Sondaggio SWG per Agorà sulle intenzioni di voto degli italiani

Sondaggio politico elettorale sulle intenzioni di voto degli italiani realizzato da SWG e presentato da Roberto Weber nella trasmissione "Agorà" di Venerdì.

Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

36 commenti:

  1. L'insistenza di Bersani a ripetere votateci votateci, senza aggiungere nulla di nuovo sulla restituzione retroattiva dei finanziamenti pubblici sta dando i suoi frutti.

    RispondiElimina
  2. Sono molto deluso dal voto al senato del m5s, molto deluso.

    RispondiElimina
  3. SWG si è dimostrato il meno peggio nel prevedere l’esito delle ultime politiche, quindi forse bisogna credergli. Però mi sa che i trend che emergono da questo sondaggio, da qui alle prossime elezioni cambieranno molte volte.

    Homer, evidentemente non tutti i 5S la pensano come te

    RispondiElimina
  4. dai homer, bene o male sono state elette due personalità relativamente "esterne" alla politica al posto di Franceschini e Finocchiaro, e il merito di questa scelta ce lo stanno riconoscendo anche i piddini... io dico che se avesse prevalso Schifoni (ipotesi tutt'altro che remota) sarebbe stato molto peggio, saremmo passati per la stampella di B., e hai voglia di sgolarti a parlare di coerenza e princìpi, l'80% degli italiani avrebbe percepito solo questo... si sarebbe tornati ai bei tempi del 3% e buonanotte rivoluzione. Così abbiamo anche dimostrato che non siamo radiocomandati, e molti di area centrosinistra iniziano a ricredersi sui 5stelle e ad avvicinarsi.
    Poi era una situazione "estrema", non credo si verificherà ancora

    RispondiElimina
  5. E certo che lo riconoscono i piddini, va solo a loro uso e consumo te credo che applaudono, bello sforzo.

    La regola del non statuto del m5s era di votare ciò che aveva deciso la maggioranza e non riguardava il votare grasso. Secondo punto dovevano votare l'esponente del m5s prescelto o al massimo scheda bianca, non ricadere nel voto della vecchia partitocrazia.
    Allora il m5s che lo voto a fare se alla seconda occasione vota uno del pd o del pdl?

    Non ci siamo proprio, questa mossa non mi è piaciuta per niente, questa è poca serietà e quel che è peggio trapela ancora la vecchia ideologia che il m5s ha sempre voluto combattere ed abbandonare.

    RispondiElimina
  6. Certo è andato a loro vantaggio ma il merito è stato riconosciuto ai senatori 5stelle e ripeto, molti piddini lo hanno ammesso. Vedrai quando si arriva alla resa dei conti su TAV o rimborsi elettorali e i centrosinistri non potranno far altro che nascondersi... mi sa che a quel punto anche i loro sostenitori gli danno l'addio. Il M5S cresce, la paura del ritorno del cieco immaginario al potere farà il resto, concentrando ancora più voti verso il Movimento: maggioranza, governo e la rivoluzione è compiuta.
    Che poi ieri sarebbe stato meglio ad esempio decidere a maggioranza per la libertà di voto, e dichiarare comunque apertamente la scelta di ognuno, questo sì.
    Ma tra le altre cose positive che sono emerse ieri, pur nel disagio, nel contrasto e nella difficoltà, c'è stato anche il pianto dei senatori del Movimento. Io chiedo agli elettori di tutti i partiti se riescono ad immaginare un Gasparri, un Enrico Letta, un Vendola, ma anche una Boldrin o un Grasso che piangono per un voto da dare in senato. Non voglio che rispondano a me ma a se stessi

    RispondiElimina
  7. Ripeto, grossa delusione, le regole erano chiare, non si possono cambiare a seconda del proprio ideale politico altrimenti mandi all'aria tutti i dettami e le mete del M5S.

    Su byoblu è uscito un articolo con cui concordo totalmente che spiega il perchè hanno sbagliato e di grosso.

    http://www.byoblu.com/post/2013/03/17/Quindici-uomini-sulla-cassa-del-morto.aspx#continue

    RispondiElimina
  8. swg mi sembra una delle aziende più attendibili ma potrei sbagliarmi. qualcuno ha fatto un confronto tra i sondaggi poco prima le elezioni 2013 e i risultati effettivi?

    RispondiElimina
  9. anche swg sottovalutava il m5s prima delle elezioni ma meno degli altri istituti. quindi anche in questo caso credo che sia più attendibile di altri anche se ancora un poco sottovalutato il m5s

    RispondiElimina
  10. luca vento, in effetti il calcolo è stato fatto ed è stato pubblicato su Sondaitalia con un post del 4 marzo scorso.
    Da questo calcolo risulterebbe che SWG è il sondaggista più preciso, ma bisogna considerare che tutti quanti hanno ceffato clamorosamente il pronostico, come mai era successo prima alle precedenti elezioni.
    Ad esempio il M5S è stato da tutti ampiamente sottostimato di quasi 10 punti in media (dai 6,75 punti di SWG fino a 13 e passa di Spincon).
    Viceversa PD e Rivoluzione Civile sono stati sopravvalutati, il primo di 4,5 punti in media, il secondo di quasi 2 punti.
    C’è da dire che i sondaggi, a causa dell’oscuramento, sono riferiti a 15-20 giorni prima delle elezioni, quindi non possono tener conto degli spostamenti avvenuti nelle ultime due settimane. Verrebbe da pensare che negli ultimi giorni ci sia stato un consistente smottamento di voti dal PD e Rivoluzione Civile al M5S

    RispondiElimina
  11. homer e chiunque voglia, leggetevi lo stato sulla pagina fb di Vito Crimi (quella pubblica), mi pare non ci sia altro da aggiungere...

    Poi vorrei riportare questa riflessione, mi sembra interessante ed inquietante, mi piacerebbe sapere che ne pensate
    http://www.keinpfusch.net/2013/03/m5s-trovato-il-punto-debole.html

    io la trovo più che plausibile anche se non condivido la soluzione... per me un contrattacco possibile sarebbe invece proprio diffondere questa ipotesi e lanciare l'ultimatum sui punti principali del programma 5stelle a tutti i partiti

    Comunque dopo aver assistito anche oggi all'ennesimo fuoco incrociato contro il Movimento, a base di boiate che per carità umana manco vi riporto, su tutte le reti televisive a tutte le ore, sono decisamente sull' incazzato nero.. sono disgustosi, bisogna stare attenti ai loro tranelli ma allo stesso pensare a farli fuori in massa al più presto

    RispondiElimina
  12. Crimi a parer mio, come tutti gli altri 12 che hanno votato la soluzione grassi, ha peccato di ingenuità, perchè uno nella sua posizione non doveva uscirsene in video con la sparata che poi alla fine ognuno sceglie ciò che si sente di votare perchè non stiamo al mercatino del pesce ma dentro il parlamento e le decisioni si prendono tutti insieme, doveva imporsi e far valere il voto maggioritario dell'aula.
    Che poi Crimi in realtà, nel video dice anche cose non vere, dato che i dati dei voti sono usciti sul fatto quotidiano.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/17/cinque-stelle-e-grasso-retroscena-18-senatori-per-si-al-candidato-pd/533326/

    e parlano in soldoni di 38 schede bianche e 18 per grasso, di conseguenza, dato che vige la legge della maggioranza, dovevano tutti abbracciare la scelta della scheda bianca. Quindi come vedi crimi cerca di driblare il problema inventando motivazioni campate in aria ma la realtà è ben diversa ed esiste una regola nel movimento che categoricamente smentisce le sue parole.

    Detto questo, riguardante l'articolo che mi hai postato, si, potrebbe essere una strategia bieca che stanno attuando, anzi è molto probabile, c'è però una cosa che mi chiedo, pensi che per il pdl proporre tutti questi ladri o queste soluzioni anti costituzionali possa portare nuovi voti o nuovi consensi? Secondo me no. Secondo me sarebbe una guerra al logoramento anche per una delle 2 parti (pd o pdl a seconda delle scelte). Intendo dire che certi giochetti li possono fare su taluni personaggi, ma sulle proposte di legge o sulle meccaniche di governo ci perdono completamente la faccia e sinceramente non so se il pdl è disposto a fare ripetutamente la figura del partito con decreti improponibili.

    Per il resto, forse dietro alla scelta dei 12 o 18 grillini (non ho capito quanti sono) c'è una scelta (almeno per alcuni) + che ideologica di odio verso la mafia però hanno compiuto un enorme ingenuità, questo è palese. Se si decide una linea di condotta va attuata. Le guerre si vincono marciando compatti nella stessa direzione non prendendosi la scelta di direzioni diverse altrimenti si risulta indifesi.

    Personalmente non auspico l'uscita dei 18, poi naturalmente va analizzato caso per caso, però che capiscano sta cosa è fondamentale, altrimenti non si va da nessuna parte.

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Dai, Crimi mi sembra si sta comportando più che bene, non pressiamolo troppo che al senato la situazione è molto più ostica!
    Oggettivamente era una circostanza difficile (penso soprattutto ai senatori siciliani.. va bene che avere un mafioso conclamato come seconda carica dello stato dovrebbe essere una vergogna pure a Belluno, ma per loro è ancora più ardua la cosa.. con tutta la centralità che ha la Sicilia adesso per il 5stelle, col lavoro che stanno facendo i deputati dell' ARS, i senatori di quella circoscrizione questo weekend tornavano lì portandogli Schifani presidente, senza aver fatto nulla per impedirlo... non voglio giustificare, ho chiarito che si sarebbe dovuto comunque adottare una soluzione unica decisa a maggioranza col voto trasparente, però non è sempre così semplice, può servire comunque da lezione mettiamola così)

    Situazione difficile soprattutto alla luce dell'ipotesi esposta nell'articolo che ho linkato e che sospetto ci abbia preso in pieno. Infatti secondo me 'sta questione dei "dissidenti" va archiviata per non farci altro male, e invece va tenuta in considerazione questa probabile strategia del centrodestrasinistra..

    Per quanto riguarda il pidielle, ma figurati.. mettiamocelo in testa,i berluscoidi hanno questo enorme vantaggio: possono fare e dire qualsiasi cosa, i loro sveglissimi sostenitori li voteranno sempre. Chi non ha smesso di farlo già ormai lo farà a vita. Non aumenteranno i voti, ma nemmeno scenderanno, se non di pochi decimali. Al massimo fanno il gioco di scegliere un paio di loro che fanno finta di abbandonare, si fondano il partito "nuovo" e poi si alleano col capo (metodo Meloni-Crosetto). Tutti poco di buono ed esaurite con le tette le labbra e il cervello siliconato i loro fans, vanno dai cartomanti e comprano le creme del mago do nascimento, sai che sforzo farli fessi

    Divagazione a parte...l'unica secondo me è denunciare chiaramente almeno l'ipotesi che possano star facendo un giochino del genere, spargendo il verbo, e da questo momento non appoggiare più nulla che non rientri nettamente nel programma 5stelle, e lanciare sfide ai partiti su determinate questioni.

    Se il Movimento superasse il 40% secondo me sarebbero costretti a gettare la maschera tutti.. il punto è che bisogna fargliela gettare prima per superare il 40%!
    Questa è la sfida che ci aspetta...

    RispondiElimina
  15. Guarda SD che il nocciolo duro del pdl sono quel 13-15% che appariva nei primi sondaggi qualche mese fa, a quelli sicuramente gli puoi mostrare di tutto che votano cmq B. ma il restante lo ha votato perchè si è fatto prendere in giro dalle promesse sul risarcimento dell'imu e altre amenità. E alcune persone messe alle strette perchè fanno la "vera" fame posso capire che si facciano fregare con tali promesse ma sono anche tutta quella parte di elettori che cambia idea facilmente, specialmente se le proposte del pdl si presentano ogni giorno + improponibili.
    Quindi non credere sia così scontato il risultato di tale strategia che secondo me a lungo andare, gli si può ritorcere contro.

    RispondiElimina
  16. Il problema è che il "lungo andare" non è attinente alla situazione che c'è, si voterà entro pochi mesi ed al Senato si riavrà lo stesso risultato, con tre blocchi più o meno con le stesse forze. Solo che avremo perso del tempo prezioso e ci costerà qualche sacrificio in più; poi magari si rivoterà anche a primavera 2014 e via così, sai lo spasso per chi vive di lavoro ...

    RispondiElimina
  17. l'elettorato del Pdl a mio pare re è così suddiviso: 1/3 la cui concezione dell' universo è la seguente: Dio Silvio, mariadefilippi, il male e l'ignoto; 1/3 di individui che chi è realmente il cieco di arcore lo sanno benissimo, e lo votano proprio per quello, sperando magari gli faccia una legge per uscire prima di galera... e poi c'è l'ultimo terzo che secondo me lo vota esclusivamente per paura che al governo ci vadano quelli che ritengono i suoi "avversari". La differenza imbarazzante tra exit-poll e risultati elettorali credo lo abbia dimostrato chiaramente: c'è una fetta di elettori di B. che se ne vergognano da morire e non dicono di averlo votato manco se li torturi col ferro rovente... ma l'unico modo che hanno per impedire che salgano "gli altri" al potere è dare il voto a lui. La mia speranza è che con la situazione che è uscita desso dalle urne costoro possano vedere nel M5S la concreta possibilità di porre fine a questo meccanismo. Ed è il motivo per cui secondo ritengo che se non studiano prima una legge elettorale che li faccia sentire in una botte di ferro, non ci lasceranno mai tornare al voto

    RispondiElimina
  18. Stefano pigliatela con il tuo caro alleato monti che c'è stato un anno e non ha mai trovato tempo e appoggio da parte sia di pd che del pdl di cambiare la legge elettorale. Ora c'avete tutti fretta di cambiarla quando questa situazione poteva essere risolta già molto tempo prima, ma dato che faceva comodo per queste elezioni si è sempre rinviato il discorso.
    A proposito di prendersi le proprie responsabilità.

    RispondiElimina
  19. Sempre a sparlare del PD. è lo sport più praticato in Italia, ormai. Homer, tu che sei tanto furbo, spiega che genere di legge avrebbe mai potuto permettere di avere un governo a questo punto con un elettorato tanto diviso ?
    Nessuna legge che possano fare potrà mai permettere di governare con il trenta per cento dei voti o anche meno, e per fortuna aggiungo.

    RispondiElimina
  20. Monti, comunque, non c'entra nulla, a lui era stato affidato il compito di fronteggiare la crisi economica mentre il Parlamento (cioè i partiti) si sarebbe occupati di riforme, tra cui la legge elettorale.
    Il PD è favorevole all'uninominale con doppio turno, ma io ho fatto alcuni calcoli e il risultato sarebbe molto simile a quello del Senato, ma in entrambe alle Camere.
    Il PDL tende verso il proporzionale.
    Impossibile l'accordo.

    RispondiElimina
  21. Grasso passava lo stesso, visto che Schifani si è fermato sotto i 120 voti.
    Meglio per Grillo tenere il punto e puntare adesso a rendere ineleggibile al senato Berlusconi, in forza della legge del 1957 sull'ineleggibilità dei possessori di concessioni pubbliche.
    Fare mostra di intransigenza alla lunga pagherà, anche perchè con il caos di Cipro e le ultime convulsioni del moribondo berlusconismo si voterà presto.

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. dario purtroppo non so davvero se e quanto presto si tornerà al voto.. o si inventano qualcosa per mettersi al sicuro prima oppure non ci lasceranno mai tornare alle urne.. figurati, del'instabilità economica, delle imprese, delle riforme e del bene del paese in sé e per sé gliene frega quanto degli streptococchi del Borneo

    RispondiElimina
  24. Stefano, oltre alla legge elettorale mettiamoci pure la porta sbattuta in faccia ad Ingroia, e se proprio vogliamo fare un discorso a monte, ricordiamo sempre che anche il nucleo iniziale del progetto 5stelle era un'offerta disinteressata di idee e di una importante fetta di cittadini dietro quelle proposte al Partito Democratico, il quale sdegnosamente rifiutò.. la situazione oggi sarebbe un po' diversa credo.

    Lo sport nazionale dello sparlare del PD comunque andrà pure di moda, ma la disciplina del "dagli addosso al grillino" mi sembra decisamente più diffusa, visto che viene messa in pratica da tutti i partiti di presunta destra e sinistra che hanno i tentacoli allungati su tutti i giornali e le tv, e dai loro rispettivi sostenitori.

    Approfitto anche per chiarire che la ragione per la quale personalmente mi trovo a scagliarmi più spesso contro i centrosinistri rispetto ai berluscofili è in primis, la reminiscenza storica sulla nascita del Movimento cui ho appena accennato ed il fatto che anche i piddini si scagliano principalmente contro i 5stelle , per ragioni che mi paiono abbastanza evidenti... e poi l'impossibilità assoluta di un benché minimo dialogo coi berlumaniaci.. quello è fanatismo puro, cieco e becero, ci ho anche provato ma è una sfida persa in partenza, roba che gli integralisti islamici a confronto sono tutti Voltaire...
    Giusto per essere chiari!

    RispondiElimina
  25. Stefano non è che "sparlo" dico i fatti, quelli che spesso non vuoi vedere perchè non ti fanno comodo. Lo sanno tutti che monti non ha modificato la legge elettorale perchè non faceva comodo nè al pd ne al pdl, lo disse anche monti a studio aperto durante un intervista, non è una novità.

    http://www.lapresse.it/politica/monti-riforma-legge-elettorale-fallita-per-connivenza-tra-pd-e-pdl-1.282441

    Quindi è abbastanza ironico farsi prendere ora dalla fregola di modificare tutto quando è stato proprio il tuo pd in combutta (come sempre) con il solito pdl a rimandare e rimandare finchè non si è + fatto nulla.
    Non stiamo qui a prenderci in giro.

    RispondiElimina
  26. Come immaginavo, neanche grassi è uno stinco di santo ed il buon travaglio lo rimarca in questo articolo:

    http://www.beppegrillo.it/2013/03/dizionario_dell.html#commenti

    Morale: ancora una volta è bene che i deputati del m5s facciano meno i "liberisti" e seguano maggiormente chi sa cosa c'è dietro la politica corrotta, cioè grillo.

    Spero non si facciano prendere in giro un altra volta in futuro.

    RispondiElimina
  27. Da leggere e diffondere assolutamente l'editoriale di oggi del mitico Marco (Iddio ce lo conservi!)

    Invece mi sono gustato or ora il superscoop di Eugenio Scalfari: un amico gli ha raccontato che Casaleggio vuole distruggere l'universo
    Casaleggio ha risposto con tre righe, che secondo me sono pure troppe per una roba del genere...
    Codesta sarebbe la risposta al 5stelle del massimo riferimento culturale della squadra "centrosinistra".
    Non so, fossi un piddino sarei in preda a istinti suicidi, poi fate voi

    RispondiElimina
  28. 2 giorni...! dico 2 giorni....! in parlamento,e il movimento 5 stelle si adegua e si uniforma all'andazzo,come sempre,come tutti.

    RispondiElimina
  29. In cosa si è uniformato strega... è vero che in un Movimento così un graffietto sembra una crepa, ma non facciamoci prendere da fanatismi puritani o il pur necessario rigore da garanzia di stabilità, rischia di diventare arma di autodistruzione

    RispondiElimina
  30. senza offendere nessuno,fare politica è cosa ben diversa dal giocare con facebook;il parlamento è il luogo sacro (dissacrati sono i frequentatori)dove essa si concretizza.
    i pentastellati sono stati determinanti per l'elezione della seconda carica dello stato.
    il primo ed unico gesto del m5s è stato quello di soccorrere il disegno del pd,sostenendo la candidatura di un ex magistrato di lunga carriera.
    sappiamo bene che in italia (e nel resto del mondo..)le carriere si costruiscono con la fedeltà alle consorterie e ai potentati,in negazione totale di meriti e indipendenza.
    chi,in questi ultimi vent'anni,ha leccato la magistratura sperando di ricevere qualcosa in cambio,ha ottenuto soltanto di trovarsi sotto continuo ricatto,manovrato come una marionetta.
    per il m5s non sarà diverso...facile prevedere tra poco,qualche bella inchiesta-scandalo farsa,magari su Casaleggio-Grillo o su qualche novizio fessacchiotto che in buona fede scrive una cazzata nel bilancio o si fà beccare a guardare il culo a una ragazzina...

    RispondiElimina
  31. Io terrei + d'occhio gli inciuci "concreti e tangibili" che sono sotto gli occhi di tutti oggi giorno, cioè quelli reali tipo l'mps & C. e non le fantasie di ciò che un giorno chissà se avverrà. Tenere i piedi saldi a terra e soppesare il presente ed il passato rende la scelta politica + concreta e affidabile. Fasciarsi la testa ora fantasticando su ciò che potrebbe accadere o non accadere un domani non ha molto senso.

    RispondiElimina
  32. scusa,ma dissento totalmente.ignorando l'esperienza di ciò che è ripetutamente successo,almeno di recente,si và incontro sempre agli stessi errori.non si tratta di fasciarsi la testa.
    i fatti concreti come mps non sono o non saranno certamente avulsi dalle trattative spartitorie.chissà, un giorno potremo trovare uno dei magistrati inquirenti del caso a ricoprire un alta carica (giuridica o politica che sia) in cambio di un insabbiamento.questo è il sistema italia che và tenuto d'occhio...ben più degli stipendi dei parlamentari.
    ribadisco: il m5s premiando e sostenendo,come ha fatto dalle primissime votazioni,gli appartenenti a questo sistema,se ne rende complice oggi e schiavo domani.come sempre,come tutti.

    RispondiElimina
  33. Se hai letto i miei post precedenti saprai che sono stato il primo ad esprimere la mia delusione riguardo il voto di grasso da parte del m5s, quindi capisco la contrarietà che provi ma da un episodio non si può sancire che sarà sempre così, o che diverrà una costante. A parte lo sfogo per la piccola delusione so in cuor mio che nessuno è perfetto, che in parlamento dietro il m5s non ci sono extraterrestri e che gli eletti, come tutti noi, sono suscettibili di errori. Quindi immaginare a priori che non avrebbero mai commesso un passo falso mi sembra un illusione. Certe cose possono accadere sia perchè, ripeto, sono gente come noi, sia perchè sono agli inizi e non conoscono bene le trame ed i sotterfugi della vecchia politica che spesso ti incartano e raggirano senza che neanche te ne rendi conto. Anche io sono per i "duri e puri" nel senso che appoggio in toto come si sta ponendo grillo, uomo che non ascolta le sirene degli altri partiti ma che va dritto alla meta, però posso anche capire, che nel cammino qualche errore si possa fare.

    In sostanza, l'importante è che in futuro casi come questi accadano il meno possibile, ma è impensabile che non accadano mai, così come è impensabile che non ci sarà qualche scilipoti anche nel m5s. Lo stesso grillo ha stimato un 15% degli eletti ad inizio legislatura. Questo perchè è nell'indole dell'essere umano, non siamo nè tutti santi, nè tutti incorruttibili, qualche mela marcia capita sempre, l'importante è che tali casi risultino cmq sporadici e contenuti per permettere al m5s di arrivare alle mete che si è preposto.

    RispondiElimina
  34. Detto questo sottolineo che non ti voglio far cambiare idea perchè una delusione va digerita col tempo ed è anche giusto criticarli quando sbagliano, però tieni anche conto che l'errore è insito nell'umanità e che non ci sarà grillino o santità che tenga, qualcuno qualche passo falso lo farà sempre.

    RispondiElimina
  35. condivido pienamente il contenuto dei tuoi due interventi,non volevo ignorare queti concetti e nemmeno esprimere uno sfogo da frustrazione.il punto è ,se non esiste,come in realtà,una diversità genetica che distingua i parlamentari del m5s in senso etico,non c'è nemmeno un organizzazione interna al partito che garantisca la prosecuzione di una determinata linea.Grillo (che non è un segretario di partito,un leader politico e nemmeno un guru)si trova in una posizione ambigua che non gli consente di esercitare il controllo minimo necessario.L'etereogenità della provenienza degli eletti m5s,nonchè ,scusate tanto,la poca autorità culturale e mancanza di esperienza-autorevolezza,a questo punto diventano un handicap e una debolezza.

    RispondiElimina