Sondaggio politico elettorale sulle intenzioni di voto degli italiani Demos & Pi

Sondaggio politico elettorale Demos sulle intenzioni di voto degli italiani realizzato per Repubblica. 
Sondaggio realizzato tra il 3 ed il 5 dicembre 2012 con metodo CATI su un campione di 1.216 casi.

Vi invitiamo a consultare il sondaggio completo su Repubblica.it
Share on Google Plus

About Socu (Federico Stentella)

13 commenti:

  1. Hanno telefonato solo ai lettori di repubblica mi sa XD

    RispondiElimina
  2. Cosa disse tempo fa maroni? "Mai + con berlusconi"
    Qualche mese dopo sono in procinto di riallearsi col berluscaz.
    Io mi chiedo come i leghisti continuino a votare sta gente, mistero.

    ps. cmq il sondaggio oltre ad essere farneticante nelle percentuali è anche sbagliato negli abbinamenti dato che si sa, l'udc di "mr. casini, alias: doilculoalpartitochevaalgoverno" si alleerà sicuramente col pd.

    RispondiElimina
  3. Ma come si fa a dire che il PD in due mesi è salito dal 25 al 38%?
    Alle primarie di coalizione hanno votato meno persone che alle primarie di partito, in Sicilia stavano al 12%, in Emilia e in Toscana alle amministrative il M5S ha fatto il pieno, e stanno al 38?
    De Benedetti ha pompato Renzi per spostare il PD a destra, adesso prova a fregare Bersani sostenendo che grazie a Renzi ha quasi raddoppiato i voti, così alle imminenti elezioni dovrà mettere metà candidati di destra.
    L'ultima truffa dei montiani: fanno credere al babbeo Bersani che prenderà il 40%, si fermerà al 25, sicuramente sorpassato dal M5S,
    e almeno due terzi dei parlamentari del PD passerà sotto le insegne di Casini che porterà a Palazzo Chigi Monti, magari d'accordo con Berlusconi che vuole l'election day sapendo che alle regionali il PDL andrà sotto il 10% e quindi sparirebbe prima di arrivare alle politiche.
    Strategia unitaria di Monti, Casini, Berlusconi,Napolitano e De Benedetti per fregare il babbeo Bersani e fare il Monti bis.
    Però Bersani ha un ottimo esperto di sondaggi in Migliavacca e non ci cade.
    E comunque Repubblica è passata da IPR Marketing a Demos,segno che IPR era meno malleabile.

    RispondiElimina
  4. Dario ti voglio nel PD!
    Con te a che cazzo serve studiare politica per una vita...???

    RispondiElimina
  5. Sono anni che seguo i sondaggi e devo dire che non mi è mai capitato di rilevare differenze così macroscopiche tra un istituto e l'altro nella stessa settimana

    RispondiElimina
  6. Lorenzo, non so se mi sfotti, comunque io in effetti sono laureato in scienze politiche, anche se facevo l'amministrativo.
    Adesso sono in CIG.

    RispondiElimina
  7. Vieniiiiiiiii!!!! Non ti sfotto!!!
    Ci vuole gente competente nei partiti... però ci vuole anche gente con passione!

    RispondiElimina
  8. Si, proprio nel pd va uno del m5s, uno dei partiti + corrotti e corruttibili insieme al pdl, beato te, lol.
    Raga ma voi vivete nel mondo dei sogni, non solo non vi rendete conto di cosa ha fatto in passato il vostro partito e cosa sta facendo tutt'oggi e a denti stretti ed occhi chiusi continuate a votare la merda, ma ora addirittura chiedete a chi ha voglia di cambiare la situazione di inzupparsi nella merda insieme a voi? Ma veramente siete fuori di zucca.

    Se uno sa cosa ha combinato il pd fino ad oggi non lo va a votare, idem per il pdl. Elementare Watson.

    RispondiElimina
  9. homer sabato ti bago una birra :DD pienamento d'accordo

    RispondiElimina
  10. e meglio votare il pdl e la lega
    voi votate gay o lesbiche questo volete nel italia pieno di gay lesbiche extracommunitari,fatevi meno seghe mentali

    RispondiElimina
  11. Carlo mangi pane e ignoranza la mattina?

    RispondiElimina
  12. Pensavo già da qualche giorno a quello che ho sentito dire da Monti, e cioè che Berlusconi prima ha sparato sul governo per dire che oggi è peggio di 1 anno fa, poi lo aveva proposto alla guida dei moderati: mah...!
    Poi dico questo: secondo me il governo Monti ha fatto comodo a Berlusconi e al PDL perchè con gli interventi che questo governo ha fatto, il centrodestra può andare alle elezioni senza avere questo macigno addosso e dicendo, appunto, che oggi la situazione è peggio di 1 anno fa. Altrimenti per Berlusconi sarebbe stata la fine o quasi.

    RispondiElimina