiacchiere.

    RispondiElimina
  14. L'indice di gradimento dei partiti era al 4%, quindi i voti a tutti i partiti sommati dovredobbe essere al 4% secondo il tuo ragionamento.

    RispondiElimina
  15. Homer sei comico, quando facevano sondaggi sul gradimento dei probabili leaders, trovavi Monti al 70%, Montezemolo al 50%, Bersani al 40%, Napolitano a 85%, Maroni al 25%, Berlusconi al 20%, Tremonti e Bossi al 15% ( più o meno, vado a memoria) .... piccolo dettaglio è che la somma di tutti questi non fa 100 ... ma è solo un dettaglio

    RispondiElimina
  16. E' comico come vogliate sostenere l'insostenibile. Io non ho mai detto che le percentuali di consenso equivalgono a quelle elettorali ma è sintomatico e palese (cosa che proprio non volete vedere) che se un governo ha il 73% di consensi inizialmente e poi alle elezioni è sostenuto da solo il 10% della gente è un chiaro segno che ha perso consensi, ma non qualche consenso, ha perso una caterva di consensi, ma è tanto difficile da accettare?

    Capisco che gli elettori di sinistra ragionano come i loro politici e che vedono del buono solo nei partiti con cui si devono alleare per un semplice interesse di coalizione, ma ogni tanto potreste anche ragionare col vostro cervello e guardare in faccia la realtà, cioè il chiaro, inconfutabile, segnale che come ha governato monti non è piaciuto a quasi nessuno se non quel 10% (tra l'altro bisogna vedere se è realmente un 10%) della popolazione che poi in realtà sarebbe la metà dato che gli astenuti al voto sono circa il 40% della popolazione, quindi con i sondaggi odierni, grasso che cola se il 6% della popolazione TOTALE lo sostiene, però accidenti, è un grande successo!
    Lol, ma per favore.

    RispondiElimina
  17. Ha ragione Homer!
    Poi Beppe mi da del buffone,ma io posso rispondere tranquillamente che il buffone è lui perchè il sondaggio Spincon non è un sondaggio online,ma un sondaggio fatto nello stesso modo degli altri,cioè con interviste telefoniche!
    Voi sinistri cambiate sempre la realtà a vostro piacimento!Intanto il sorpasso è sempre più vicino!:-)

    RispondiElimina
  18. Per me è un grande successo, confrontatelo con Giannino, Crosetto+La Russa+Meloni, o Tabacci. Non sono certo un sostenitore di Monti era in discorso, per me obiettivo, mi stupivo che, tutto sommato, ci fosse un 10% di probabili votanti per il tanto criticato Monti. Ma comunque, è inutile discutere, ognuno resta con le proprie idee.

    RispondiElimina
  19. Ah ah ah simonelli...simonelli,...anche loro nella home guarda cosa scrivono:
    http://178.63.67.98/spincon/

    RispondiElimina
  20. Al di là dei sondaggi commissionati da una o dall'altra parte politica...i bookmakers inglesi quotano ancora BERSANI a 1,29...mentre Berlusconi e Monti a 6...i bookmakers INGLESI NON REGALANO SOLDI A NESSUNO...

    RispondiElimina
  21. PRIMA delle elezioni americane e francesi seguivo le quote dei BOOKMAKERS INGLESI mentre i sondaggi davano Romney in grande rimonta le quote ampiamente a favore di OBAMA NON CAMBIAVANO!!.Chi ha vinto le presidenziali U.S.A???.

    RispondiElimina
  22. Ma cosa centra giannino, tabacci & C. che non stavano al governo, io sto parlando di un uomo a capo del governo precedente fino all'altro ieri, non sono minimamente comparabili. Se avesse fatto bene, oggi avrebbe da solo + del 50% dei consensi essendo stato messo alla prova. Quelli da te citati non sono ancora passati all'esame, è normale che da partiti neo-nati prendano la loro risicata percentuale ancora devono dimostrare quanto valgono.
    Pierluigi, esci da questo corpo..

    Paolino, i bookmakers inglesi quotano anche grillo e lo sanno pure i sassi che non si candida, figurati quanto sono attendibili.

    RispondiElimina
  23. Simonelli, ti stai sbagliando, Spincon usa il sistema CAWI (web based), è scritto sul loro stesso sito: http://www.spincon.it/
    E comunque non esistono riscontri per valutarne l’attendibilità dato che nel 2008 e nel 2009 (in occasione delle ultime politiche ed europee) non esisteva ancora. Non si trovano neppure sondaggi di previsione sulle ultime comunali di Milano.

    RispondiElimina
  24. Monti era appoggiato da partiti che avevano avuto oltre il 75% dei voti alle precedenti elezioni. I voti che l'appoggiavano in Parlamento erano voti dei partiti, non suoi.

    RispondiElimina
  25. In Italia c'è molto voto di "appartenenza". Quindi una nuova formazione difficilmente può avere una forte affermazione. C'è un 35% di persone di sinistra da almeno 30 anni, tra PD ed altre formazioni alla sua sinistra. Variano di poco nelle varie elezioni questi elettori di sinistra. Poi c'è una percentuale significativa di persone decisamente di destra, ci sono i partiti autonomisti, i partiti di protesta ed alla fine i moderati, che si attestano anch'essi intorno al 35%. Se i moderati riescono a coinvolgere i voti di destra e le liste autonomiste (Lega Nord e Grande Sud) vincono le elezioni, altrimenti le perdono. Trovare spazio nuovo all'interno dei moderati dove ci sono tantissime proposte, di cui alcune fortissime, tipo il PDL, non è facile per nessuno e se Monti arrivasse davvero al 10% come lista personale è, per lui, un buon risultato, se arrivasse al 15% sarebbe ottimo, anche se temo che, per riuscirci, cannibalizzerà i suoi alleati. Forse qualcosa l'ha anche sottratta al PD, ma non erano veri voti di sinistra, più che altro erano voti antiberlusconiani.
    La questione seria è un'altra: i voti a Monti chi li dà o, meglio, li darà?
    Mario Monti non è persona che susciti facili entusiasmi, non illude con promesse ad effetto. Il suo programma è semplice ed è fatto di rigore economico e politica sociale e di sviluppo concordata con l'Europa. Su questi obiettivi un paio di milioni di elettori si identificano. Non è una brutta notizia, almeno per me.

    RispondiElimina
  26. Monti,incontrando una delegazione di giovani imprenditori di cui mio fratello faceva parte,diversi giorni fa gli promise di tutto e di più e gli disse che secondo lui la sua Lista avrebbe raggiuntoil 25%.Lui era straconvinto di questo ed affermava con decisione che il Berlusconi avrebbe preso il 20-22 Lega compresa e la sinistra un 36-37!Monti prenderà il 10% e sarà un disastro per lui,per Casini e Fini,spariranno dalla scena politica per sempre.Grillo arriva terzo e Monti porta così pochi deputati e senatori in parlamento che diventerà insignificante.

    RispondiElimina
  27. si è sempre a discutere di cose vecchie

    Berlusconi , Bersani = DALEMA ; MONTI=FINI=CASINI tutte ex costole di Berlusconi ; vedete i nomi che spiccano nelle liste di tutte e tre i movimenti anzi 4 se inserite pure la campagna acquisi degli arancioni. i nomi nuovi che dovevano apparire come futuri presidenti dovevano essere per mia opinione;

    RENZI centro sinistra
    GIORGIA MELONI centro destra
    GRILLO per la rottamazione definitiva dei 900 dinosauri inconcludenti che siedono nei due rami del parlamento invece ci hanno riproposto la stessa frittata rigirata ed i sondaggisti che sguazzano dando numeri lontani della realtà perchè anche se relativi non possono esserci percentuali differenti del 9/10% da un sondaggio a l'altro danno l'impressione che cerchino di coprire sempre chi più li paghi o chi più piace loro ammorbidendo il più possibile il calo o cercando di enfatizzare al massimo chi più loro piace . il dato più falso credo sia quello riguardante il mov 5stelle dato molto al disotto della realta a favore della lista di monti sopravvalutata alla esasperazione saluti a tutti gli Italiani

    RispondiElimina